Dettagli Recensione

 
Il lupo della steppa
 
Il lupo della steppa 2013-01-12 13:46:01 AndCor
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
AndCor Opinione inserita da AndCor    12 Gennaio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un'indagine psicologica a tutto tondo

Scordatevi l'Hesse trasognato e lineare che ha scritto 'Siddharta' ed 'Amicizia'. Qui c'è una complessa analisi interiore sin dalla prima pagina del romanzo.

Lo stile è di un pedissequo inimmaginabile, ma Hesse utilizza in maniera straordinaria la tecnica dello 'stream of consciousness'.
I periodi sono allungati quasi fino all'esasperazione delle proposizioni, e bisogna ammettere che il 'lupo' riesce a compiere un'analisi impeccabile del suo Io, ma il punto più sorprendente si realizza nel tema della 'coerenza incoerente' del protagonista.

Il suo nome è Harry Haller ed il dualismo delle sue anime di 'uomo sociale' e di 'lupo istintivo' finiscono per annientarlo.
Sono rari i casi in cui le due parti riescono a convivere in una sorta di 'tregua fredda', ma nella maggior parte dei casi il suo Io è continuamente dilaniato dal continuo tentativo delle due personalità di emergere con prepotenza e ferocia sull'altra.
Ne deriva un uomo assolutamente consapevole del suo disagio esistenziale, ma non per questo incosciente e senza raziocinio. Anzi, riesce a mettere in campo tutto se stesso e lo analizza, con una lucidità che non ti aspetti, anche di fronte ai concetti dell'Amore passionale, del suicidio e della sociologia come entità a sè stante.

Il finale riprende la metafora del 'Flauto Magico' e non è assolutamente di comprensione immediata, perchè tutto il romanzo è costruito su più livelli di significato che lo rendono oscuro ed enigmatico se letto con superficialità e disattenzione. Tuttavia, è un capolavoro e deve essere letto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Bella la tua recensione, e il libro me lo segno di sicuro. Cos'è la metafora del Flauto Magico?
In risposta ad un precedente commento
AndCor
12 Gennaio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Cara Cristina,

posso solo dirti che la parte finale del romanzo è tutta giocata sulle rappresentazioni (reali o solo sognate?) del 'Flauto Magico' di Mozart. Non ti anticipo altro, rischierei di rovinarti parte del finale :)

Saluti, e Buona lettura.
In risposta ad un precedente commento
Cristina72
12 Gennaio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Ok, grazie del consiglio di lettura :-)
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri