Dettagli Recensione

 
Mercurio
 
Mercurio 2012-09-05 18:06:16 Lady Libro
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    05 Settembre, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un uccellino in gabbia

C'è un'isola con un castello privo di specchi e con finestre irraggiungibili.
Lì vive un anziano capitano con la sua giovanissima amante Hazel.
Hazel, che si crede deforme, combattuta tra la gratitudine e la repulsione che il suo amante/salvatore le ispira, divisa tra la paura di affrontare il mondo e un segreto desiderio di essere libera.
Tutto cambia quando arriva Françoise Chavaigne, un'infermiera chiamata per curarla.
Il piccolo uccellino in gabbia che Hazel è sempre stato, comincia a cinguettare allegramente, sbattendo frenetico le ali e saltellando sul trespolo della sua prigione, consapevole che qualcuno le sta aprendo una porta che finora lei credeva inesistente.
Fin dal primo istante si sviluppa un forte legame tra le due: un'amicizia profonda e devota che Hazel non pensava di poter più provare.
Perchè Françoise è il Mercurio del romanzo. Se l'antico dio greco proteggeva i medici, i mercanti ed era il messaggero degli dei, l'infermiera è nata sotto la stella della divinità, essendo messaggera di salvezza fisica e spirituale...

Che dire di questo libro? Leggero come un soffio di vento e di una bellezza delicata e fragile quanto il vetro...
Grazie ai lunghi dialoghi (assolutamente onnipresenti nello stile Nothombiano) l'atmosfera varia di continuo: si passa dalla suspense più profonda, al mistero, alla follia, all'amore, alla solitudine, indignazione, rabbia... E anche alla tenerezza.
E'splendido vedere quanto una persona possa sembrare importante per qualcuno, anche per un motivo apparentemente semplice e banale.
Ci si rende veramente conto del valore dell'amicizia, un valore purtroppo a volte usato come un vestito che un giorno lo si indossa poi mai più.
E'incredibile quanto delle semplici linee d'ebano come le parole possano regalare un mondo, un qualcosa di bello che non si dimenticherà mai.
Non è semplice spiegare parole con altre parole. Ancora di più spiegare un intero universo con le parole stesse.
Cosa sono gli aggettivi, in fondo? Dei limiti. Delle catene. Una prigione. Non bastano a descrivere l'indescrivibile.
Il logos porta bellezza nella psiche umana, ma è anche un temibile e spietato carceriere che impedisce di provare le stesse emozioni tra persone, a meno che, appunto, uno non le sperimenti da sè, leggendo quelle parole, dolci e temibili portatrici di piacere.
L'originalità e più della metà dello splendore di "Mercurio" si trovano nei due finali del romanzo: indecisa fra il lieto fine o un finale triste... Be', la Nothomb li ha inseriti tutti e due!
Ognuno può interpretare e apprezzare a modo suo il libro grazie anche a queste due conclusioni, ed è proprio questa una delle cose che più mi sono piaciute.

Trovi utile questa opinione? 
260
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

7 risultati - visualizzati 1 - 7
Ordina 
Robbie
06 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Brava Cecilia, bellissima recensione!! :)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
06 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Bravissima Cecilia, l'hai scritta proprio di anima piu' che di penna.
Che finale hai preferito ? Il primo o il secondo ?
IO decisamente il secondo.
Ally79
06 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Bella Cecilia!!!!!Grande recensione!

06 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a tutti e tre =D
@Cub: a me è piaciuto di più il primo =) Sarà che io adoro le storie che finiscono bene, però il secondo finale mi è sembrato... come dire... un po' buttato lì. Un po'forzato e troppo costruito, anche se devo ammettere che si avvicina molto di più del primo allo stile della mitica Amelie =)))
A.
06 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
bella, davvero
Bravissima! ho apprezzato molto la tua recensione; ho inserito il volume nell'elenco per il prossimo acquisto.
In risposta ad un precedente commento

07 Settembre, 2012
Ultimo aggiornamento:
07 Settembre, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie Anna ed Ettore =))
7 risultati - visualizzati 1 - 7

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore