Dettagli Recensione

 
Martha Peake
 
Martha Peake 2015-12-17 11:56:24 Giu_Bi
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Giu_Bi Opinione inserita da Giu_Bi    17 Dicembre, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tanta azione, poco pensiero

“Martha Peake” narra la storia turbolenta di una ragazza coraggiosa, vittima di un padre dannato, che emigra in America ai tempi della Guerra d’Indipendenza svolgendovi un ruolo rilevante nelle vicende storiche del tempo. La storia di Martha e dello sfortunato padre Harry è narrata postuma, dal giovane parente di un uomo che intrattenne in passato misteriose relazioni con i due protagonisti.

La trama, di per sé piacevole, promette coinvolgimento e azione.
Leggendo “Martha Peake” m’imbatto in un McGrath decisamente inatteso rispetto ad altri suoi romanzi. Sembrano scomparire la finezza introspettiva e la tensione psicologica di “Follia” o “Trauma”, per lasciare spazio ad ambientazioni più esteriori, ricche di azione e avvenimenti.
Purtroppo il romanzo non mi ha favorevolmente colpita, complice forse una traduzione un po’ approssimativa in cui tempi e modi verbali, punteggiatura e veri e propri errori lessicali stridono – seppur occasionalmente – con una serena lettura. Nonostante le avventure narrate aspirino ad essere piuttosto travolgenti, la lettura procede un po’ a fatica.
L’espediente narrativo di affidare il racconto a un personaggio tanto lontano dalla vicenda non sembra funzionare. La narrazione risulta frutto delle inclinazioni e dei voli pindarici del narratore, al punto che la finezza nella descrizione di certi episodi appare proprio inspiegabile! L’estremo coinvolgimento emotivo del narratore appare, poi, un po’ artificioso, e finalizzato unicamente a veicolare un discutibile “colpo di scena” finale, in cui gli intenti dei personaggi risultano totalmente ribaltati.
Un ulteriore elemento di sconcerto è dato dalla disomogeneità nell’atmosfera del libro, che promette inizialmente di assumere cupe tinte gotiche, ma prende poi i caratteri del romanzo d’avventura, con la pretesa di includere importanti venature storiche che restano però appena abbozzate dai destini di pochi personaggi secondari.
La sensazione complessiva durante la lettura è quella di aver “perso dei pezzi”, per via di diversi salti concettuali che non si giustificano in un adeguato approfondimento psicologico dei personaggi, le cui azioni, emozioni e pensieri sembrano balzare qua e là in preda a una certa impulsività narrativa.

Nel complesso non si tratta sicuramente del romanzo che ho preferito, tra quelli dell’Autore.
La lettura non è spiacevole, beninteso, se approcciata con la leggerezza e la curiosità del lettore che vuole “vedere cosa succede”. Ho provato però una certa nostalgia per il McGrath capace di generare quella tensione psichica che incatena al libro dalla prima all’ultima pagina.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
siti
18 Dicembre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Molto chiara, grazie.
In risposta ad un precedente commento
Giu_Bi
18 Dicembre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te, se decidessi di leggere il romanzo mi farebbe piacere avere un confronto con un'altra opinione!
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri