Narrativa straniera Romanzi La vita invisibile di Euridice Gusmao
 

La vita invisibile di Euridice Gusmao La vita invisibile di Euridice Gusmao

La vita invisibile di Euridice Gusmao

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Rio de Janeiro, anni quaranta. Nel quartiere di Tijuca, tutti conoscono le stranezze di Eurídice e Guida Gusmão. Bellissima e ribelle, Guida è fuggita di casa per coronare il proprio sogno d'amore con il rampollo di una famiglia che si opponeva al fidanzamento. Mentre Eurídice, figlia modello rimasta a consolare i genitori, è una moglie devota e attenta, salvo poi, di tanto in tanto, lanciarsi in qualche bizzarro progetto per passare il tempo. Ma che sperimenti fantasiose ricette a base di curcuma e latte di cocco, avvolgendo la cucina in una nuvola seducente di aromi che mai si erano sentiti in una casa rispettabile, o trasformi il salotto in un atelier di sartoria all'ultima moda, ogni sua iniziativa è destinata al fallimento. La società carioca non è ancora pronta per dare spazio alle donne intraprendenti e nessun uomo è interessato ad avere una moglie che pensa, meglio accontentarsi di una vita tranquilla e senza scossoni. E Antenor, il marito di Eurídice, non è da meno. Finché, un giorno, Guida si presenta alla porta della sorella. Infelice e sventurata, è disposta a tutto per sopravvivere. Con o senza un marito al proprio fianco. Sullo sfondo di una città che brulica di passione e di vita, si dipana il rocambolesco percorso di emancipazione delle due sorelle e il loro tentativo di scendere a patti con il ruolo imposto dalla società dell'epoca. Perché ogni grande rivoluzione comincia tra le mura domestiche.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La vita invisibile di Euridice Gusmao 2020-10-01 12:27:33 C.U.B.
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    01 Ottobre, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Euridice di Rio

Essere invisibile non è un potere magico, è oppressione, è soppressione, è sparizione coercitiva.

Euridice Gusmao, la moglie modello, accumula sconfitte e, nella sua bella casa borghese di Rio de Janeiro, consuma la poltrona accatastando ore vuote a fissare la libreria.
Guida Gusmao, bellissima, attira gli sguardi maschili ma si ritrova ripudiata dai suoi uomini più importanti. Separatesi da ragazze per colpa dei giochi della vita, le due sorelle si ritroveranno da adulte, perché la casa risuoni una volta ancora delle loro risate carioca.

Ho pensato spesso a Stoner di John Edward Williams, percorrendo queste pagine, in particolare a quel meccanismo che divide nettamente i lettori in chi trova il protagonista un vincente e chi uno sconfitto. Così, immagino, ci sara’ chi riterrà questo libro un manuale della disfatta ode indecente al femminismo annichilito e chi, come me, l’esatto contrario.

Io vedo in Euridice Gusmao un talento sfavillante, anche se offuscato da montagne di fango.
Fiuto una fine intelligenza, anche se zavorrata dai cliché più infimi; io capto la resilienza di chi ha il coraggio di alimentare le proprie doti, anche se affamato dell’accanimento di un destino avverso.
Chi le ha fatto le carte l’ha chiamata perdente, ma io quelle stesse carte le voglio osservare capovolte.

Narrativa leggera, scorrevole ma non banale, Martha Batalha scrive briosa e muove le frasi con un estro particolare, quasi irridendo attraverso la forma – non solo il contenuto- una società maligna, sprezzante ed invidiosa di chi non si allinea all’ordine costituito.

Parla solo il portoghese Euridice Gusmao, sulla via di Ipanema si stringe il turbante verde acqua in testa, nella sacca l’opera completa di Shakespeare e un dizionario Oxford, perché il poeta merita di essere letto in lingua originale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri