Amore, ecc. Amore, ecc.

Amore, ecc.

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Stuart e Oliver. Due amici inseparabili, benché diversissimi di carattere. Il loro è un sodalizio di ferro, tutto procede nel migliore dei modi fino a quando Oliver si innamora di Gillian, la ragazza di Stuart. E mentre un'unione si spezza e un'altra si forma, i tre decidono di confessarsi raccontando se stessi e l'irreparabile caos che ha sconvolto le loro esistenze. Così, dalle voci narranti dei tre personaggi, scaturiscono tre differenti versioni di una stessa vicenda, un complesso mosaico di affetti frustrati, lealtà e piccoli inganni, tenerezze e trattenute passioni, momenti di sofferenza e di irresistibile humour, su cui domina un senso giocoso, ma anche disincantato e malinconico, della vita.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Amore, ecc. 2015-10-16 09:17:50 mia77
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
mia77 Opinione inserita da mia77    16 Ottobre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Amore, ecc... di Julian Barnes

Questo romanzo è una tragicommedia a più voci sui 'casi' della vita. L’argomento è abbastanza banale:
Lui, il marito.
Lei, la donna contesa.
L’altro, lo pseudo-amante e migliore amico del marito.
Per cui oggetto trito e ritrito, ma trattato da Barnes con un’originale scrittura finto-facile, colta, ironica e a tratti perfino sublime.
La storia viene narrata direttamente dalle voci dei protagonisti, che alternano il loro punto di vista in ciascun capitolo, cercando in qualche modo di portare il lettore dalla propria parte. A volte intervengono anche voci esterne, che danno uno sguardo e un'opinione alla situazione che Oliver, Stuart e Gillian stanno vivendo. I tre personaggi intrattengono il pubblico, che ascolta la loro versione dei fatti da tre punti di vista differenti, come su un palco, consci che con le loro parole possono condizionare l’opinione di chi legge e possono rappresentare una storia diversa da quella che potrebbero raccontare gli altri due.
In tutto il romanzo si percepisce un umorismo molto british, che in realtà di comico non ha assolutamente nulla e lo stile narrativo è geniale (“’l’amore non è che un sistema per ottenere che qualcuno vi dica Tesoro dopo un rapporto sessuale”).
È la storia dell’anima delle persone, che nella vita si mostrano con una facciata di circostanza, che non è altro che una maschera pronta a essere tolta al momento giusto. È un romanzo che racconta i disagi, le frustrazioni ma anche l’idiozia delle persone che convivono con la parte peggiore del loro carattere e anziché cercare di levigarla, la assecondano con negligenza. Ed è anche il racconto di bugie e sentimenti fragili, di rapporti troppo deboli che volano al primo soffio di vento.
Ho preferito Julian Barnes in “Livelli di vita”, ma sicuramente leggerò di questo raffinato autore anche “Il senso di una fine”, che sembra essere un piccolo gioiello. Tutto sommato ne consiglio la lettura a chi ama leggere una scrittura colta e non banale.
“Non possiamo sentire il dolore degli altri, questo è il problema. E’ sempre questo il problema, il problema di tutto il mondo”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore