Dettagli Recensione

 
Ulisse da Baghdad
 
Ulisse da Baghdad 2010-10-15 14:03:26 phoebe1976
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
phoebe1976 Opinione inserita da phoebe1976    15 Ottobre, 2010
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ogni clandestino è Ulisse a modo suo

Se quando andate in libreria volete comprare un libro che certamente vi piacerà, andate sul sicuro e scegliete Eric-Emmanuel Schmitt.
Così è successo a me con questo bel libro, metafora dei nostri tempi. Saad vive in Iraq ed il suo nome ha due significati: in arabo vuol dire Speranza, in inglese Triste. A quale dei suoi due destini andrà incontro?
Per scappare alla fame ed alla miseria ed alla morte, fugge dalla sua patria natia e diventa clandestino, attraversando il mondo per giungere alla sua meta: Londra. Saad/Ulisse incontra lungo il cammino diversi personaggi: Nausicaa, le Sirene, il Ciclope, e molti altri. Ma mai smette di cercare la sua Itaca.
Bella e struggente metafora, commuove ma non annoia mai.
Da leggere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri