Narrativa straniera Letteratura rosa After. Come mondi lontani
 

After. Come mondi lontani After. Come mondi lontani

After. Come mondi lontani

Letteratura straniera

Autore

Editore

Casa editrice

Il terzo volume della saga After. La vita di Tessa non è mai stata così complicata. L'unico su cui dovrebbe poter contare, Hardin, sembra sempre pronto, con il suo carattere scontroso, a rovinare tutto. Non appena scopre l'enorme segreto che lei gli ha nascosto, diventa furioso e, invece di provare ad essere comprensivo, cerca di ostacolarla in tutti i modi. Così, mentre la partenza per Seattle si avvicina, per Tessa è arrivato il momento di affrontare la più dolorosa delle domande: Hardin sarà mai in grado di cambiare per lei? La spirale di gelosia, rabbia e perdono che li lega è esasperante. Eppure Tessa non ha mai provato niente di così intenso per qualcuno, nessun bacio è mai stato così eccitante né un'attrazione così irrefrenabile. L'amore finora è bastato per tenerli insieme. Ma il bisogno che provano l'uno per l'altra sarà più forte di tutti gli ostacoli?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
2.7
Stile 
 
3.3  (3)
Contenuto 
 
2.0  (3)
Piacevolezza 
 
2.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
After. Come mondi lontani 2016-02-17 14:39:23 deborino
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
deborino Opinione inserita da deborino    17 Febbraio, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

CAMBIAMENTI INTERIORI

Ed eccoci di nuovo qua, dopo aver letto il terzo libro della saga di After.
Devo dire che in questo romanzo abbiamo un po una svolta, un cambiamento interessante.
La trama è sempre quella: litighiamo, facciamo pace, tramo qualcosa di bruttissimo alle tue spalle, litighiamo di nuovo, facciamo pace, sono sempre più cattivo ma facciamo sempre pace......ormai è dal primo libro che va avanti così, direi che nella realtà sarebbe difficile sopportare una storia d'amore del genere.
Parliamo però della svolta, che per la precisione riguarda il carattere dei personaggi: perché se prima avevamo un Hardin che perdeva il controllo un minuto si e l'altro pure adesso abbiamo un Hardin che si sta sforzando davvero di cambiare (nonostante le cose sempre più brutte che combina) e dal canto suo, anche Tessa è cambiata, finalmente pare sia riuscita a non farsi sempre mettere i piedi addosso ma a prendere una vera decisione nella vita.
Chissà se nel prossimo capitolo manterranno questi miglioramenti?
Per concludere voglio anche aggiungere che in questo romanzo scopriamo che "non tutto è ciò che sembra"...

Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
After. Come mondi lontani 2016-02-16 12:32:01 Mian88
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
2.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    16 Febbraio, 2016
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'IMMATURITA' REGNA SOVRANA.

Abbiamo lasciato Tessa e Hardin con l’incontro-scontro della protagonista con il padre Richard, uomo che non vedeva e non sentiva da 9 anni. Dopo un iniziale momento di imbarazzo e stordimento la giovane decide di offrirgli una possibilità, fregandosene delle raccomandazioni del fidanzato e arrivando addirittura, a distanza di nemmeno un’ora dall’averlo rivisto, ad ospitarlo nell’appartamento. Persiste il problema Seattle, che Scott viene a sapere subito dopo aver appreso delle sue sorti al campus ed oltretutto per via indiretta sorprendendola infatti a parlarne con Zed. In poche parole, tanti, troppi sotterfugi per due che dovrebbero amarsi.
Che dire, il testo si svolge interamente in due settimane ed è caratterizzato da litigi su litigi. Non vi è pagina in cui i due non abbiano da rinfacciarsi qualcosa. Se nel secondo episodio Hardin era quello che tirava le fila e risultava essere un mimino credibile, in questo capitolo viene sminuito fino quasi al ridicolo quando sostanzialmente quel che è il messaggio di fondo è sempre il solito e cioè che non avendo avuto una figura paterna alle spalle ed avendo sempre vissuto pagando delle proprie conseguenze, egli è incapace di gestire le emozioni, per la prima volta nella sua vita ha paura di perdere una persona solo che invece di dimostrarle il suo affetto o farle capire il perché delle sue ragioni, si chiude a riccio, cerca di trattenerla, tenta di ostacolarla, perfino di allontanarla. Non ha gli strumenti per far fronte a tutto ciò. Di fatto, è sempre presente, lei, ostinata fin nel midollo, si mette in più situazioni incresciose e lui corre immancabilmente a salvarla in calcio d’angolo da esiti irreparabili.
Tessa. O Tessa. Regina dell’egoismo, della testardaggine, dell’immaturità. Chiariamoci, ENTRAMBE sono ancora due bambini travestiti da adulti e fatti passare dalla scrittrice come “uomini e donne di mondo”, ma con Tess ci dà di brutto. Con la figura femminile infatti la Tood cerca di evidenziare l’emancipazione che il gentil sesso da tempo immemore persegue, e dunque sembra dirci: quale miglior mezzo può prestarsi all’obiettivo se non una giovane studentessa che ha sempre avuto un sogno ed è disposta a far tutto pur di perseguirlo e per consacrare la sua carriera? Ora. Già è inverosimile che a nemmeno 20 anni, al tuo primo anno di università ti venga offerto uno stage (per di più retribuito e) in una società di quelle dimensioni, ancora più improbabile e scarsamente convincente è che la medesima si trasferisca e ti chieda di seguirla a nemmeno un mese dal tuo ingresso; facci il piacere, non farla tanto lunga, vuoi andare a lavorare a Seattle? Bene, vacci, ma fallo per te e non per ripicca, non per dimostrare a lui che sai prendere una decisione.
Qualcosa (per non dire tutto) non torna. Sostanzialmente lei accetta la proposta di lavoro e si butta a capofitto nei preparativi senza nemmeno avvertire il convivente. Si aspetta poi che lui prenda, molli il suo percorso e la segua. Non mi addentro nelle conseguenze di quelle che sono le scelte e francamente ciascuno è libero di decidere della sua vita quello che vuole, ma senza forzare l’altro. Diciamo solo che nel caso di specie avrebbe almeno dovuto interrogarsi su quelli che sono e/o erano gli obiettivi di Hardin. Se siete una coppia, come un sogno lo hai tu, come lo ha anche lui. Come tu non vuoi che egli ti ostacoli non pretendere che l’altro non realizzi il suo per accontentare te. Semplicemente si mettono a vicenda spalle al muro. Lei perché pretende di essere assecondata, lui perché non sapendo che fare cerca di fermarla. Allora lei che fa, perché giustamente è mooolto matura, invece di ascoltare e capire il motivo per cui Hardin non vuole accompagnarla, punta i piedi come un bimbo a cui non si comprano le caramelle. Arrivata a Seattle ha pure qualche remora. Vi risparmio, e dunque evito, di sollevare questioni circa il rapporto con il padre, altro tassello poco credibile e scarsamente plausibile.
In conclusione, stilisticamente il romanzo è fluente perché caratterizzato prevalentemente da dialoghi, contenutivamente non funziona. Troppe incongruenze, eccessivo il consumo di alcol utilizzato quale mezzo per annegare i dispiaceri e quale strumento per non ammettere di non saper prendere una decisione, esageratamente immaturo. Inverosimile. Chi non litiga, ma questo è un chiaro tentativo di “allungare il brodo” ed estremizzare le circostanze. Il capitolo poteva risolversi semplicemente dialogando e ascoltandosi. Meno 2.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
After. Come mondi lontani 2015-10-05 12:42:12 krizy02
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Opinione inserita da krizy02    05 Ottobre, 2015

completa delusione

Sinceramente io i primi due libri della saga me li sono divorati, li avrò letti più o meno una decina di volte. Dato i primi due successi mi aspettavo che il terzo sarebbe stato fantastico... purtroppo non è stato così, in questo libro Tessa e Hardin non fanno altro che litigare e dopo ogni volta che fanno pace o Hardin - ma specialmente lui - o Tessa riaccende la miccia e si evitano...
Io ne sono rimasta molto delusa, mi aspettavo molti più contenuti o almeno una trama meno burrascosa e con un'evoluzione di rapporti.

Indicazioni utili

Consigliato a chi ha letto...
•after• after un cuore in mille pezzi• 50 sfumature di grigio•
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
L'America in automobile
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Mille luci sulla Senna
L'erede misterioso
Il bacio. The winner's kiss
La leggenda di Loreley
Frederica
Un regalo per Miss Violet
Amo la mia vita
La metà del cuore
Appuntamento dove il cielo è più blu
Una sirena a Parigi
La casa sul fiume
Tutta colpa di Mr Darcy
Il diario segreto di Lizzie Bennet
La ragazza del sole
Ti regalo le stelle
L'opale perduto