Dettagli Recensione

 
Uccidere il padre
 
Uccidere il padre 2012-05-21 18:37:12 bassini
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
bassini Opinione inserita da bassini    21 Mag, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Azzardo crudele.

Reno, Nevada, 1994.Un ragazzo, Joe Whip di quindici anni, non sa chi è suo padre, quando la madre porta a casa l'ennesimo "fidanzato", Joe se ne va di casa.Amante della magia, conoscerà un grande mago e una nuova famiglia.Amerà il gioco d'azzardo.La storia si complicherà.
Non posso proprio svelare altro altrimenti racconterei tutto e svelerei l'incredibile risvolto.

Un libricino corto corto (91 pagine) da leggere in un pomeriggio, una storia tutta particolare, piccante.

Sorprendentemente crudele con un pizzico di ironia tipica di Amelie Nothomb.
Straordinaria la caratterizzazione del personaggio principale Joe, senza paura, senza cuore praticamente spietato.


Divertente, freddo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
e' gia' nel mio carrello, che voglia di Nothomb.
In risposta ad un precedente commento

22 Mag, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Non dirlo a me! Sarà il prossimo libro che leggerò =))
sono sincera.... a me non è piaciuto
forse perchè dopo Cosmetica del nemico, le mie aspettative erano alte.....ma con questo romanzo la Nothomb non mi ha catturato del tutto, mi ha lasciato con l'amaro in bocca.....
de gustibus, naturalmente !!!!
@cub e cecilia : aspetto anche le vostre rece......
In risposta ad un precedente commento
piero70
22 Mag, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
crudele? senza cuore? spietato?
la nothomb???
naaaaaaaaaaaaaaaah... quando mai??
HAHAHAHAAHA!!!
In risposta ad un precedente commento

23 Mag, 2012
Ultimo aggiornamento:
23 Mag, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Silvia, lo sto leggendo e devo ammettere che non mi piace neanche un po' =(((
E'così mal sviluppato e vuoto e non ho trovato quelle incantevoli caratteristiche di stile che mi han fatto innamorare di questa donna =(
Credo che i suoi libri più belli siano i primi, quelli degli anni '90, comunque a breve pubblicherò la mia recensione.
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore