Dettagli Recensione

 
Romanzo criminale
 
Romanzo criminale 2011-03-07 15:50:46 dmcgianluca
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
dmcgianluca Opinione inserita da dmcgianluca    07 Marzo, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

recensione doppia

In realtà per scrivere una recensione seria di questo libro avrei dovuto farne due, una appena letto ed una dopo aver visto il film e la prima serie su SKY. Proviamo:

Recensione 1, appena letto il libro:
L'ho letto nel 2006 e, nonostante il tempo sia passato, la storia ed i personaggi mi sono rimasti abbastanza impressi nella mente, segno che qualcosa mi ha lasciato. E' una storia piuttosto avvincente, scritta bene, con frasi corte e taglienti. Bene e male si intrecciano, poi si odiano, poi si ritrovano e si mischiano; tanto che, a volte, fai il tifo per la parte sbagliata. C'è pathos e le situazioni sono abbastanza verosimili. Io sono del '73 e sono cresciuto in un quartiere adiacente alla famosa magliana, dove la banda spadroneggiava negli anni in cui io ero un adolescente. Ricordo con chiarezza impressionante il clima che si respirava allora e la presenza invisibile ma concreta di una criminalità che faceva parte del tessuto sociale della Roma in quegli anni. Complessivamente, quindi, voto 4/5 all'opera.

Recensione 2, dopo aver visto la trasposizione cinetelevisiva:
La versione data in televisione è fedele al libro, quella al cinema un po' meno. Quello che fa paura però è che i protagonisti erano dei criminali senza scrupoli che meritavano la fine che si sono scelti (si sono ammazzati fra loro) eppure, con la faccia che hanno al cinema, sono diventati una specie di eroi, forse perchè il "bello e dannato" ha sempre il suo fascino. Peccato che il crimine non è dannazione solo per gli uomini che lo esercitano, ma soprattutto per la società.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Non ho letto il libro, ma ho visto il film ed ho seguito (devo ammettere con molto interesse) la serie in tv. Sfortunatamente, ai giorni nostri tutto ciò che passa per trasposizione cinematografica o, in genere, per trasmutamento mediatico, subisce un allontanamento da quella che è l'effettiva realtà. Così come la rappresentazione del crimine che, in parecchi casi, finisce per diventare un'onda ammaliatrice di potere ed errata eroicizzazione.
Come dici tu, Gianluca, bisognerebbe almeno tentare di discernere con la massima chiarezza possibile il "bello e la dannazione" da quello che si cela realmente "dietro le quinte". Fare sempre una "recensione doppia", insomma: una per il fascino della fiction e l'altra per la ferita veramente inflitta alla società (che da quanto dici e dalla mia piccola esperienza, i libri, stranamente, riescono sempre a rendere un pò meglio).
Bravo!
grazie mille per i complimenti. E' vero, i libri sono sempre meglio dei film, soprattutto perchè il cast te lo fai da solo nella testa, ed un cattivo assume sempre la faccia da criminale vero.
Però mi devo ancora spiegare perchè per questa opera sono stati realizzati, nell'ordine: un film con la regia di Michele Placido ed attori blasonati come Kim Rossi Stuart e Pierfrancesco Favino (belli, non c'è dubbio); una serie televisiva realizzata da SKY, con attori sconosciuti ma bravissimi; un'altra serie, sempre con Michele Placido alla regia e lo stesso cast del film; infine un altro film, che non ho visto, realizzato con altri attori sconosciuti. Sembra quasi che, in fondo, il crimine paghi, ed anche bene...
Ci sarebbero un sacco di storie che parlano di coraggio vero da raccontare, ma non fanno tanto successo, perchè ? Una risposta parziale ce l'ho, ma non basta: la maggior parte della gente non ha voglia di leggere, è un lavoro faticoso e quindi si beve quello che danno al cinema o dintorni, come fosse propaganda; ecco che poi comprano le magliette con scritto "Er freddo".
Ciao e felice di sapere che anche tu, come me, hai scelto di stare dalla parte giusta
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri