Dettagli Recensione

 
Zero K
 
Zero K 2020-05-29 07:48:58 martaquick
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
martaquick Opinione inserita da martaquick    29 Mag, 2020
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

NON FA PER ME

Ero consapevole che Zero K fosse un romanzo particolare.
Ne ero molto incuriosita, anche se ero già stata avvertita che la scrittura di Don DeLillo potesse risultare un po’ pesante.
Ecco per me è stato proprio così alla fine.
Il romanzo è sicuramente interessante trattando temi controversi come la morte in crioconservazione, per poi rinascere nel futuro.
Purtroppo però a me non è piaciuto il romanzo, non mi hanno dato molto i protagonisti e ci ho visto più una sorta di analisi delle reazioni umane in base alle loro relazioni, piuttosto che una storia scientifica come potrebbe indicare la trama.
Credo di aver colto il lato giusto del romanzo però, anche se non l’ho apprezzato, i legami tra i personaggi e le loro situazioni di vita sono i veri protagonisti in Zero K.
Ross è un uomo ricco che investe in questo centro chiamato Convergence, in cui sua moglie Artis, gravemente malata, decide di farsi congelare in attesa di un futuro in cui ci sia una cura per la sua situazione.
Ross capisce di non voler vivere il resto della sua vita senza l’amata e decide di seguirla qualche anno dopo e ci viene raccontato il degrado dell’uomo che aspetta solo di poter raggiungere la sua amata.
Tutto questo narrato da Jeff, il figlio di Ross con la sua prima moglie.
Jeff ha una personalità strana, dovuta ad una infanzia vissuta sola con la madre, con un senso di abbandono da parte del padre, e un’età adulta ancora più incerta dopo la morte della prima e il percorso di conservazione del secondo.
Jeff ci racconta anche i suoi rapporti con la fidanzata Emma, che a sua volta è turbata dal comportamento del figlio adottivo, quindi la loro relazione viene sconvolta dalla scomparsa di quest’ultimo.
Tutto è legato, tutto è una reazione ad un comportamento altrui, tutto è una conseguenza.
Questo io ho colto dal romanzo e mi è piaciuto, il resto sinceramente no.

Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Marta, colgo la tua insoddisfazione per questo libro. Sicuramente di fronte a De Lillo le aspettative sono alte.
Il libro incuriosisce anche me, ma so che in letteratura, in arte, l'argomento conta pochissimo ; dipende dalla qualità letteraria, dalla profondità , dalla scrittura con cui è trattato.
Ciao Emilio, devo dire che mi aspettavo davvero tutt'altro. Non so se fa per me Don De Lillo ma sicuramente questo suo romanzo no...l'ho trovato pesante pur le sue 300 pagine scarse.
Ciao Marta, mi allineo al tuo pensiero: non mi è piaciuto. E nemmeno lo stile mi ha fatto impazzire, ok l'essenziale ma fin troppo, al punto che non mi ha suscitato la minima emozione.L'ho trovato un po' come un "compitino", chiedo venia agli ammiratori, perché nemmeno le parti introspettive mi sono sembrate all'altezza, anzi, mi ha dato l'impressione di un'accozzaglia in massime filosofiche sulla morte, sconnesse tra loro e senza un percorso in cui un pensiero matura e si sviluppa nella sua forma finale. Ovviamente impressione personale e di conseguenza soggettiva, può anche darsi che sia un gran bel libro e io miope.
E che sfortuna. Proprio ora che con David Forster Wallace ci avevo preso gusto e stavo pensando di buttarmi su Don De Lillo, leggo questi commenti poco lusinghieri. Mi consigliate un altro titolo dell'autore?
In risposta ad un precedente commento
martaquick
19 Giugno, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Molly, pienamente d'accordo con te.
Troppi pensieri, troppo poco approfondimento sui protagonisti, tanta "filosofia" che non lascia niente..
In risposta ad un precedente commento
martaquick
19 Giugno, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao io non ho letto altro di De Lillo!
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa