Narrativa straniera Romanzi L'invenzione della vita
 

L'invenzione della vita L'invenzione della vita

L'invenzione della vita

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


L’ambizione è la più forte delle droghe e la più distruttiva. Sam Tahar ne ha fatto la sua religione: è riuscito a diventare uno degli avvocati più famosi di New York, a vivere nel lusso e sposare una donna ricchissima. Eppure c’è una nota stonata in questa sua ricerca del successo. Perché Sam, per arrivare fin lì, ha scelto di cancellare una parte di sé. Le sue origini arabe e il suo vero nome, Samir; ma anche il suo amore, di vent’anni prima, a Parigi, per Nina; e, infine, la sua stessa identità, perché il Sam di oggi non è altro che la copia fatta ad arte di qualcun altro. Un altro «Sam»: Samuel Baron, amico fraterno negli anni parigini, cui Samir ha rubato l’identità per riuscire nei suoi sogni di successo. Quando i tre, per caso, si incontreranno di nuovo, tutto esploderà in un cortocircuito stridente tra vite vere e vite inventate, in un epilogo narrativo carico di tensione.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'invenzione della vita 2016-01-04 08:37:39 Pelizzari
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    04 Gennaio, 2016
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ossessioni

Che strana questa lettura. All’inizio ti dà la sensazione di freddezza, per come è scritto. C’è una ridondanza di aggettivi che sembrano uno sfoggio di conoscenze linguistiche, ma che rallentano la lettura e distanziano il lettore. Poi comprendi che è una caratteristica dello stile dell’autrice, un suo tratto peculiare che permette al lettore di addentrarsi sempre di più, vuoi con un termine vuoi con un altro, nei meandri della psicologia dei tre personaggi principali, Samir/Nina/Samuel. Lo stile fa da cassa di risonanza delle loro ossessioni ed è grazie soprattutto al modo con cui il libro è scritto che si crea questo legame simbiotico tra il lettore ed i personaggi. Piano piano li inquadri, uno ad uno ed insieme. La freddezza di Samir, la sua identità incrinata, il suo senso di possesso patologico, la sua menzogna, che non gli fa condividere niente con nessuno, né il buono né il cattivo e lo porta ad essere solo, perché interpreta sempre un ruolo e non può mai essere se stesso. Il delirio di Samuel che, con le sue nevrosi, cerca disperatamente di realizzare la cosa di cui ha più paura, per provare cosa? E a chi? L’ambiguità di Nina, che cede ai ricatti morali, che vive i ricatti sessuali, che sta bene in più ruoli ma che alla fine sceglie di stare al di fuori di tutti i suoi ruoli. Il centro del libro sono le ossessioni e la fissità sentimentale che il tempo, l’assenza, la lontananza non sono riusciti ad alterare in questo strano triangolo di amici. Difficile dire se c’è un personaggio migliore dell’altro. Difficile dire se qualcuno di loro alla fine della storia si riscatta. Certo è che è una splendida lettura. Anche dentro l’animo umano.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
La legge del sognatore
Valutazione Utenti
 
3.3 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri