Dettagli Recensione

 
Zero K
 
Zero K 2017-02-23 16:04:44 silvia t
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
silvia t Opinione inserita da silvia t    23 Febbraio, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ZeroK

Capita a volte di imbattersi in un libro richiamati dal suo autore, costretti a sfogliare le pagine nonostante l'argomento non susciti curiosità.
Con questo stato d'animo mi sono avvicinata a ZeroK di Delillo: la certezza della bellezza, l'incertezza dell'emozione.
Quella prosa che cattura, spinge a leggere ancora, ad abbeverarsi da quella fonte così che la storia entra dentro, attraverso la descrizione degli ambienti, asettici e freddi adatti a descrivere la morte, ma anche la nascita: la morte vista come cambiamento di stato e non come fine di tutto.
Sconfiggere la morte è senza dubbio il più grande dei sogni degli uomini, ma controllarla è forse più alla loro portata: così la sapiente penna di Delillo ci scaravanta in un futuro possibile, fatto di speranza rotta dalla certezza della perdita della persona cara; così che diviene difficile scegliere, una penosa speranza in cui cullarsi sperando di riabbracciarla o una rasseganzione data da due metri di terra sopra il suo corpo?
Molte sono le domande che ci si pone, molta l'empatia per ognuno dei personaggi che in modo magistrale interpretano il loro ruolo.
Solo questo basterebbe a fare di ZeroK un bellissimo libro, il tema trattato e lo stile usato, ma c'è di più: ci sono le caratterizzazioni che rendono tutto vivo, mobile, in divenire
Jeffrey, il protagonista, vive un vero e proprio percorso psicanalitico, nella non-morte della matrigna rivive la propria vita, il rapporto con la madre, col padre, con se stesso.
Un percorso difficile, reso ancora più pesante dal fardello della morte che incombe, la morte passata della madre, quella recente della matrigna e quella futura del padre.
Si rimane straniati nella lettura, tutto prende vita, si vedono gli enormi schermi con gli occhi di Jeffrey e sempre con i suoi occhi si intuiscono le persone cercando di dar loro un nome adatto, chiaro tentativo di voler conoscerle, di voler capirle, quando di comprensibile c'è ben poco.
Lo stile è perfetto, i tempi narrativi anche, il lessico ricercato e la traduzione direi ottima.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

68
23 Febbraio, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Silvia, bel commento, concordo nella tua giusta osservazione dell' avvicinarsi alla lettura del romanzo scavando in profondità oltre l' argomento principe e la superficie; trattasi di un vero e proprio viaggio nell' inverosimile che poi tanto non è , con temi etici, filosofici, psicoanalitici e della contemporaneità con una prosa mirabile e ricca Caru saluti Gianni
In risposta ad un precedente commento
silvia t
23 Febbraio, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
E' proprio stato un viaggio, un bellissimo viaggio che mia ha portata a pormi davvero tante domande. Il primo istinto è senza dubbio quello di voler rimanere sospesi in una non-morte in attesa del miracolo, ma per chi resta? qual'è la differenza? e poi anche per chi è lì ad aspettare quale futuro ci potrà essere? Insomma se davvero dovessi trovarmi in quella situazione, in una qualunque dei tre personaggi principali penso che avrei gli stessi dubbi e le stesse paure.
siti
23 Febbraio, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Mi confermi il desiderio,già suscitato anche da altre recensioni, di avvicinarmi a questo testo. Grazie per aver offerto il tuo punto di vista.
In risposta ad un precedente commento
silvia t
24 Febbraio, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Delillo è sempre un'esperienza bellissima, non so se sono riuscita a rendere bene l'idea di ciò che si prova leggendolo. Non è semplice, ma molto stimolante.
Gran bel commento, Silvia!
Anch'io mi rispecchio nel tuo approccio a De Lillo; per questo volevo sapere qualcosa in più su questo libro che ha raccolto opinioni alquanto eterogenee. La tua recensione è parecchio incoraggiante.
In risposta ad un precedente commento
silvia t
24 Febbraio, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Non ho approfondito molto la recensione per non annoiare, ma cisono davvero tanti piani di lettura, la caratterizzazione dei personaggi è davvero profonda e sfaccettata. La componente psicanslitica, l'influenza del padre sulle scelte e sul carattere del figlio e poi delle reazioni di questo alle scelte del primo sono di una verosimiglianza incredibile!
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa