Saggistica Fumetti Sempre pronti
 

Sempre pronti Sempre pronti

Sempre pronti

Saggistica

Editore

Casa editrice

Dopo l'enorme successo di Anya e il suo fantasma, torna Vera Brosgol con un delizioso libro, basato sulle sue esperienze di adolescente emigrata in America dalla Russia, e questa volta incentrato su un campo scout cui la protagonista non ha proprio nessuna voglia di partecipare. Divertente, tenero, commovente e spietatamente vero, Sempre pronti è un libro pensato per lettori adolescenti, ma che finirà per stregare anche il pubblico adulto, come già è successo con la sua opera precedente.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Sceneggiatura 
 
3.0  (1)
Disegno 
 
3.0  (1)
Originalità 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Sceneggiatura*
Disegno*
Originalità*
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Sempre pronti 2022-02-26 08:49:45 Pelizzari
Voto medio 
 
3.0
Sceneggiatura 
 
3.0
Disegno 
 
3.0
Originalità 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    26 Febbraio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Green-mini-bulli

Nonostante la copertina, è un fumetto monocromatico, ovvero tono su tono, verde-nero, con tante sfumature, ma sempre verde-nero. Questa scelta stilistica un po' stanca, mentre è molto azzeccata la scelta della fisionomia della protagonista. Una faccetta tonda che ispira subito simpatica ed anche senso di identificazione. La storia si svolge in un campo estivo ed è azzeccata per quegli adolescenti che hanno qualche difficoltà relazionale, che sono vittime di qualche scherzo (senza andare ad interferire con la sfera del vero e proprio bullismo, che è ben altra cosa), che sono alle loro prime esperienze di indipendenza “estiva”, con le loro prime vacanze lontani dalla famiglia. E’ una storia indicata anche per chi, un po' più adulto, ricorda con il sorriso quei primi momenti di libertà ed anche per chi li ricorda con un po' meno nostalgia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Nonostante tutto
Due figlie e altri animali feroci
Sono ancora vivo
Cinzia
La guerra di Catherine
Jonas Fink. Una vita sospesa
Green Manor
La terra, il cielo, i corvi
Sempre pronti
Taglia e cuci
Niente da perdere
Pelle d'uomo
Stelle o sparo
La tettonica delle placche
Non è te che aspettavo
Non stancarti di andare