Narrativa straniera Letteratura rosa Mamma dice le parolacce
 

Mamma dice le parolacce Mamma dice le parolacce

Mamma dice le parolacce

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Cosa dovrebbe fare Cait, madre di tre figli e con un lavoro precario, quando suo marito la lascia per andare a vivere con una donna molto più giovane di lei? Ma è ovvio! Cercarsi un lavoro migliore e un uomo in grado di capirla, amarla e starle vicino. Tra il dire e il fare, però, c'è di mezzo la rubrica di una rivista femminile: un appuntamento intitolato "Dillo alla zia" e concepito per assistere le madri apprensive nel duro compito di crescere i loro simpatici bebé. Cait è talmente brava nel dispensare consigli alle lettrici da diventare una delle firme più apprezzate del giornale finché, lanciata verso l'affermazione professionale, non si ritrova a dover fare i conti con se stessa e con la sua nuova situazione sentimentale: chi sarà l'uomo più adatto a lei? L'affascinante R. o il tenero Sam?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Mamma dice le parolacce 2015-04-01 15:17:10 SARY
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
SARY Opinione inserita da SARY    01 Aprile, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mamma single

Una mamma indaffarata e tre bambini scalmanati. Il papà si è trasferito in un'altra casa con la nuova compagna e la figlia di lei. Dinamiche familiari moderne di difficile adattamento. La mamma resta sempre la mamma, armata di coraggio e di amore incondizionato porta avanti la baracca ed evita quotidiani disastri. Però, prima di essere madri si è donne. Spogliate dei panni materni, nei fine settimana liberi nei quali il padre riveste effettivamente il proprio ruolo, come impiegare il tempo sentendosi vive, affascinanti, giovani ed emancipate? Trovare compagnie diverse da quelle matrimoniali non è semplice, fiondarsi a casa di amiche sposate con prole non è educato, accaparrarsi un uomo in un pub è imbarazzante e la mancanza di fiducia nei confronti dell'altro sesso traditore rende l'impresa ardua; forse guardandosi attentamente intorno con un minimo di stima in sé stesse si possono scoprire cose piacevoli e creare situazioni interessanti, perché no, magari anche un lavoro gratificante, insomma, bisogna reinventarsi.
Nel caos del mondo domestico, alla nostra protagonista non mancheranno questioni di cuore, momenti esilaranti, giornate pessime, idee malsane, comportamenti autolesionistici, atteggiamenti sbagliati, litigate con i figli, apprensioni materne, incomprensioni amichevoli e piccole gioie.

Romanzo di facile lettura, scritto con semplicità, penna dotata di umorismo inglese che strappa sorrisi, divertente e stuzzicante al punto giusto. Tutto ruota intorno alla vita incasinata della protagonista e della sua famiglia, del difficile compito di essere genitori single,dell'umiliazione e della rabbia per essere state abbandonate, con toni leggeri e volutamente ironici per sdrammatizzare un fatto in realtà pesante e deprimente. Alla fine emerge il ritratto di una donna vincente, certo, ferita, zoppicante ma integra.

Concludendo, la copertina e il titolo sono un invito al relax da cogliere al volo e di cui non ci si pentirà.



«L'unica cosa che tutti noi possiamo fare per i nostri bambini è dar loro il nostro tempo e ascoltarli. Smettiamola di sbattere la testa contro il muro, perché il genitore perfetto non esiste.»

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri