Dettagli Recensione

 
Io ti guardo
 
Io ti guardo 2013-07-22 18:34:21 Foschia75
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Foschia75 Opinione inserita da Foschia75    22 Luglio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Finalmente un erotico intinto in due dita di cultu

(Opinione scritta prima che uscisse il libro, letto in anteprima)

Ancora deve arrivare nelle librerie, e già è stata etichettata come la trilogia antagonista delle Cinquanta sfumature..... vogliamo voltare finalmente pagina e andare avanti? Vogliamo metter fine a questi obsoleti confronti? Bene, questa mi sembra l' occasione giusta per dare un taglio al passato (un anno ormai), scendere dai piani alti dei grattacieli americani, e tornare con i piedi per terra, con la curiosità di leggere qualcosa di nostrano, di non tanto lontano dalla realtà, e soprattutto ambientato nella nostra cultura!!!
Questo è il romanzo d' esordio di una giovane donna, che si è voluta mettere alla prova, senza l' intenzione di scrivere un capolavoro, ma una semplice storia d'amore e tormento, su un letto di sano erotismo e un pittoresco contorno di Calli veneziane.

1. Non approcciate alla lettura, con l'idea di trovare un surrogato di Mr.Grey (mi prude la lingua anche solo a scriverne il nome).
2. Lasciatevi andare alla narrazione, liberate i sensi e lasciatevi trasportare dalle sensazioni, la vista, il gusto e il tatto.
3. Non cercate quello che non c'è. Qui trovate una storia di passione realistica, senza effetti speciali, solo pura attrazione e curiosità verso sensazioni nuove tutte da sperimentare. E forse.... una storia che va oltre l' erotismo....ma questo lo scoprirete solo leggendo.
Iniziamo dall' ambientazione. Venezia, con i suoi scorci più famosi, ma anche quelli più nascosti, che l'autrice dimostra di conoscere (ha studiato proprio qui). Non ha tralasciato neanche il lato "metereologico" di questa città poggiata dentro il mare. E chi meglio di lei, poteva descrivere determinati e caratteristici fenomeni, come l' acqua alta e la nebbiolina che sale la sera e avvolge le calli e i canali? Durante la lettura, se vi lascerete trascinare, potrete ritrovarvi in mezzo ai turisti sul vaporetto o per le calli più frequentate.... la sera avrete la possibilità di frequentare la movida veneziana con aperitivo alla mano, o degustazioni speciali, create ad arte da uno chef che son sicura colpirà l' immaginario di più d' una lettrice... insomma il tipico spaccato di vita quotidiana nella fascia d'età tra i venticinqie e i quatantacinque anni... quell'età in cui se non sei sposato o fidanzato, hai tutta la libertà di assaporare la vita e tutto ciò che questa ti può offrire (se hai l' apertura mentale e psicologica giusta).
La caratterizzazione dei personaggi è stata secondo me uno dei punti forti di questo romanzo. Tutti hanno qualcosa di sè da raccontare. Elena col suo carattere introverso (nel quale molte di noi si rispecchieranno), che non ama apparire e cerca in tutti i modi di sfuggire alla vita mondana nella quale cerca di trascinarla la sua migliore amica Gaia, spirito libero che allieta la sua vita altresì spenta votata al lavoro e all'arte. Filippo il migliore amico di Elena, quella presenza importante che quasi tutte noi nella vita abbiamo cercato come faro nei momenti più tristi o nebulosi. E infine lui, Leonardo, l'uomo dal fascino carismatico, quello che incontri e non riesci più a toglierti dalla testa, quello che ti fa fare pensieri che non avresti mai pensato neanche di saper formulare, quello che forse ha il potere di far vacillare le tue certezze, mettere a nudo una parte "oscura" e recondita che non pensavi di avere. Un sole che scalda il bocciolo, facendolo aprire lentamente e brillare dei propri colori. Elena imparerà a scoprire il suo corpo e le sensazioni che da esso possono sprigionarsi impetuose, e senza rendersene conto, diventerà una donna più sicura e decisa.... ma tutto ha un prezzo, e prima o poi arriva il momento di pagare. E ciò che era nato per essere un fuoco passeggero, di quelli che ardono grandiosi e lasciano cenere dopo il loro passaggio, lascerà delle braci accese che uno dei due dovrà soffocare, per spegnere il fuoco che potrebbe riaccendersi più vivo e distruttivo che mai. Elena e Leonardo, due anime in cerca di qualcosa, che non ci è ancora dato sapere se troveranno.
Arriviamo all' argomento più atteso, l' erotismo.
Su questo punto potrei scrivere un trattato, ma Irene non ha colpa del mio punto di vista polemico verso chi, etichetta tutto ciò che racconta di Amore e sesso, con il denigratorio soft porn (o peggio ancora mommy-porn). BASTA! Sono stufa di sentir parlare di porno ogni volta che si parla di romanzi erotici....
In IO TI GUARDO, non ci sono pose circensi o pratiche di vario genere, ci sono intense scene di sesso, mai violente o volgari. Ci sono scene eroticamente reali (dipende poi dall' idea che uno ha del sesso che, può essere noiosamente didattico e, ne avrete un esempio anche qui, oppure sensualmente esplicito).
Non posso dirvi altro per non rovinarvi la lettura, ma posso sussurrarvi che, Irene ha reso una scena particolare e molto intensa, con una delicatezza ed eleganza che son sicura apprezzerete, nonostante molti di voi la troveranno fuori dai loro schemi.
Infine son certa che Irene Cao, non abbia mai avuto l'intenzione di scrivere un capolavoro o un romanzo che entrasse nella storia della narrativa italiana.... ma penso che in questa trilogia abbia messo una buona dose del suo cuore, e della sua femminilità. Le auguro con tutto il cuore di essere pioniera dell' erotico tricolore... e attraverso questa "lunga" storia d' amore, riesca a "far tornare in patria" tutte le erotic- addicted che son rimaste "intrappolate" nell' ascensore del grattacielo di Mr.Grey.
Non metterò le stelle alla fine di questa recensione perchè non voglio mettere limiti a questa nuova avventura intrigante e sensuale. Ripeto che stiamo parlando di un romanzo di esordio, scritto bene e mostruosamente reale, dove chiunque potrebbe trovare dei difetti.... l'autrice convince, riuscendo a farti entrare senza effetti speciali nella vita di questi vividi e realistici personaggi.
Che poi a qualcuno abbia dato fastidio un certo vizio della protagonista.... mi fa sbellicare dalle risate... ma come? Anastasia non è diventata famosa per il vizio di mordersi il labbro????

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi è stufo di MrGrey e surrogati con scarpa lucida Armani, limousine e carta di credito platino...
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le imperfette
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Kaddish.com
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fiore di roccia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.6 (3)