Saggistica Salute e Benessere I sei pilastri dell'autostima
 

I sei pilastri dell'autostima I sei pilastri dell'autostima

I sei pilastri dell'autostima

Saggistica

Editore

Casa editrice

Si tratta del risultato di una vita di pratica clinica e di ricerche. Il libro dimostra l'importanza della stima di sé per la nostra salute psicologica, i successi personali, la felicità e le relazioni positive. Branden definisce i sei pilastri dell'autostima, quali il vivere consapevolmente, l'accettazione, la responsabilità e la sicurezza di sé, il porsi degli scopi e l'integrità personale. Analizzando la questione nell'ambito dell'ambiente di lavoro, in famiglia, nell'educazione, nella psicoterapia e nella società l'autore fornisce non solo le linee guida per quanti sono impegnati nel promuovere la stima di sé negli altri, ma presenta anche dei semplici esercizi per accrescere la consapevolezza e l'efficienza personali.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
 
I sei pilastri dell'autostima 2020-04-16 15:08:05 Valerio91
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Valerio91 Opinione inserita da Valerio91    16 Aprile, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'approccio alla vita

Per una persona che è consapevole della propria carenza d'autostima, un titolo del genere è qualcosa che fa subito drizzare e le antenne. È quello che è successo a me con questo libro ed è il fattore che mi ha spinto ad acquistarlo, insieme alle opinioni entusiastiche lette qua e là. La mia generale diffidenza su questo tipo di pubblicazioni (“può un libro aiutarmi in un problema di tale portata?”, è il pensiero che automaticamente mi sovviene) è invece il fattore che mi ha portato a procrastinare a lungo prima di cominciarne la lettura. Tuttavia, la quarantena ha fatto in modo che raccogliessi il coraggio e la voglia necessari, e dunque eccomi qui a cercare di darvi un'opinione.
La principale conclusione che ne ho tratto è che, come già immaginavo, un libro non può miracolosamente risolvere i vostri problemi, ma se ben scritto e argomentato può aiutarvi a fare ordine nella vostra testa; può permettervi di confrontarvi con un punto di vista professionale (Nathaniel Branden era uno psicoterapeuta) e portare alla vostra attenzione evidenze che avevate ignorato o semplicemente lasciato in un angolo. "I sei pilastri dell'autostima" non farà miracoli, ma porterà alla vostra attenzione aspetti interessanti riguardo alla stima di sé; può portarvi a riflettere e spingervi ad apportare qualche cambiamento nel vostro approccio alla vita. Alcuni concetti sono cosi bene esposti che potrebbero spingervi a chiedervi come mai non ci avete mai pensato e non avete mai agito in armonia con gli enunciati dell’autore.
Soprattutto la prima metà del libro (che si concentra sui sei pilastri) è densa di considerazioni degne di nota; la seconda metà va più nello specifico, focalizzando l’attenzione su certi ambiti in cui l'autostima è importante, o sull'influenza che diversi fattori esterni possono avere su di essa. Il libro, pur entrando nel dettaglio e rallentando in certi tratti, si legge bene e con piacere.
Credo che il segreto per apprezzare questo tipo di letture (che io applico anche nell'ambito della narrativa e soprattutto della filosofia) è che bisogna approcciarsi ad essa col giusto spirito critico, senza prendere per oro colato ogni parola, ma allo stesso tempo essendo pronti a mettere in discussione anche le nostre convinzioni più radicate. Con questo approccio, credo che "I sei pilastri dell'autostima" possa aiutarvi davvero in quello che (e questa è una mia convinzione, ancor più forte dopo questa lettura) è uno degli aspetti più importanti per costruirsi un radioso avvenire.
Autostima.

“Non avere il senso della propria efficacia, aspettarsi la sconfitta anziché la vittoria, vuol dire essere interrotti, minati o paralizzati (in vari gradi) nei nostri sforzi di affrontare i compiti e le sfide che la vita ci presenta.”

“La radice dell’autostima non sono i nostri successi, ma quelle pratiche generate dall’interno che, tra l’altro, rendono possibili tali successi.”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Avere tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il girotondo delle iene
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Fairy Tale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La tua dieta sei tu
L'arte di legare le persone
Genki. Le 10 regole d'oro giapponesi per vivere in armonia
Cromosofia
Sisu
I sei pilastri dell'autostima
Siete pazzi a mangiarlo
Hygge. La via danese alla felicità
Il silenzio
Diagnosi e destino
La terra non è mai sporca
Il trucco c'è e si vede
Se fa male, non è amore
Uccidere il cancro
Emozioni distruttive
Segui la pancia. Non tutti i microbi vengono per nuocere