Un caso di coscienza Un caso di coscienza

Un caso di coscienza

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Se si volesse inquadrare in un genere questo lavoro di Lalla Romano si potrebbe ricorrere alle stesse parole dell'autrice, laddove lo definisce un "resoconto" piuttosto che un racconto. È la storia di Mimma Capodieci, insegnante, collega dell'autrice in una scuola media femminile, cui il tribunale ha tolto un figlio perché, per motivi religiosi, si è rifiutata di acconsentire a una trasfusione di sangue. È questo il caso di coscienza di Lalla Romano che, prese le parti della collega, non solo testimonierà in suo favore al processo, ma la difenderà appassionatamente nell'ambiente della sua scuola, chiuso e bigotto, ma non privo di personalità memorabili.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Un caso di coscienza 2015-02-23 08:28:01 Mario Inisi
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    23 Febbraio, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un caso non facile

Anche di questo romanzo la cosa più interessante è lo stile perché nell'affrontare il contenuto Lalla è abbastanza sbrigativa e "femminilmente" superficiale, a differenza che nell'approccio stilistico.
Bisogna dire che la storia è molto piacevole da seguire e ben scritta. Una professoressa, lasciata dal marito con figli a carico, si vede minacciata di perdere il lavoro oltre che il figlio a causa dell'interessamento molesto di una assistente sociale. La donna è testimone di Cristo (una specie di Testimone di Geova) e come loro ha fatto opera di proselitismo (blanda) nella scuola, urtando la sensibilità delle colleghe cattoliche e ortodosse. Questo è il punto di vista della ribelle Lalla che avendo simpatia per la collega archivia come stupide le preoccupazioni delle colleghe e si schiera dalla sua parte senza voler sapere nulla della questione (a detta sua). Colpisce la superficialità con cui non affronta il punto cruciale della storia: la donna ha rifiutato una trasfusione al figlio. Lalla pensa che le trasfusioni facciano male e le questioni mediche non la interessano. Mah! L'attenzione che mette nello stile e nella prosa è compensato dalla superficialità che mette nel contenuto: come non ti interessa la trasfusione? Ma non è il cuore del problema?
A me questa donna continua a non piacere. Vuole essere sobria e razionale solo su questioni superficiali come lo stile e poi il nocciolo della questione non lo affronta. Comodo.
Facile dire che solo lei ha colto la nobiltà d'animo della collega mentre tutte le altre...
Meno male che il giudice ha deciso nel modo migliore rendendo il pargolo alla madre dopo averglielo tolto per il tempo necessario a salvargli la vita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Parole nascoste
Ricordatemi come vi pare
Il fuoco che ti porti dentro
Il dolore non esiste
Dare la vita
Come d'aria
Tempesta
Vecchiaccia
Stirpe e vergogna
Proust e gli altri
Una persona alla volta
I due palazzi
Scottature
Al giardino ancora non l'ho detto
Il lato fresco del cuscino
Senza