Dettagli Recensione

 
La casa degli angeli spezzati
 
La casa degli angeli spezzati 2020-03-22 08:19:37 ornella donna
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    22 Marzo, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il mondo messicano

Luis Alberto Urrea, dopo essere stato finalista al premio Pulitzer con un documentario-reportage sul confine con il Messico, approda sulla scena letteraria con La casa degli angeli spezzati, un libro che è stato selezionato per il National Book Critics Circle Award. Un libro che racconta con perizia di particolari e perfetta conoscenza il mondo messicano, i suoi riti, le sue caratteristiche, i suoi rapporti con la società americana.
Dave Eggers lo ha così definito:
“Una delle saghe familiari più vivide e coinvolgenti degli ultimi vent’anni.”.
Racconta la storia della famiglia di Miguel Angel de la Cruz, detto Big Angel, che vuole finalmente festeggiare, con tutti i crismi dovuti, il suo compleanno, ben sapendo che può essere il suo ultimo, in quanto gravemente ammalato. Soltanto che sua madre, Mama America, ha deciso di morire. E’ conseguenza allora organizzare un funerale, anziché festeggiare. Così si ripercorre nei particolari il suo percorso di vita: il matrimonio, i figli, il rapporto, complicato e a tratti ostico, con suo fratellastro: Miguel Angel detto Little Angel, colpevole di avere troppo sangue americano nelle vene.
Un ottimo spaccato di vita americano, narrato con precisione e sapienza narrativa. Soprattutto consigliato a chi ama le saghe di famiglia, con una particolare eccezione: ambientati al confine tra Messico e America. Una lettura che induce alla riflessione, che invita ad una conoscenza più approfondita di un mondo altro, con:
“le sue gioie, i suoi lutti e gli scontri e gli amori.”
Di grande attualità, molto consigliato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Molto consigliato a chi voglia approfondire la conoscenza delle caratteristiche della cultura e del mondo messicano.
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Ciao Ornella, non sembra però un ottimo lavoro letterario nonostante i riconoscimenti.
mah... personalmente non mi ha entusiasmato molto. La prosa nulla di che, i personaggi così così... Solo la cultura e le tradizioni sono ben espresse ed evidenziate. anche il rapporto di odio con gli americani è messo ben in evidenza. Per il resto l'ho trovato abbastanza noioso.....
ciao
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri