L'eccezione L'eccezione

L'eccezione

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La notte di capodanno Flóki e María si lasciano. Lui è innamorato di un altro uomo e lei non riesce a capire. Non capisce come sia successo che un amore, tenero e felice, sia svanito dopo undici anni insieme e la nascita di due gemelli. In una girandola di incontri e sorprese, María scoprirà uno spazio di perfette eccezioni necessarie per ritrovare il proprio posto nel mondo, per quanto insolito possa sembrarci. L'autrice di Rosa candida costruisce un universo fatto di coraggiose particelle impazzite, caparbiamente in viaggio verso la felicità.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'eccezione 2015-10-21 06:18:54 Natalizia Dagostino
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Natalizia Dagostino Opinione inserita da Natalizia Dagostino    21 Ottobre, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'eccezione della verità

Ci sta, una storia di neve, di un inverno inesorabile, ci sta il mare d’Islanda, nero e gelido, il silenzio nobile e maestoso dei fiordi. Scopro l’impronunciabile Auður Ava Ólafsdóttir e il suo ultimo romanzo di cultura nordeuropea, di confine e di umorismo.

In alcuni periodi le verità si svelano, tutte insieme, in modo anche violento e creano sofferenza. Così è per María, madre di due gemelli, Berþóra e Björn, e donna impegnata in una organizzazione non governativa. Per undici anni è l’eccezione nella vita di suo marito, compagno disponibile, accogliente, tenero, il quale decide di fare coming out la notte di Capodanno. I due uomini, omonimi, Flóki e Flóki – un sorriso già solo a nominarli – decidono di condividere la loro vita personale e professionale di ricercatori universitari.

Apprezzo la scrittura che scorre gradevole e i personaggi senza tormenti e pregiudizi sociali: stanno bene e, spensierati ma non superficiali, affrontano con energia il dolore, l’abbandono, la responsabilità. Nelle relazioni, la superficie e la lievità, non indicano necessariamente la mancanza di impegno e di responsabilità.

Le reazioni drammatiche e tormentate non sempre sono segnali di consapevolezza. In questa storia ogni donna e ogni uomo cerca di capire, è disponibile a parlare, a raccontare il dolore e le soluzioni. María è sorpresa e risentita, ma lascia andare suo marito, come lascerà andare suo padre, senza approfittare degli eventi per addossare al “colpevole” l’insuccesso della propria vita.

E’ affezionata, ma non in simbiosi con Flóki, attratta ancora dalla sua pelle, ma non dipendente, perplessa e spaventata dinanzi al padre, ma curiosa, sempre. Ama, soffre e non ricatta nessuno!
Alla natura buia, rigida, severa di Reykjavik si contrappone la flessibilità, l’affettuosa ironia, la luce del carattere dei protagonisti.

A Reykjavík la gente è diversa e le persone sono oneste, dirette, congruenti, simpatiche: il vicino di casa, l’ornitologo Stéingrímur e, soprattutto, Perla, una nana con un PhD in psicologia, consulente matrimoniale di giorno, ghost writer per uno scrittore di thriller, di notte. Che sorpresa questa psicologa diversissima che aiuta nell’unico modo possibile, senza la pretesa di salvare, rimanendo ad ascoltare, a pensare, a cucinare assieme, a recitare il Cantico dei Cantici e la Divina Commedia!

Ogni relazione ci cambia la vita, ma non modifica il nostro nucleo. Il proprio trauma ha come confine la libertà altrui. L’apprendimento è lì, in ciò che accade e che non abbiamo previsto, saputo, capito.

Nessuno/a si senta escluso e rifiutato perché l’altro/a ha scelto diversamente. María, adottando una piccola orfana, continua ad organizzare, a decidere, a scegliere la gioia. Il migliore regalo che fa a se stessa e ai propri figli è confermarsi come una persona felice e ferita, felice e spaventata, felice e triste, felice perché tutta intera, piena di vita.

Ma le tre pentole, rabbia di rancore, rabbia di sfida e rabbia di frustrazione, sono, forse, legate ai confini di una geografia sudeuropea afosa e senza respiro?

“C’è una storia che aspetta me…”p.253
“Scusa se sono riuscito ad amarti solo fin qui…”p.11
“Per certi versi, le relazioni con gli uomini sono più semplici. Basta mostrarsi un minimo interessati e praticamente la cosa è fatta. Il problema, con le donne, è che non vengono a letto con te senza una ragione.”p.225

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il senso della mia vita
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La locanda del Gatto nero
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La pista. La prima indagine di Selma Falck
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo scarafaggio
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Se scorre il sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il copista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dove crollano i sogni
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cerchi nell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La natura è innocente
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Olive, ancora lei
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Lo splendore del niente e altre storie
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri