Dettagli Recensione

 
After
 
After 2016-01-08 10:06:19 Mian88
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    08 Gennaio, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

After #1 : meno 4.

Sin dalla più giovane età Theresa sogna il college, vive in funzione di questo. Ha un fidanzato, Noah con cui sta da diversi anni e un’esistenza perfettamente scandita dalle volontà della madre. Tutto quello che non è previsto ed apprezzato da quest’ultima è tassativamente vietato e percepito in malo modo. Non sorprende dunque che la vista di Steph, la compagna di camera dai capelli rosso fuoco e dai tatuaggi variopinti nonché dei suoi identici amici, sia avvertita quale condizione discordante rispetto agli insegnamenti che sino ad allora ha ricevuto.
Hardin, a sua volta super tatuato e percingato, è un giovane tenebroso, sufficientemente scorbutico e lunatico. Entrambi inizialmente si giudicano dall’aspetto scoprendo poi che sotto le apparenze si nasconde ben altro. Superfluo è dire che si innamorano.
Sinceramente? Da come me lo avevano descritto, e considerando che ho ricevuto l’intera saga in regalo, mi aspettavo molto ma molto di peggio. Il primo capitolo non presenta grandi elementi di novità rispetto ai romanzi appartenenti a questo filone: la ragazza “ingenuità fatta persona” c’è, il bellone problematico dagli incubi notturni anche, l’innamoramento improbabile non delude le attese, l’amaro in bocca finale per scrivere altri 4 volumi risponde all’appello ed è prevedibile così come la riconciliazione – che ci metterei la mano sul fuoco – non mancherà nelle prime pagine del secondo volume.
Stilisticamente il linguaggio è semplice e non particolarmente erudito. Gli elementi veramente disturbanti sono dettati dalla petulanza e dall’ingenuità della protagonista, caratteri che vengono evidenziati ed elevati all’ennesima potenza tanto da farla percepire da chi legge come inverosimile. Su Tessa è innegabile che la Todd si sia un po’ confusa, in una pagina è la descrive come la pudica ragazza bigotta di paese, nella successiva la vuol far passare come la testarda ed intraprendente giovane donna che liberatasi dalle angherie della madre dimostra chi è. Ora, anche no. E’ paradossalmente più concreto Hardin con tutti i suoi sbalzi d’umore, circostanze anche queste dettate dall’incapacità di manifestare i propri sentimenti e far fronte ai propri errori. Altro cavillo su cui mi viene da sorridere sono i presunti litigi di coppia tra i due basati spesso e volentieri su incomprensioni legittime – da imputarsi a Tess – per due persone che si conoscono appena e che dopo pochi mesi di frequentazione fanno passi da gigante che nemmeno coppie che stanno insieme da anni si sognerebbero di fare così su due piedi. Che poi liti, mi sembra un parolone. Somigliano molto più ai normalissimi bisticci che intercorrono in una relazione di coppia. Senza contare poi che se non fosse per questi il romanzo perderebbe anche quel minimo intreccio narrativo che ha. E’ l’unico carattere che di fatto rende plausibile il testo.
Altra riflessione concerne le opere classiche citate. Mi chiedo: ma è mai possibile che le autrici di romanzi di pseudo amore moderno non sappiano andare oltre a “Cime tempestose”, “Orgoglio e pregiudizio” e “Jane Eyre”? Siamo tutti d’accordo sulla bellezza ed indiscutibilità di queste, che sono l’eccellenza se si tratta di tali emozioni, ma cavolo, la letteratura – in particolare di formazione – è piena di protagonisti degni di nota, di storie di tenerezza e avvincente passione!!
Rispetto a quanto preventivato ed ipotizzato, non lo casso completamente se rivolto ad un pubblico giovane che ama sognare e che non si sofferma sulle incongruenze della scrittrice e lo sconsiglio per i più adulti che, per ovvie ragioni, non possono rispecchiarsi in Y/A simili.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
si = ad un pubblico giovane, che non ha tante pretese e non fa caso alle incongruenze proposte dall'autrice per tirare avanti una saga che poteva concludersi con molto meno e magari senza essere ridondante. Adatto inoltre all'adolescente desideroso di sognare, di farsi trasportare in un universo di primi amori e incomprensioni e che da poco si è avvicinato all'universo letterario.

NO = ai più adulti che per ovvie ragioni non possono rispecchiarsi in un romanzo del genere. Non nego di aver faticato nella lettura ne tanto meno di essermi ritrovata a prevedere i "fatti" che la Todd avrebbe di poi introdotto pagine e pagine prima del loro arrivo.
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Ciao Maria.
Il tuo commento è chiaro ed esaustivo. Mi pare che il libro abbia venduto molto, ma questo qualitativamente non significa nulla. Da come l'hai presentato , non è un libro che mi attrae.
In risposta ad un precedente commento
Mian88
08 Gennaio, 2016
Ultimo aggiornamento:
08 Gennaio, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Caro Emilio, sinceramente non è il genere di libri che attrae nemmeno me e se non lo avessi ricevuto in dono sicuramente non lo avrei mai letto. Mentirei se affermassi il contrario.
Non ti nascondo nemmeno che se mi sono dedicata alla lettura è semplicemente perché tengo alla persona che mi ha regalato in blocco l'intera saga e perché so che è stato un dono fatto col cuore, con le migliori intenzioni. ;-)
Ho iniziato la lettura sia dell'amante giapponese (anche questa ricevuta in dono per Natale e nel mentre approfitto per rinnovarti i miei complimenti per la recensione che facesti al tempo) nonché il secondo capitolo di After. Sono un po' perplessa su tutti e due. Del romanzo dell'Allende ho letto un'ottantina di pagine e in parte mi ha convinto, in parte no, di After 2 ho letto 153 pagine in nemmeno due ore (questo ti fa capire quanto sia leggero) e ho già capito come si concluderà. -.-'
Aspetto le tue recensioni sui libri che stai leggendo.
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caldo in inverno
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Ah l'amore l'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ragazza nuova
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'angelo di Monaco
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Universum. Cronache dei pianeti ribelli
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Anello di piombo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle voci
Valutazione Utenti
 
3.4 (4)
Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'avvocato degli innocenti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quantum
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
1.8 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri