Narrativa straniera Romanzi Volevo essere Lady Oscar
 

Volevo essere Lady Oscar Volevo essere Lady Oscar

Volevo essere Lady Oscar

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Il suo nome è Hélène, ma si fa chiamare Joe e vuole essere trattata come un maschio per assomigliare a Lady Oscar, l'eroina del suo cartone animato preferito. Come lei, vorrebbe vivere in un'epoca leggendaria e compiere grandi gesta eroiche con i capelli al vento. Per sua sfortuna, vive però negli, anni Ottanta, in un quartiere popolare di Québec. Dopotutto, ha solo otto anni. Il suo mondo è fatto di tre sorelle, un padre molto occupato a essere malinconico e una madre dal pugno di ferro. E poi c' è Monsieur Roger, il vicino ottantenne che aspetta con impazienza che giunga la sua ora. Contro ogni aspettativa, a furia di battibeccare, tra la ragazzina impertinente e il vecchio scorbutico nasce un'amicizia indissolubile, e Roger diventa per Hélène un improbabile angelo custode: pronto a guidarla tra le piccole avventure quotidiane e a vegliare su di lei quando si ritroverà smarrita.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Volevo essere Lady Oscar 2015-09-16 10:45:31 MAZZARELLA
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
MAZZARELLA Opinione inserita da MAZZARELLA    16 Settembre, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Come Lady Oscar

“Non c’è nulla che valga la pena di essere vissuto se non è in primo luogo un’opera di fantasia, altrimenti il mare non sarebbe altro che acqua salata”

"Come quando ero da sola a rimirare qualcosa di molto bello-una luna piena sul tetto di casa, per esempio- e sentivo che la bellezza andava sprecata perché quello spettacolo mi sembrava bello, come minimo, per due."

Premesso che ho comprato e letto immediatamente il libro per un unico motivo “Il titolo” in quanto, anch’io tanti anni fa, ho sognato di vivere in un’altra epoca e di essere identica all’eroina del manga giapponese Lady Oscar. Alta, magra, con i capelli mossi biondi e lunghi con degli occhi azzurri intensi e brillanti, straordinariamente coraggiosa e indipendente e per nulla incline nel seguire la massa; combattente, orgogliosa, generosa, insomma la composizione perfetta dell’eroina…
Non sognavo di essere Cenerentola o la Bella Addormentata, non sognavo di aspettare un principe sul cavallo bianco…sognavo di cavalcare quel cavallo bianco con la mia spada scintillante e mostrare al mondo che la bellezza non risiede in un’ estetica perfetta, ma in un animo ed in doti perfette, che si sprigionano in uno sguardo intenso ed in un cuore impavido.
Pensavo di essere un’eccezione ma, quando ho letto il libro, mi sono resa conto di essere stata una delle tante bambine che sognavano ad occhi aperti davanti a un cartone animato.
Ed ecco che la protagonista del romanzo, una bambina di 8 anni (ma che finge di averne 10) Helene, con un’inventiva spiccata, crede nel personaggio di Lady Oscar nonostante sia immaginario, e, non solo ne fa il suo idolo, ma anche il suo modo di vivere.
Helene si fa chiamare Joe (avrebbe preferito Oscar), vuole essere trattata come un maschio, e vuole compiere gesta eroiche. Tuttavia vivendo negli anni ’80 ed in un quartiere del Quebec, l’unica impresa coraggiosa è la consegna dei giornali al mattino presto. Il suo mondo è fatto dalle sorelle, da una madre molto severa e dal padre con la testa tra le nuvole. Non trovando nella realtà che la circonda qualcuno simile ai suoi idoli, si rifugia nella fantasia ed enfatizza il suo status sociale e tutta la sua vita. Tuttavia gli idoli non sono sempre come ce li aspettiamo, ma si nascondono nelle persone più improbabili, tanto è vero che Helene, alla fine, scoprirà, il più improbabile degli idoli: Roger un uomo vecchio e scorbutico con cui sorprendentemente nasce un’intensa amicizia. Tra la bambina ed il vecchio si instaura un rapporto di complicità fatto da tanti discorsi e da tante parole non dette. Roger diventa per Helene una guida nella crescita, un punto di confronto: un vero amico! E’ proprio vero quando si dice che l’amicizia non ha confini, e neanche età: forse entrambi non avevano bisogno di un coetaneo con cui condividere le giornate, ma una persona con cui sentirsi se stessi e da cui trarre coraggio e comprensione.
Una storia sull’amicizia e sull’infanzia: un tuffo nel passato che fa sognare un po’ tutti, anche perché certi sogni per quanto siano infantili, sono e saranno sempre vivi.
“Tutti i grandi sono stati bambini, solo che pochi di essi se lo ricordano” (cit. dal libro “Il piccolo principe”)

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
2.5 (2)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Essere lupo
Certi sconfinamenti
Una buona madre
Se vado via
Ultima chiamata per Charlie Barnes
Finché non aprirai quel libro
Piccole cose da nulla
La stella del mattino
Bournville
Due settimane in settembre
La fornace
Il libro delle luci
Il peso
Notte di battaglia
La vita prima dell'uomo
Le strane storie di Fukiage