Dettagli Recensione

 
Dove sei stata
 
Dove sei stata 2018-04-29 07:33:10 ornella donna
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    29 Aprile, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un grido disperato per una madre

La professoressa Giusi Marchetta, dopo aver scritto un bel libro sulla lettura intitolato Lettori si nasce, firma ora un romanzo impegnativo: Dove sei stata.

Un romanzo sul passato, sulla necessità intrinseca di pulirlo da ogni zona d’ombra per vivere un presente, ricco di emozioni, di sentimenti profondi, e capaci. Il titolo Dove sei stata è volutamente senza punto interrogativo, ed esprime bene l’urlo di dolore di un figlio abbandonato in tenera età, senza un perché apparente e significativo, dalla propria madre, fuggita via lontano, senza più avere notizie di lei. Importante è la violenza che si intravede dietro questa scomparsa, perché:

“Ci sono molti modi per ammazzare una persona. Con la violenza quotidiana, inflitta a lei e ad altri, esibita, nascosta, adibita a professione, con l’isolamento, il tradimento, la svalutazione continua, l’indifferenza, l’incomprensione…. Ci sono molti modi per ammazzare una persona. O di farla andare via.”.

Il figlio di cui si parlava prima è Mario, costretto a tornare ad accudire il padre malato, che vive all’interno della Reggia di Caserta. Chiamato Il Capitano, è un uomo autoritario ed esigente, che gestisce con fermezza la bella residenza. Un uomo freddo, distaccato, non privo di colpe nei confronti della moglie Anna, con un brutto rapporto, fatto di indifferenza e di insensibilità, con il figlio Mario. Su tutto veleggia, segnandoli in modo irreparabile, la scomparsa nel nulla di Anna, moglie e madre. Mario è cresciuto, ma è in preda continua degli attacchi di panico che lui cura con gli psicofarmaci, e vuole sapere la verità. Marta, la migliore amica di sua madre, suora, conosce il segreto, ma lei è:

“Silenzio, preghiera, e mani bianche di gesso.”.

Il romanzo ha un protagonista importante: l’ambientazione. Oltre alla perfetta raffigurazione della Reggia di Caserta, c’è il Bosco Vecchio, buio ed oscuro; la Peschiera, luogo dalle acque nere torbide e maledette, la Castelluccia, una fortezza costruita per giocare “alla guerra”. Luoghi pregnanti di ricordi dolorosi e mai superati per il protagonista della narrazione, che rivestono per lui un alto valore simbolico.

Un libro scritto in modo elegante, elegiaco e poetico. Una storia di grande attualità, che tocca svariati argomenti: dal tema dell’affido dei minori alle famiglie, al femminicidio, alla camorra, all’amore materno nella sua intima complessità, al peso dell’infanzia nella vita successiva. Un romanzo sull’arte della fuga, sul “prima” e sul “dopo”, sulle difficoltà e sui rimpianti dell’esistenza umana. Il costrutto narrativo è complesso e costruito con abile maestria, un caleidoscopio dalle mille facce e dai mille risvolti che non può che incantare il lettore ad oltranza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha letto Giusi Marchetta, Lettori si nasce
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La follia Mazzarino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri