Dettagli Recensione

 
Arancia meccanica
 
Arancia meccanica 2015-05-12 19:33:16 Valerio91
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Valerio91 Opinione inserita da Valerio91    12 Mag, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Libera scelta di essere uomini

Devo dire che “Arancia meccanica” è un libro arduo da recensire, anche se non saprei dirvi precisamente perché. Una cosa è però certa: è un libro da leggere. Assolutamente.
A chi mi parla di violenza gratuita, rispondo che per me la violenza gratuita è lo splatter, per esempio, e questo libro non lo è; questo libro usa la violenza come canale di trasmissione per un messaggio importante, un messaggio che probabilmente in altri modi non sarebbe passato, o almeno non in maniera così efficace.
Burgess ci porta nel mondo sanguinolento di Alex, un giovanissimo criminale a capo di una banda di teppistelli, amante di quella che nel contesto narrativo è violenza gratuita, ma che ribadisco non lo è per il lettore accorto. Alex è un personaggio unico e riusciamo ad immedesimarci nel suo essere grazie alla intelligente scelta stilistica dell’autore, che adopera lo stesso Alex come narratore, ma non solo, lo lascia esprimere del suo colorito gergo da strada, che inizialmente potrà sembrarvi arduo ma alla lunga si rivelerà di grande efficacia e facile comprensione.

“Arancia meccanica” è un manifesto a sostegno della nostra libertà di scelta. Ognuno di noi ha in mente un’utopica condizione per l’umanità, ma se questa utopia venisse imposta, resa realtà con la forza, sarebbe comunque tale?
Alex è malvagio, a dei livelli davvero inconcepibili, eppure sentiamo dentro di noi una sorta di ingiustizia quando quest’ultimo è costretto a privarsi di sé stesso, derubato della possibilità di scegliere tra bene e male. Alex non è più in grado di fare il male, ma nella sua anima nulla è cambiato, la sua mente malata rimane tale, soltanto condizionata in modo da non poter più nuocere e mostrarsi per ciò che realmente è. Eppure, per quanto quella mente possa essere orrida, privare un uomo della sua umanità è ancor più orrido, e cosa è stato fatto ad Alex, se non questo?
L’uomo è tale in quanto libero di scegliere. Se sbaglia va punito severamente, questo è certo, ma impedirgli di essere in un certo modo lo priva anche della possibilità di cambiare, di crescere, di migliorarsi. Ed è più puro un uomo buono per propria scelta, o un uomo cattivo costretto a fare il bene per non vomitare? Alex è un emblema, più efficace perché la violenza è una qualità che vorremmo tutti estirpare in un essere umano, ma la sua storia vuole gridarci che vivere in un mondo dove gli uomini sono condizionati ad essere in un certo modo, potrebbe anche dar vita una società utopica, ma quella società non sarebbe popolata da esseri umani, ma da “arance meccaniche”.
Ora corro a vedere il film.

"Un uomo che non può scegliere cessa di essere un uomo."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il mondo nuovo.
Fahrenheit 451.
1984.
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Valerio, il tuo commento è profondo. Io ho visto il film, ma non ho letto il libro. Pertanto non posso esprimermi sulle qualità letterarie del testo.
Ciao Emilio. Io di certo vedrò il film quanto prima, ma posso dirti che quest'ultimo ha tratto il suo successo da un'opera degna di nota.
meraviglioso commento, Valerio, che mi vede in pieno accordo con la tua valutazione del contenuto!
è un romanzo che va assolutamente conosciuto, al netto della scia lasciata dal film
Anche questo ritengo essere un romanzo che non dovrebbe mai mancare nella letteratura scolastica. Il film è ben fatto, ma il libro è un'altra storia! :)
In risposta ad un precedente commento
Valerio91
13 Mag, 2015
Ultimo aggiornamento:
13 Mag, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
@Silvia: Concordo con te, e al termine della lettura mi sono trovato anch'io d'accordo con la tua bellissima recensione. Non c'è nulla da fare, questo sito è oro puro, poter leggere le
Opinioni degli altri ci aiuta a cogliere tutte le sfumature, ed è bellissimo!
In risposta ad un precedente commento
Valerio91
13 Mag, 2015
Ultimo aggiornamento:
13 Mag, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
@Ransie: Come nella maggior parte dei casi direi! Anche se in molti mi hanno detto che questo è uno dei rari casi in cui il film risulta meglio riuscito... Però personalmente non posso ancora pronunciarmi in merito. Lo farò appena visto il film. Ciaooo
Io ho visto giusto le prime scene del film e ho spento. Mi era proprio insopportabile.
Da allora ho escluso anche il libro, probabilmente sbagliando.
Io ringrazio il cielo di non essere facilmente impressionabile. Avrei scartato a priori McCarthy, Arancia Meccanica e molto altro. Cosa mi sarei perso!
Nel film, Kubrick narra la storia di giovani attraverso un evidentissimo registro grottesco. Nel tuo bel commento al libro, che non conosco, mi pare che questo elemento sia molto meno evidente: mi sbaglio?
Il romanzo è incentrato tantissimo su Alex, e sulla possibilità di scelta tra bene e male. Certo, si coglie in certi momenti la voglia di soffermarsi sul processo di maturazione giovanile, ma in misura minore. Alex è il personaggio centrale, e i suoi scagnozzi si rivelano per poco tempo all'inizio, ma niente di più.
12 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Avere tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il girotondo delle iene
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Fairy Tale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il peso
La vita prima dell'uomo
Mao II
Il sale dell'oblio
La casa dell'oppio
Un circolo vizioso
Un'altra donna
Lo squalificato
I quaderni di don Rigoberto
Il lampadario
Carne e sangue
Casa di giorno, casa di notte
In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa
Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta