Dettagli Recensione

 
Il petalo cremisi e il bianco
 
Il petalo cremisi e il bianco 2012-07-07 13:00:24 clarissa/celestino
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
clarissa/celestino Opinione inserita da clarissa/celestino    07 Luglio, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se avesse avuto 700 pagine sarebbe stato meglio

Va bene, è bello.
Lo scrittore ti fa conoscere intimamente, che più intimamente non si può, i personaggi del romanzo, tanto che finisci per amarne e condividere le debolezze.
Tranne per quel William Rackham..be' gente, sono riuscita a essere costante nell'opinione che ho di lui dall'inizio alla fine: gli scaricherei addosso una gran raffica di legnate. Oh..ora che ci penso..le ha già ricevute..allora a posto così.
Umorismo a parte. Per quanto consiglierei davvero ad ogni lettore questo libro, che MERITA d'esser letto, penso sinceramente che verso la fine..verso le ultime duecento pagine il ritmo, esclusi i colpi di scena sia troppo lento. Ma cosa mi deve importare oramai di Emmeline Fox e di quanto è sciatta? Cosa m'importa dei dettagli di una gita, di una lettera, di un panorama. Quando sei arrivato ad un certo punto, al punto di non ritorno..basta!devi finire, il romanzo doveva chiudersi prima, perché sinceramente gente, la sensazione che ho avuto è simile a quella che si prova a vedere la trama inoltrata di un dinasty o sentieri. una trama straordinaria (non quella di dinasty o sentieri per carità)che sul finire, non ha voglia di finire e viene stiracchiata qua e là.
E, (sempre sottolineando che mi è piaciuto, anche se faccio notare solo aspetti negativi e me ne scuso) sempre verso la fine avvengono due episodi che hanno dato un'impronta squallida, quasi a insozzare con ulteriore fango una storia in cui il fango sparso era quello necessario alla sopravvivenza di ogni prsonaggio.
Spoiler: mi riferisco alla scena del vicolo con i tre baldanzosi amici e le tre prostitute, e sulla stessa scia di squallore, l'indecente e insano prurito del cocchiere. Ecco, queste due scene mi hanno fatto pensare a quei film, anche storici, che si fanno chiamare filmoni, che ogni tanto per tenere sulla corda lo spettatore ci infilano un evento trash, porn o inumanamente crudele che forse non è mai successo nella storia del mondo, ma che ti vendono come amara verità. Per me questi film sono robaccia, ma per non uscire completamente fuori tema:
SUCCO DEL MIO COMMENTO:
il libro è straordinario e lo riconsiglio a tutti, ma se il signor Faber ci impiegava 9 anni invece di 10, e scriveva 700 o 800 pagine invece di 1000 era pure meglio. concedetemela:D

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ama i romanzi in costume, a chi ama fantasticare su epoche diverse, a chi è curioso. E a chi ha tanto tempo da dedicare alla lettura.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore
Il miele e l'amarezza
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
Vita in vendita
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello