Confine di Stato Confine di Stato

Confine di Stato

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Erano sbirri corrotti, traditori della Repubblica, politici con le mani sporche di sangue, spacciatori irlandesi in affari con Cosa Nostra, ragazzi in nero pronti a tutto. Se solo un istante delle loro esistenze avesse imboccato una strada diversa, l'Italia come noi la conosciamo non sarebbe esistita. Tra il 1954 e il 1972 questa gente teneva in pugno il paese. Da Milano a Roma, da Cuba a New York, un viaggio nero e amaro alle radici di un'Italia senza eroi. La storia di un paese dilaniato dalle stragi, fatto a pezzi dalle guerre di partito. Un'Italia che ha perso il ricordo dell'onore, dove le ideologie sono andate a farsi benedire da un pezzo. In mezzo a tutto questo si muove Andrea Sterling, un personaggio che è la personificazione del Male, il filo nero che unisce i delitti più efferati e oscuri compiuti nel nostro Paese.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Confine di Stato 2013-01-29 08:23:03 gracy
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
gracy Opinione inserita da gracy    29 Gennaio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Questa è l’Italia…benvenuti!

Finire di leggere questo libro proprio oggi quando tutti i tg danno la notizia che la Strage di Ustica, consumata 32 anni fa, è stata causata da un missile e che che i radar civili e militari all’epoca non sono stati in grado di garantire la sicurezza nei cieli, è davvero una sorprendente coincidenza. Complimenti Stato Italiano, hai saputo dimostrare di essere per davvero “senza confini”.
Prendi il periodo che va dal 1954 al 1972, metti la strage di via Fontana, il caso Mattei, il Commissario Calabresi, la mafia siciliana, la mafia americana, la mafia irlandese, gli USA e Cuba, ancora prima dell’entrata in vigore della legge Basaglia e con gli anni di piombo che incalzano, vedrai che molotov si scatena.
E’ così che Sarasso ha costruito un “rapporto” dettagliato ed epistolare molto avvincente, dell’Italia sconosciuta, dell’Italia fantasmagorica, quella che non viene insegnata nei libri di scuola e che a nessuno piace ricordare, quella del dolore palpabile e insostenibile, l’Italia dei Misteri sullo stile Lucarelli, l’Italia sull’orlo di un colpo di stato, quella degli attentati consumati tra le fiamme della dinamite, tra i fumogeni delle dimostrazioni di piazza, tra gli acidi asfittici e le manganellate.
Per molti aspetti stilistici ci riporta ai precursori di Q dei Wu Ming, la narrazione dai ritmi serrati e truculenti sotto gli effetti di droghe, alcol e sesso spietato ci ricorda Ellroy.
Molto borderline.
I nomi sono fittizi, spicca in primis il terribile Starling, ma le dinamiche di molti eventi narrati ricordano gli inciuci dell’Italia del nostro tempo, grandioso.
Come è “grandioso” il gusto amaro di sapere che molte vite sono state spazzate via con violenza, oggi quasi dimenticate, che inutilmente attendono da decenni giustizia nei vari tribunali italiani .
Si…la giustizia… che tristezza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Io e Mr Wilder
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il club Montecristo
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La città di vapore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La donna gelata
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro delle case
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piranesi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il gioco delle ultime volte
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il silenzio
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Senza colpa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Orfeo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rabbia semplice
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sembrava bellezza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri