Leaving Leaving

Leaving

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Da più di dieci anni Jenna Metcalf pensa alla madre Alice, che sembra essersi volatilizzata in seguito a un tragico incidente. Rifiutandosi di credere di essere stata abbandonata, Jeanna cerca la madre su internet e sfogliando i suoi vecchi diari, in cui Alice, etologa, appuntava le sue osservazioni sul comportamento degli elefanti. Ormai senza quasi più speranza, chiede aiuto a due persone particolari: una medium specializzata nel trovare persone scomparse e un detective che aveva condotto le indagini dell’incidente collegato alla scomparsa di Alice. Ma a mano a mano che i tre cercano di scoprire cosa è successo veramente ad Alice, si rendono conto che quando ci si pongono delle domande difficili, bisogna essere pronti ad affrontare risposte ancora più difficili da accettare…



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Leaving 2016-12-13 09:28:27 Sofiaa
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Sofiaa Opinione inserita da Sofiaa    13 Dicembre, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Picoult: un nome, una garanzia

Jodi Picoult è Jodi Picoult, su questo non ci sono dubbi. Mi piace come in ogni suo romanzo affronti una tematica diversa andando ad approfondire degli aspetti in particolare. La protagonita di questa avventura si chiama Jenna, ha tredici anni e vuole sapere cosa ne è della madre scomparsa quando lei era molto piccola. Cerca di ottenere qualche informazione dal padre, rinchiuso da tempo in una casa di cura. Dopo la scomparsa di Alice, sua moglie e madre di sua figlia, Thomas Metcalf ha avuto un crollo dal quale non si è più ripreso. Come Jenna sospetta, non riesce ad avere alcuna informazione utile, quindi decide di arrangiarsi e far luce su questo mistero da sola. Altre due figure l'affiancheranno in questa ricerca: Serenity, una veggente che dice di non trattare con persone scomparse e Virgil, un detective. Il trio si muove da una parte all'altra sperando di trovare tutti i tasselli del puzzle, ma questi sembrano sempre troppo lontani.
Consiglio caldamente questa lettura, poichè il tempo impiegato per leggere le opere della Picoult non è mai tempo sprecato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Lo sparo
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il peso
Mao II
Il sale dell'oblio
La casa dell'oppio
Un circolo vizioso
Un'altra donna
Lo squalificato
I quaderni di don Rigoberto
Il lampadario
Carne e sangue
Casa di giorno, casa di notte
In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa
Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa