Dettagli Recensione

 
Tutta la luce che non vediamo
 
Tutta la luce che non vediamo 2015-12-18 05:26:28 Mario Inisi
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    18 Dicembre, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il coraGGIO DEL CAPITANO nEMO

Questo libro mi è sembrato molto poco americano, quasi di gusto europeo per l'attenzione ai particolari e una certa ricerca di raffinatezza nello stile. E' un libro bello in cui la bellezza allontana un po' dal contenuto raffreddando la lettura benchè alcuni personaggi come Werner e la piccola Marie Laure sembrano fatti per entrare nel cuore del lettore.
Comunque alcune idee sono belle per esempio il paragone implicito con il capitano Nemo con la sua lotta coraggiosa di Davide contro Golia con i mostri marini che assomiglia alla lotta di Marie Laure e famiglia contro il mostro storico del nazismo.
Certamente il fatto che la ragazzina sia cieca rende il lettore molto più vicino a lei. Anche Werner, il bambino sedicenne mandato in guerra o il suo amico sono belle figure. L'idea di dare la colpa al diamante delle sfortune della ragazza/nazione non è male.
Però fondamentalmente l'ho trovato un testo un po' troppo bello e letterario e distante dalla storia che racconta. Più sensibile alla bellezza che al destino dei personaggi con l'eccezione di alcune pagine su Marie Laure.

"Quando torno leggiamo. Lo finiamo insieme."
Lei cerca di imporre alla mente di riposare, di imporre al respiro di rallentare. Cerca di non pensare alla casetta che adesso sta sotto il suo cuscino e all'enorme peso che contiene.
"Etienne" sussurra, "ti ha mai dato fastidio il fatto che siamo venuti qui? Che mi hanno mollata a te e tu e madame Manec mi avete dovuta accudire? Ti è capitato di pensare che io avessi portato un meledizione nella tua vita?
"Marie Laure" risponde lui senza esitare. Le stringe una mano con entrambe le sue. "Sei la cosa più bella che sia mai entrata nella mia vita."
Sembra che nel silenzio si stia accumulando qualcosa, una marea, un frangente che drizza la cresta. Ma Etienne si limita a dire per la seconda volta:"Riposa e quando ti sveglierai sarò tornato" e lei conta i passi che scendono le scale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Ben poco americano : può anche essere un complimento, oltre che un dato di fatto.
Ciao Mario.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
19 Dicembre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Io non volevo fare un complimento, adoro la letteratura americana.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La gabbia dorata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le cose che bruciano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il macellaio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Almarina
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
La paziente silenziosa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La fine della fine della terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Semplicemente perfetto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Km 123
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Sangue e limonata. Hap e Leonard
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Il gioco degli dèi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il filo infinito. Viaggio alle radici d'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Guardando il sole
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri