Narrativa straniera Romanzi Le strane storie di Fukiage
 

Le strane storie di Fukiage Le strane storie di Fukiage

Le strane storie di Fukiage

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Mimi e Kodachi sono due sorelle gemelle cresciute nella cittadina di Fukiage. Allevate da una coppia di amici dei genitori perché in un incidente stradale il padre è rimasto ucciso e la madre giace tuttora in coma, compiuti i diciotto anni decidono di trasferirsi a Tōkyō, dove vivono una vita tranquilla, ciascuna intenta a inseguire le proprie inclinazioni. All’improvviso, però, Kodachi svanisce nel nulla. Mimi va a cercarla e torna a Fukiage, dove incontra personaggi misteriosi e scopre verità e leggende bizzarre sulla propria famiglia e su se stessa. Dove è finita Kodachi? Ritornerà? Si risveglierà la loro mamma? Una storia di amore e di sofferenza, di solitudine e spaesamento. Una riflessione sui sentimenti e sulla necessità di innescare il cambiamento che può trasformarci nella versione migliore di noi stessi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le strane storie di Fukiage 2022-11-07 17:48:33 Mian88
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    07 Novembre, 2022
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Kodachi e Mimi

«Fukiage è un luogo particolare, una specie di isola remota circondata dal mare e dalle montagne su cui si raccontano storie misteriose. In qualche modo si intuisce quali di queste siano vere, e da adulta mi sono resa conto che le persone fanno di tutto per renderle credibili. Solo andando via da qui ho scoperto che posto eccentrico sia.» p. 9

Banana Yoshimoto ha dimostrato e continua a dimostrare nelle sue opere una profonda crescita e maturazione dal punto vista non solo stilistico quanto anche contenutivo pur restando in alcuni passaggi sfuggente, sul superficiale. In “Le strane storie di Fukiage” scopriamo che Kodachi, dopo essersi recata in questo luogo, svanisce del nulla. La sorella gemella sa che è sana e salva seppur di lei se ne siano perse le tracce. Mimi e Kodachi sono orfane di padre, uomo venuto a mancare a seguito di un grave incidente stradale. La madre verte ancora in stato comatoso, uno stato silente e indecifrabile che non lascia trapelare spiragli sul futuro. Prima della decisione di trasferirsi in quel di Tokyo, vivevano con una coppia di amici dei genitori, Kodama e Masami. Sono due giovani molto diverse. Seppur gemelle esse hanno interessi e tratti molto diversi. Kodachi ha preso dal padre i lineamenti e ama tutto quel che concerne l’arte, è poco più bassa di Mimi che invece assomiglia alla madre e ama lo sport. Nulla viene dalle ricerche dei tre (Mimi, Kodama e Masami). Anche il rivolgersi a una divinatrice non porta grandi risultati se non quelli di sciogliere alcune incertezze interiori. A ciò si somma il potere salvifico dell’animo dato dalla natura, Mimi ha infatti un rapporto molto stretto con Yoshimoto, il guardiano del cimitero che è particolarmente avvezzo ai suoi e i colori che questa sa offrire.
La giovane protagonista, però, tra queste pagine non cerca solo la sorella ma anche e soprattutto se stessa, un io interiore, introspettivo e un aspetto emozionale capace di donarle forza e capacità di ripartenza.

«Aprendo gli occhi scoprii di avere un piccolo fiore di manuka in una mano. Un minuscolo fiorellino che emanava una luce intensissima. Proprio come il mazzetto del sogno. Quasi a volermi dire che c’era ancora speranza.»

Un po’ come ne “Le sorelle Donguri”, dove protagoniste sono nuovamente due sorelle tra loro molto diverse di nome Donko e Guriko, anche in “Le strane storie di Fukiage” la Yoshimoto tesse un universo fatto di carattere onirico e introspettivo finalizzato all’analisi e comprensione dell’animo umano. Altro aspetto è dato dalla ricerca delle proprie origini, della propria storia, delle proprie origini, carattere e vita, una prospettiva ulteriore in quest’ultima fatica dell’autrice.
Ma non mancano anche temi di riflessioni quali la morte, la separazione, i legami famigliari, l’andare avanti, il sopravvivere, il trauma di una perdita, il coma, temi già affrontati in opere quali ad esempio “Su un letto di fiori”.
Un titolo senza interruzioni, senza alcuna suddivisione in capitoli e dove l’argomentazione centrale è e resta il dolore. Si apprezza per le problematiche e per la maturazione dell’autrice, resta in alcuni passaggi vacuo, fumoso, sfuggente e per questo tende a perdere in parte di mordente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
La stella del mattino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa delle luci
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non aprite quella morta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bournville
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Essere lupo
Certi sconfinamenti
Una buona madre
Se vado via
Ultima chiamata per Charlie Barnes
Finché non aprirai quel libro
Piccole cose da nulla
La stella del mattino
Bournville
Due settimane in settembre
La fornace
Il libro delle luci
Il peso
Notte di battaglia
La vita prima dell'uomo
Le strane storie di Fukiage