Narrativa straniera Romanzi Se potessi tornare indietro
 

Se potessi tornare indietro Se potessi tornare indietro

Se potessi tornare indietro

Letteratura straniera

Classificazione
Autore

Editore

Casa editrice

9 luglio 2012. Andrew Stilman, celebre giornalista del New York Times e sposo novello, si alza di buon'ora, infila le scarpe da jogging e inizia la sua routine quotidiana con l'abituale corsa lungo l'Hudson River. Ma da quel momento la sua giornata smette di essere una giornata normale: Andrew viene aggredito improvvisamente, colpito alle spalle e abbandonato a terra in una pozza di sangue. Quando riprende conoscenza, si convince di essere scampato miracolosamente alla morte. Ma qualcosa non torna, perché il calendario è fermo sulla data del 9 maggio: prima del suo matrimonio, prima dell'aggressione che lo ha costretto in un letto di ospedale. Da quel momento Andrew ha sessanta giorni per scoprire e fermare il suo assassino. Sessanta giorni per cambiare il corso del suo destino e riscrivere il futuro.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
3.7  (3)
Contenuto 
 
3.3  (3)
Piacevolezza 
 
3.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Se potessi tornare indietro 2014-01-06 11:36:15 SunshineAle
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
SunshineAle Opinione inserita da SunshineAle    06 Gennaio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se potessi tornare indietro... non ci scommetterei

Andrew Stilman, giornalista di punta del New York Times, non sa che il 9 luglio 2012 qualcuno sta decidendo per lui che i suoi giorni sono giunti al termine. Chi gli sta dando la caccia? Chi lo sta braccando? Questi sono gli interrogativi che si pone Andrew mentre si trova abbandonato a terra in un lago di sangue. Da quel momento,però, qualcosa cambia. Non è più di 9 luglio, Andrew non si è ancora sposato, gli Yankees non hanno ancora battuto i Marines e lui ha sessanta giorni di tempo per capire chi ha voluto ucciderlo. Parte da lì una drammatica corsa contro il tempo. I tentativi per cambiare il corso delle cose sembrano essere vani, i giorni sono contati e la consapevolezza di essere vicino alla morte non rende le cose più semplici. Sta solo a lui fare chiarezza nella sua vita e capire una volta per tutte chi è il mandante della sua morte.

Inizio dicendo che questo libro, di primo impatto mi ha colpita. L’ho trovato per caso tra gli scaffali della biblioteca e l’ho preso perché, già dal titolo, mi sembrava una vicenda molto simile a quelle che si possono trovare nei libri di Musso, che personalmente adoro. E’ il primo libro che leggo di questo scrittore e l’ho preso per fare una specie di confronto e vedere se in Marc Levy potevo trovare un degno collega del mio scrittore preferito. In effetti qualcosa di Musso l’ho trovato. Il viaggio temporale del protagonista ne è la prova evidente. Qualcosa che questo libro sembra avere in più è la parte “sentimentale”, non parlo della storia d’amore in se, di quelle i libri di Musso sono ben guarnite, ma di una parte del romanzo che faccia proprio commuovere. Sarà il mio cuore di mamma che spinge fuori la mia parte sentimentale, ma devo dire che ad un certo punto, leggendolo, una lacrimuccia mi è scesa. Ci sono delle parti dedicate ad un lavoro che sta svolgendo Andrew, un articolo per lui molto importante, che danno sapore alla storia e la rendono particolarmente toccante. Sono rimasta incollata alle pagine ed in due giorni l’ho finito. Ha qualcosa di magnetico, mi sentivo attratta dai personaggi e non vedevo l’ora di saperne di più. Conoscete la citazione di Paul Sweeney “Capisci di aver letto un buon libro quando giri l'ultima pagina e ti senti come se avessi perso un amico”? Ecco, leggendolo ho pensato proprio questo, avrei voluto rimanere a leggere la storia di Andrew, di Valerie e di Simon per giorni.. ed invece il finale è arrivato, è vi dirò che mi ha lasciata spiazzata. Secondo me la conclusione non è stata all’altezza della storia. Non parlo degli ultimi capitoli ( ampiamente spiegati e raccontati), ma proprio delle ultime pagine, sembrava incompiuto, scritto in quattro righe e anche in maniera grossolana. Questo gli ha fatto perdere punti e secondo me Levy, così facendo, si è giocato la buona riuscita del romanzo. Per concludere, la storia in sé è particolare e costruita molto bene, la lettura risulta scorrevole ed il metodo di scrittura è semplice e diretto, ma ritornando alla mio quesito iniziale, devo dire di no. Non ho trovato quello che cercavo, e se ne sono stata convinta da pagina 1 a pagina 320, mi sono ricreduta alla fine, ed è stato un peccato. Credo però che lo consiglierei comunque, la storia è davvero commovente e merita di essere letta, io personalmente -se potessi tornare indietro- (scusate il gioco di parole, ma non ho resistito!) lo rileggerei senz’ altro, non mi sono pentita di averlo preso, ma sicuramente lo leggerei ponendoci meno speranze ed aspettative.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
Se potessi tornare indietro 2013-09-23 11:16:22 Pelizzari
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    23 Settembre, 2013
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rewind

Un giornalista, fresco di matrimonio, subisce un'aggressione durante un'uscita di jogging e viene ucciso. Da quel momento la sua vita non è più la stessa. Sembra impossibile, ma è proprio questa la trama del libro. Sembra un libro sullo stile di Guillaume Musso, ovvero quelle trame pseudo-impossibili, che però alla fine hanno tutte una spiegazione. Anche questa ce l'ha. Il tasto della vita di un uomo si riavvolge e torna indietro di due mesi. Gli è offerta da una parte una seconda possibilità per correggere degli errori, dall'altra la possibilità di scoprire chi ha sferrato quel colpo quel mattino. Tanti tasselli andranno a posto. Tanti cerchi si chiuderanno. Stile scorrevole, trama avvicente, forse più nella prima parte che nella seconda parte, decisamente meno frizzante, finale che lascia aperte più possibilità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
Se potessi tornare indietro 2013-08-15 15:08:27 noemi.musica
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
noemi.musica Opinione inserita da noemi.musica    15 Agosto, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Così così

Ho letto vari libri dell'autore ma questo non mi ha particolarmente colpita. Anche se la storia é particolare e senza dubbio una buona idea, la trama non è stata scritta sfruttando i vari possibili spunti ed andando "fuori dal soggetto principale" un po' di volte. Vari personaggi "secondari" sono stati tralasciati da metà del racconto in poi e l'autore ha lasciato vari punti di domanda, tra cui anche il finale del libro. Non posso dirmi quindi soddisfatta del libro che ho letto, ma invece un po' delusa in quanto secondo me la trama poteva essere sviluppata meglio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri