Le week-end Le week-end

Le week-end

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Con "Le Week-end" Hanif Kureishi torna a parlare della coppia, del microcosmo che si crea fra due persone che condividono la propria vita. Tn questo caso sono Nick e Meg, una coppia inglese di ultracinquantenni: lui professore universitario, lei insegnante di liceo. Per il loro trentesimo anniversario di matrimonio decidono di festeggiare tornando per un weekend a Parigi, dove avevano trascorso la loro luna di miele. L'incontro inaspettato con un vecchio amico, Morgan, scatenerà un confronto necessario fra i due, che riusciranno a capire cosa conta davvero nella vita, e nel loro matrimonio.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le week-end 2014-12-07 06:39:15 Pelizzari
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    07 Dicembre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Complicità

E’ questa la parola chiave che ti rimane dopo aver letto questo piccolo testo, che sembra un pezzo teatrale o anche una vera e propria sceneggiatura cinematografica, visto che su questa storia è nato anche un film. Lo stile è tutto a dialoghi ed è un’impostazione che deve piacere, comunque anomala rispetto alla maggior parte dei testi scritti. Racconta un weekend di due persone che vivono insieme da 30 anni, attraverso la voce di lei e di lui e con l’espediente dell’incontro casuale con un amico che, di sponda, li fa parlare tra di loro in modo diverso. C’è un leggero ripercorrere di alcuni fatti della loro storia, da cui si comprende che il passato ha un significato diverso ed un diverso valore per ciascuno dei due e da cui emerge la complicità, che penso sia una delle caratteristiche principali che può cementare un rapporto e tenerlo saldo negli anni. Il tema è interessante, ma personalmente non mi ha coinvolto tanto. La frase che mi ha più colpito, forse perché me la sono sentita addosso, riguarda il sentirsi in sintonia con la propria infelicità. Ne consiglio comunque la lettura, anche per lo stile, per la sua particolarità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri