La ragazza del collegio La ragazza del collegio

La ragazza del collegio

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Alice è tornata dopo un intenso periodo vissuto a Washington insieme a Claudio Conforti, e c'è una ragione precisa dietro la decisione della coppia più scintillante della medicina legale. Per Claudio, infatti, questa è l'occasione della vita: la Wally sta per andare in pensione e la corsa alla successione in qualità di direttore dell'istituto sembra aperta e subito chiusa: CC appare come la persona ideale per assurgere al ruolo di nuovo «Supremo» dell'istituto. Ma, mentre lo scatto di carriera di Claudio, contro ogni previsione, si rivela tutt'altro che facile, Alice – ora medico legale praticante a tutti gli effetti – si trova coinvolta non in uno ma in ben due casi che presto si dimostrano in grado di mettere alla prova il suo ben noto fiuto investigativo. Da un lato, l'incidente stradale di cui è vittima una giovane studentessa di un prestigioso collegio potrebbe nascondere qualcosa di più terribile della semplice fatalità, anche perché il colpevole è fuggito e sembra impossibile stanarlo. E dall'altro c'è di mezzo un bambino smarrito che non parla e di cui non si sa bene nemmeno l'età. Spinta dalla sua naturale empatia, e da una buona dose di voglia di ficcanasare, Alice si troverà coinvolta dalle due vicende, molto più intimamente di quanto lei si poteva mai immaginare.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
2.6
Stile 
 
2.3  (3)
Contenuto 
 
2.7  (3)
Piacevolezza 
 
2.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La ragazza del collegio 2022-08-21 14:48:20 Pelizzari
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    21 Agosto, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Svalvolata e un pò infantile

Ritorna Alice, un po' svalvolata, come sempre. Sempre in bilico tra vita privata, vita professionale e hobby di vestire un po' i panni di una giovane signora in giallo. Alice non riesce mai a lasciarsi alle spalle i suoi morti e la sua curiosità emotiva degli eventi la spinge oltre il limite del proprio lavoro, favorendo intuizioni e scoperte utili alla risoluzione dei casi che le capitano sotto i ferri del mestiere. Quello attorno a cui ruota quest’ultimo libro è particolarmente ben congeniato. Occorre riconoscere alla protagonista un’indubbia grande capacità di calarsi nella vita degli altri; ed è il tuo tratto distintivo più caratteristico. Ed anche se non siamo di fronte ai massimi livelli della letteratura investigativa italiana, Alice è comunque un personaggio garbato, con cui è bello entrare in sintonia, anche se per me rimangono sempre un po' troppo marcati i suoi tratti infantili. Un’ultima piccola curiosità: è il primo libro che leggo (saggi a parte) dove la pandemia fa una piccola comparsa…Solo qualche giorno fa mi stavo giusto chiedendo quando e come avrei cominciato a trovarne traccia nella narrativa contemporanea italiana e straniera.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
La ragazza del collegio 2021-11-05 18:11:59 ALI77
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    05 Novembre, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

GAZZOLA: BUSINESS E POCHE IDEE

"La ragazza del collegio" è l'ultimo capitolo pubblicato della serie dedicata al personaggio di Alice Allevi.
E' l'ottavo romanzo, a cui si aggiungono il prequel "Sindrome da cuore in sospeso" e il racconto natalizio "Un regalo inatteso".
Questo piccolo bilancio iniziale era per farvi capire che l'autrice segue ormai un "modello" di storia consolidata e che piace e convince la maggior parte dei suoi lettori.
Il primo libro dell'Allieva uscì nel gennaio del 2011, io lo lessi poco dopo e sono tutt'ora molto affezionata al personaggio di Alice Allevi, però credo che sia giunto il momento di concludere questa serie.
Come lettrice sono cresciuta e sono più esigente, e per fortuna, perché dopo dieci anni credo sia normale esserlo e sarebbe strano il contrario; se io sono andata avanti credo che l'autrice sia rimasta ferma.
Quello che non capisco è perché continuare a cavalcare l'onda del successo se ormai i personaggi non hanno più nulla da dare, anche Claudio Conforti si sta "rammollendo" e Alice è un po' cresciuta sì per alcuni aspetti, ma credo non sia più un personaggio credibile, o almeno ai miei occhi non lo è più.
L'Allieva, il primo capitolo della serie, era una novità anche se non era perfetto come esordio, poi da un "Un segreto non è per sempre" a "Una lunga estate crudele" credo che l'autrice abbia dato il meglio di sè; tanto che più volte lei stessa ha detto che avrebbe voluto concludere la serie al quinto o sesto libro. Poi è arrivata la fiction tv, il successo, carina la prima stagione e abbastanza fedele al libro, la seconda prende il volo sui libri e la terza bè si poteva evitare.
Non vi parlerò del caso investigativo oggetto del libro perché credo sia semplice e non mi ha entusiasmata, quello che mi ha deluso è proprio Alice Allevi. Non è più la stessa, ha perso il suo smalto, è sempre un po' ironica ma le emozioni sia personali che quelle legate al caso stanno prendendo il sopravvento a discapito della sua professionalità. Forse la Allevi è dentro di sè ancora un'allieva, brava, meno pasticciona del solito, un po' fortunata nel risolvere i casi ma secondo me non sta avendo l'evoluzione che mi aspettavo da lei.
Anche nella relazione con Claudio qualcosa non mi torna, la protagonista è convinta di amarlo però non ho compreso alcune cose del suo comportamento in particolare in due occasioni. Alice è sempre stata innamorata di lui fin dal loro primo incontro, forse all'inizio i sentimenti per CC erano solo ammirazione e stima e poi si è trasformato in qualcosa di più forte.
Al matrimonio di Cordelia (non è uno spoiler avviene ad inizio libro) lei ripensa a come potrebbe essere andata con Arthur, quando diciamo che lui non pensa più a lei da quando la protagonista si è avvicinata a Conforti. ***POSSIBILE SPOILER***La seconda cosa che mi ha lasciato alquanto interdetta è la scelta di andare da sola a parlare con il medico riguardo la possibilità di intraprendere una cura per aver un figlio... credo che prima dovesse parlare seriamente della cosa con Claudio e poi andarci insieme. Certo, quando torna a casa glielo dice subito, però perché non farlo prima?!
Io ho trovato in questi due esempi una Allievi poco matura e che fa sempre di testa sua, quando si improvvisa detective ci sta che lo faccia, ma nella vita e nel lavoro come è possibile che si comporti ancora in questo modo? Non la riesco a capire...
Claudio è un po' meno CC ed è cambiato per amore e per fortuna, anche se mi manca a volte il suo sottile cinismo.
Lo stile dell'autrice mi ha lasciata perplessa, ho trovato una prosa fluida ma non brillante, piuttosto semplice e le descrizioni dell'ambientazione di Roma sono state alquanto superficiali.
Da lettrice e da appassionata della serie sono rimasta male, visto che l'autrice non ha intenzione di concludere la serie con questo libro, credo che il prossimo dovrebbe essere quello finale.
La Gazzola dovrebbe dedicarsi ad altro, mi è capitato di leggere altri suoi libri che non ritengo all'altezza di questa serie, dovrebbe dedicarsi al thriller puro oppure darsi allo storico.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
La ragazza del collegio 2021-10-21 09:08:44 ornella donna
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    21 Ottobre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il ritorno di Alice Allevi

Torna la dottoressa Alice Allevi, felice creatura di Alessia Gazzola ne La ragazza del collegio. Una storia divertente e simpatica, che viene editata a dieci anni esatti dall’uscita della prima serie.
Alice Allevi è appena tornata da Washington, dove aveva trascorso un periodo di tempo con il suo fidanzato di sempre: il bel dottore Claudio Conforti, un uomo colto e preparato, ruvido solo all’apparenza, spesso ironico al limite del cinico. Sono tornati a Roma, perché all’Istituto di Medicina Legale c’è la corsa all’elezione del nuovo “Supremo”, ovvero di colui che andrà a dirigere lo storico Istituto. Per Claudio è una occasione da non sprecare e Alice cerca, in tutti i modi, di aiutarlo. Ora lei è medico legale a tutti gli effetti e come tale deve occuparsi dell’incidente che ha visto morire una giovane ragazza che soggiornava in un prestigioso collegio, tale Francesca Rebaldi. Lei era giovane, bionda, bella e spensierata. Ma qualcuno ha troncato la sua giovane vita ed è fuggito. A poca distanza di giorni un altro cadavere: tale Adelina Rusu, giovane originaria della Moldavia , che viene uccisa anch’essa in modo tragico. Il modus operandi è lo stesso, due giovani vite stroncate e poi abbandonate lì a morire in mezzo al nulla. Chi ha potuto rendersi colpevole di una simile tragedia? E perché? Così ad Alice non resta che indagare con curiosità, come è solita fare. Ma …. Gli intralci sono tanti e nulla è più come prima. Riuscirà a venirne a capo?
Per gli amanti della serialità della dottoressa Alice Allevi un nuovo capitolo, ironico e molto entusiasmante. Per gli altri l’occasione di conoscere una nuova figura d’investigatrice, una via di mezzo tra la dottoressa e la poliziotta, condotta con semplicità ed arguzia. Lo stile è semplice, ma ben determinato, e ricco di dettagli. La storia ben congegnata, ricca di mistero. Per chi sa cogliere l’ironia, e non ha aspettative letterarie troppo alte.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Bell'abissina
Intrighi e morte sull'Adda
Giallo sulla Riviera del Corallo
Il male che gli uomini fanno
Chi si ferma è perduto
Quella notte a Valdez
Il liceo
Dalle nove a mezzanotte
Questioni di sangue
Cena di classe
La mala erba
Mille giorni che non vieni
Dolce vita, dolce morte
Il giallo di Villa Nebbia
Il giorno del sacrificio