Next Next

Next

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Michael Crichton fonde in maniera originale le sue invenzioni narrative alle nuove frontiere della biotecnologia. Ci fa entrare in un mondo dove nulla è più come sembra. Next dimostra che il nuovo mondo genetico può sorprendere in ogni momento, cambiando le vite degli individui. L'incontro e lo scontro tra le nuove frontiere della scienza e la nostra esperienza quotidiana sfidano il nostro senso della realtà, con invenzioni ora comiche ora bizzarre, ma più spesso terrificanti.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0  (4)
Contenuto 
 
2.5  (4)
Piacevolezza 
 
2.3  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Next 2013-07-21 12:39:17 Todaoda
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Todaoda Opinione inserita da Todaoda    21 Luglio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

solo l'ultima parte

Libro particolare, non eccezionale. Non è infatti un romanzo con un unico protagonista e una trama ben definita, ma un miscuglio di episodi bene o male tutti collegati tra loro, purtroppo più male che bene. Le finte review scentifiche sono piuttosto stucchevoli e anche il mal celato tentativo di far passare alcuni eventi e scoperte come reali quando in realtà sono chiaramente frutto dell' immaginazione dell'autore non è da meno. Alla fine viene fuori una via di mezzo tra un romanzo di fantascienza e un finto saggio scientifico. Il problema però è che quella del romanzo è fantascienza di 30 anni fa, quella del saggio e scienza che ha ben poco a che vedere con la realtà e lo stratagemma di farlo sembrare un saggio di divulgazione scientifica, e dunque conferirgli una sorta di indimostrata veridicità, è in realtà un' arma a doppio taglio poichè il lettore il cui campo lavorativo non è la ricerca, sicuramente rimane affascinato dagli ambienti descritti nel libro (per quanto troppo stereotipati) ma rischia anche di farsi una cattiva, se non pessima, idea del mondo scientifico e della gente che vi lavora.
L'unica parte degna di nota sono le conclusioni finali, conclusioni non direttamente collegate al romanzo ma riguardanti temi reali e problemi legislativi americani legati alla ricerca medica e genetica. Conclusioni però che a uno del settore possono anche interessare ma ad uno che non si intende di queste cose non fanno altro che aggiungere altri trenta minuti di noia alla fine del romanzo.
Detto questo va comunque riconosciuta l'abilità dello scrittore che, pur non trattando nulla di particolarmente interessante e nuovo, riesce a conquistare il lettore grazie all'esposizione semplice e chiara di alcuni argomenti solitamente piuttosto ostici da comprendere ai "non addetti ai lavori", ma anche qui sto parlando solo dell'ultima parte.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Next 2012-10-02 19:47:57 alexmai
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
alexmai Opinione inserita da alexmai    02 Ottobre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Giggi er trottola

Ho appena finito di leggere Next, di Michael Crichton. Una girandola di eventi apparentemente slegati tra loro, di quelli che se li scrive un esordiente gli tirano il manoscritto addosso ma che un mostro sacro come Crichton può tranquillamente estrarre dal cilindro, porta questa storia al pirotecnico finale. In mezzo, tanti motivi di riflessione sulla bioingegneria genetica. Molto interessante, anche solo come spunto di ricerca. Probabilmente ne uscirebbe un bel film!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Next 2012-09-10 07:52:12 Baba
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Baba Opinione inserita da Baba    10 Settembre, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

biotecnologia questa sconosciuta...

Conosco poco della scrittura di Michael Crichton: ho letto questo libro affascinato dall'argomento (biotecnologia) e nella speranza che fosse intrigante... Beh, parere personale.., sono incappato in una storia in bilico tra la rivista scentifica, la polemica e il tentativo di creare personaggi (e strani animali parlanti...) senza ne capo ne coda. Probabilmente l'intento dell'autore era quello di mettere il lettore a conoscenza di un'argomento difficile che ha delle implicazioni nel mondo reale e prossimo forse inquietanti ma secondo me non ci è riuscito: pappagalli e scimmie parlanti volevano attirare il lettore all'interno di questo sconclusionata racconto. Certo non è scritto male ... ci mancherebbe da un'autore da bestsellers.... ma non consiglio questa lettura, credo che Chichton abbia scritto di molto meglio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Next 2009-04-03 11:57:06 Mastro M
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da Mastro M    03 Aprile, 2009

fantascienza o polemica?

Fantastico Crichton. riesce ad inserire in un romanzo documentari importanti, dettagliati e realistici riguardo a tematiche che già ci riguardano o lo faranno a breve. Ho letto questo libro dopo aver letto PREDA. ma trovo quest'ultimo notevolmente superiore all'erede in quanto a trama, storia, racconto. In Next la storia, seppure riesce a descrivere con dettaglio lo scenario che gli ultimi programmi genetici ci prospettano, racchiude il tutto un una serie di storie che trovo banali, scontate. In definitiva si puù prendere questo libro come un saggio, non come un romanzo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri