Narrativa straniera Fantasy The Restorer. La signora dei cimiteri
 

The Restorer. La signora dei cimiteri The Restorer. La signora dei cimiteri

The Restorer. La signora dei cimiteri

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice
Sono Amelia Gray e restauro cimiteri. Sono condannata a poter vedere i morti, ed è un’esperienza angosciante. Hanno fame di vita. Per questo non li posso guardare, non devo far loro capire che li vedo, o sono perduta. Ultimamente però tutto è diverso. È accaduto qualcosa nel cimitero di Oak Grove, dove sto lavorando, qualcosa che va oltre la semplice violenza, che coinvolge i vivi e i dannati. Ho paura, perchè il senso di tutto ciò mi sfugge. Sono sempre più confusa, sopraffatta dalle circostanze e da un mistero che, invece di sciogliersi, pare diventare più fitto e più oscuro. Spero di trovare delle risposte, prima che tutto ciò possa uccidermi.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 9

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.8  (9)
Contenuto 
 
3.8  (9)
Piacevolezza 
 
3.9  (9)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
The Restorer. La signora dei cimiteri 2017-11-13 17:39:20 Elisabetta.N
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Elisabetta.N Opinione inserita da Elisabetta.N    13 Novembre, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ghost whisperer

lo ammetto, ho compreto questo libro perchè adoro la serie ghost whisperer!
Attretta dalle similarità non potevo che provare a leggere questo libro dove Amalia, restauratrice di cimiteri per professione vede i fantasmi.

Ma questa storia è di più. Infatti non ci sono solo fantasmi, ma un assassino in carne ed ossa che va fermato ed Amelia verrà chiamata ad assistere il bello e tenebroso polizziotto per risolvere il mistero.
L'ho detto che il polizziotto è perseguitato?

La trama, come potete leggere, è accattivante e per niente scontata. Mi piacciono questi fantasmi che hanno molto poco in comune con Casper!
Posso però dire che avevo in parte intuito il colpevole...

Stile scorrevole, ti trasporta velocemente nella routine di Amalia che in breve tempo verà sconvolta completamente.

Mistero risolto, ma storia incompleta.
Leggere il secondo libro della serie è quasi un dovere!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2015-11-23 17:46:22 cuspide84
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
cuspide84 Opinione inserita da cuspide84    23 Novembre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA SIGNORA DEI CIMITERI

Amelia è una restauratrice di cimiteri, il suo lavoro la porta nei luoghi più tristi, più dolorosi e più ricchi di ricordi, nostalgia, rimorsi e sensi di colpa... il suo compito è quello di ridare vita alle pietre, ai simboli che sono stati messe a memoria eterna.

Amelia ha un dono, fin da bambina riesce a vedere quello che nessuno può vedere, fantasmi, esseri che hanno vissuto una vita nel nostro mondo e che dopo la morte non si sono arresi e per un motivo o per l'altro sono ancora in questa dimensione, alla ricerca di giustizia o alla ricerca di qualcuno che possa aiutarli ad andare oltre... alla ricerca di persone come Amelia.

Nel primo di una trilogia che si preannuncia molto interessante, la nostra protagonista si ritrova coinvolta nelle indagini per un omicidio, a dire il vero, all'inizio il ritrovamento del cadavere non fa presagire niente di particolarmente terribile, pare anzi la risoluzione di un vecchio caso irrisolto, i problemi veri iniziano quando i cadaveri cominciano ad essere più di uno, quando gli stessi vengono ritrovati sotto lapidi che riportano frasi che qualcuno ha trascritto fedelmente sul blog gestito da Amelia stessa...

Cosa nasconde l'affascinante Devlin? Che cosa c'è di tanto strano nel passato del padre di Amelia? Che cosa vuole da lei il fantasma di un poliziotto morto in servizio?

Queste e tante altre domande troveranno risposta in The Kingdom? Chissà...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2013-02-11 07:05:01 aeglos
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
aeglos Opinione inserita da aeglos    11 Febbraio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ALLA SCOPERTA DEI SIMBOLI

Un altro bel libro sul paranormale; non solo mi ha colpita la copertina, ma anche la trama, fin dal primo istante! Un libro decisamente descrittivo,gotico, quasi un documentario sui vari simboli funebri, simboli che si trovano sulle tombe, particolare che mi ha fatto veramente piacere leggendolo! Ho imparato tante cose nuove sull'argomento cimiteri! La descrizione dei paesaggi e dei vari personaggi è sicuramente, dal mio punto di vista, il pezzo forte di questo libro perchè sa creare al meglio l'atmosfera giusta del paranormale, tanto che alle volte è capace di far venire i brividi! Anche la storia (che sicuramente ha un continuo) mi è apparsa piacevole, interessante e coinvolgente allo stesso tempo! Non è un libro alto, si legge in fretta, sia per le poche pagine, ma anche per la scorrevolezza del modo di scrivere dell' autrice! Forse, l'unica pecca, è il ripetersi ogni tanto della fase innamoramento lei/lui, un pò troppo per i miei gusti....Sempre a chiedersi se è il caso di stare con lui, chissà lui cosa prova per lei...etc.....ma questo è un dato per me tralasciabile, talmente ero presa nella storia. Attendo con ansia il continuo tradotto in italiano!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
ETERNA o altri libri su storie paranormali!
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2013-01-30 14:31:37 Claire
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Claire Opinione inserita da Claire    30 Gennaio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La restauratrice di cimiteri

Questa storia mi ha tenuta incollata alle pagine in un modo convulso, eppure arrivata a mezzanotte dovevo chiudere il libro e andarmene a letto perché l'inquietudine che mi accompagnava nella lettura di questo libro diventava troppa.
Non preoccupatevi però il libro non è un "horror" in senso stretto, ciò non di meno è una lettura che inquieta, e per tutto il libro c'è questo filo di tensione che vi accompagnerà.
Amelia è un personaggio femminile che fin dalle prime pagine mi ha catturata, sia per la sua capacità di vedere i fantasmi, sia per la sua passione e la sua dedizione nel lavoro che fà , che francamente è un pò macabro (almeno per quel che mi riguarda !).
Amelia infatti restaura cimiteri, ovvero avete presente quei vecchi cimiteri in stile gotico, che andavano tanto di moda nell' 800 ?
Quelli pieni di statue di angeli , anche un pò inquietanti che fortunatamente oggigiorno sembrano superati !
Inoltre fin dall'età di 9 anni ha il dono o maledizione come dir si voglia , di vedere i fantasmi, stesso dono che condivide con il padre e che per altro è un personaggio così chiuso e misterioso che in questo libro sappiamo davvero troppo poco di lui.
A questo proposito non ho ben capito alcune cose, visto che Amelia è stata adottata non è davvero troppo strana la coincidenza che i due condividano lo stesso dono ?
Mah !? ne sapremo sicuramente di più nei prossimi libri mi auguro.
Ma ritorniamo alla storia, mentre Amelia sta lavorando nel cimitero di Oak Grove, viene ritrovato un cadavere di una giovane donna , e da allora la vita di Amelia si fa pericolosa, soprattutto perché a seguire le indagini è lo strano, ambiguo, affascinante, misterioso e tormentato John Devlin , che rappresenta per Amelia forse il pericolo più grande perché Devlin è colui dal quale dovrebbe scappare a gambe levate, visto che è uno di quegli esseri umani sempre accompagnato da due fantasmi , quello della moglie e della figlioletta morti in un incidente stradale anni prima.
La storia ha un leggero risvolto romantico, ma è ben poco rispetto al lato giallo della storia. E' infatti quest'ultimo a prendere il sopravvento e che rende il libro una lettura appassionante.
Ci sarebbero moltissimo aspetti da analizzare in questo libro, e che sono rimasti quasi senza spiegazione , ma nonostante tutto mi sono appassionata moltissimo .
In questo specifico caso per esempio l'identità dell'assassino non è stata poi questo grande mistero perché l'avevo già intuita, ma assieme ad Amelia rimaniamo basite dallo scoprire le cause che hanno portato il killer ad uccidere in quella maniera macabra. Ed è questo l'aspetto inquietante, come per altro anche le indagini che si ritrova a fare la stessa Amelia , fra tombe, epitaffi , fantasmi , strani sogni e tunnel segreti.
Sono certa che molti di voi apprezzeranno proprio come me questo libro, e soprattutto io non vedo l'ora di poter leggere i successivi libri perché davvero tante e troppe cose sono rimaste in sospeso.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2012-12-05 08:36:21 Amarilli73
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    05 Dicembre, 2012
Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra luoghi infestati e malvagi

A nove anni Amelia Gray vede il suo prima fantasma e impara dal padre le regole fondamentali per proteggere sé stessa dal mondo delle tenebre: primo, mai ammettere la loro presenza. “Non guardarli, non rivolgere loro la parola, non permettere che intuiscano la tua paura”. Secondo, non allontanarsi mai troppo dal terreno consacrato. Regola numero tre: stare alla larga da chi è accompagnato dai fantasmi, ovvero dai posseduti. E infine, la regola numero quattro: “Mai sfidare il destino”.

A ventisette anni Amelia è divenuta una nota restauratrice di camposanti abbandonati e dimenticati, e nel tempo libero gestisce il blog “Scavare tombe”, in cui si incontrano gli individui che amano i cimiteri e il malinconico mondo che attornia sepolcri, urne e lapidi in genere. La cosa non è poi così macabra come può ben sembrare, visto che questi ambienti hanno dato vita già in passato a una fiorente letteratura, una specifica architettura, nonché studi di simbologia e di interpretazione degli epitaffi. Anche questa è un’arte, e Amelia la esercita al meglio, come “Signora dei cimiteri”.

Il suo ultimo incarico è mappare e restaurare l’antico cimitero di Oak Grove, per conto di una prestigiosa università privata di Charleston.Solo che, tra tanti manufatti mortuari, nel cimitero spunta un corpo… molto più recente: una giovane donna assassinata e ritrovata proprio accanto al punto in cui Amelia era intenta a scavare tra fango e terra.
Ben presto Amelia scopre che quel cimitero racchiude ben altri segreti: una lunga fila di oscuri delitti, riunioni spiritiche di una confraternita supersegreta della vicina università (l’Ordine della Bara e dell’Artiglio), fantasmi che si manifestano e che si celano, persone che sanno molto e nascondono molto, e qualcosa di ancor più inquietante, una presenza innominabile che si aggira nei boschi.

Anche se Amelia vive in una dimora protetta, dove le forze oscure non possono arrivare, sa che sarà comunque in pericolo ogni volta che si troverà in un tempo di mezzo e in un luogo di mezzo. Sulla sua strada, per aiutarla o forse no, c’è un poliziotto bello e cupo, e pure lui posseduto da due fantasmi. Stavolta Amelia rischierà davvero di infrangere tutte le regole pazientemente insegnatele da suo padre.
Ma chi è veramente suo padre? E perché restaura con tanta devozione gli angeli di Rosenhill?
E, soprattutto, chi è veramente Amelia?

Amanda Stevens scrive con uno stile accattivante, e The Restorer si legge in velocità.
La sua più grave pecca, però, è che rimane una lettura piena di incertezze. Si ha come l’impressione che la Stevens non sia riuscita a decidersi su quale genere affrontare: forse il paranormale, ma non solo, forse il thriller, ma da questo punto di vista il finale è assai deludente, forse il romance, ma non c’è vera passione tra i protagonisti.
C’è un po’ di tutto, ma tutto è molto accennato, in un mix gradevole che però non lascia pienamente soddisfatti. Anche se è evidente la volontà di abbozzare ambienti e personaggi per un proseguo della serie (per ora, è uscita una trilogia più un prequel), trovo che un po’ più di coraggio già in questo primo libro non avrebbe guastato.

Trovi utile questa opinione? 
220
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2012-09-05 14:42:48 Mephixto
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Mephixto Opinione inserita da Mephixto    05 Settembre, 2012
Ultimo aggiornamento: 06 Settembre, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fumo negli occhi ..

Ero li tra gli scaffali, ho visto la copertina con la foto di un angelo in marmo... mi sono lasciato convincere... che errore madornale !
Il libro comincia bene diciamo le prime 50 pagine poi il tutto si riduce in : Mi piace lo sbirro ? si mi piace.... ma non posso. L'altro argomento è, Piacerò allo sbirro tenebroso e affascinante ? speriamo di si ma non posso andarci perche è dannato ... Oh dio come farò sono tutta un fremito ...
Non c'è un colpo di scena, circa ogni dieci o quindici pagine ribadisce la sua angoscia dovuta a questa sua condanna ? dannazione? dono ? di cosa parliamo ? (la possibilità di vedere le anime dei defunti al crepuscolo e durante la notte )
Insomma l'idea è buona ma tutto i resto manca.
Manca il coinvolgimento, manca la coerenza investigativa, manca il realismo (non che creda ai fantasmi ma diamine cerca almeno di provare a convincermi).
Com' è scritto ? in modo banale a mio avviso... si certo sono le memorie di questa pesudo-medium che ha il potere di vedere le anime dei defunti che non vogliono "passare" oltre, ma quanto tempo dopo sono state scritte queste memorie ? Amanda... se vuoi usare un artefizio letterario perfavore usalo bene
Amalia la protagonista restaura cimeiteri, così come il padre. Praticamente una vestale delle tombe. che a seguito del ritrovamento di un cadavere nel cimitero in cui lavora conosce e si innamora di un posseduto, lo sbirro di cui sopra (ma guarda tu che strano un posseduto, figo e tenebroso tormentato da un passato drammatico)
Il finale sta in piedi con la colla (vorrei andare oltre ma nel malaugurato caso che qualcuno voglia leggerlo gli risparmio gli spoiler) tutto raffazzonato e confuso senza ne arte ne parte.
Quindi tutto sommato posso dire che:
E' un Harmony vestito da paranormal thriller, lo sconsiglio vivamente.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2012-08-10 07:36:37 Yoshi
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Yoshi Opinione inserita da Yoshi    10 Agosto, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La signora dei cimiteri

Amelia da quando aveva 9 anni ha il potere di vedere i fantasmi, dono che le è stato tramandato dal padre.
Proprio lui la inizierà a questo mondo con delle regole che dovrà assolutamente rispettare per creare un muro fra lei e le anime dei morti. Solo per sopravvivenza, perchè questi hanno il potere di risucchiare tutta l'energia dell'umano, rendendolo a poco a poco un involucro vuoto che cammina e respira.
Amelia, come accade a chi ha un particolare potere, sarà costretta a costruirsi un muro intorno per proteggersi sia dai vivi che dai morti, rintanandosi nel suo lavoro di restauratrice di cimiteri.
Quando però, si troverà alle prese con il cimitero storico di una famosa università, sarà costretta ad abbattere questo muro e a infrangere alcune regole impostegli dal padre per poter collaborare con la polizia ad un caso piuttosto macabro, collegato ad altri inquietanti avvenimenti che la metteranno in pericolo.

E' il classico libro da leggere, secondo me, in aututnno o inverno, quando fuori piove o c'è vento e gli alberi sono spogli e tetri e tutto ciò che si dovrebbe fare è stare sotto le coperte con un bel thriller fra le mani da leggere tutto d'un fiato.
Ahimè, questa possibilità me la sono giocata a causa di una smodata curiosità per il titolo, la trama e la copertina ma devo ammettere che nonostante tutto mi è piaciuto molto.
Sappiate che è il primo di 3 libri quindi aspettatevi pure cose lasciate in sospeso, misteri non svelati... Cose che comunque aumenteranno la criosità nell'acquisto al secondo libro.
Qui troviamo un po di tutto amalgamato molto bene e senza cadere nel banale: thriller (di quello che ti tiene sulle spine), azione, amore, scene erotiche, sette pericolose e spiriti maligni (che tutto sommato non sono poi così maligni!!).
Si nota la passione smodata della scrittrice per i cimiteri e i significati simbolici, tanto che per un momento ho invidiato il lavoro di Amelia, così misterioso e malinconico al tempo stesso......
Mi piace la scrittura che è scorrevole e fluida, inquietante e penetrante.
E' riuscita a ricreare quelle sensazioni antiche ma allo stesso tempo moderne, gotiche e misteriose senza perdersi troppo in descrizioni dettagliate e fuorvianti.
Insomma, ha preso un argomento e lo ha modellato su misura per i curiosi e per gli ignoranti in materia come la sottoscritta.
Lo consiglio vivamente a chi ha voglia di qualcosa di diverso, gotico/thriller all'ennesima potenza per nulla scontato e pieno di colpi di scena.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2012-08-03 17:27:01 Lady Aileen
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lady Aileen Opinione inserita da Lady Aileen    03 Agosto, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attenti ai fantasmi

The restorer è il primo volume di una nuova trilogia che ha per protagonista Amelia Gray (la storia è raccontata in prima persona ed è l'unico punto di vista), una donna con un lavoro singolare (restauratrice di cimiteri antichi) e un dono (o maledizione): riuscire a vedere i morti (meglio stare alla larga perché come parassiti ti succhiano via la vita. Stessa cosa vale per i "posseduti" ovvero le persone accompagnate da fantasmi). Sin da bambina ha appreso come doveva comportarsi e tutto sembrava andare bene, fino a quando non incontra il detective Devlin.
La storia è incentrata (almeno in questo primo volume) principalmente sul risvolto "giallo" ma non manca l'immancabile attrazione per l'uomo bello e tormentato.
A causa del suo "dono", Amelia è diventata una persona schiva, vive per il suo lavoro e per il suo blog. E' intelligente, piena di dubbi e insicurezze ma saprà come reagire. Per quanto riguarda Devlin è un uomo tormentato dai rimorsi, taciturno e molto serio.
Un romanzo ben scritto, scorrevole, con una trama intrigante, un'atmosfera spettrale e inquietante, la giusta dose di descrizioni e di tensione.
Aspetto decisamente interessante e orginale il modo in cui l'autrice ha descritto i fantasmi e il lavoro della protagonista.
Forse avrei speso qualche parola in più per il finale che risulta un tantino affrettato per i miei gusti però sono davvero curiosa di leggere il volume successivo, anche perché molte domande restano ancora senza risposta.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
The Restorer. La signora dei cimiteri 2012-07-18 07:48:39 AzureStrawberry
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
AzureStrawberry Opinione inserita da AzureStrawberry    18 Luglio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

The Graveyard Queen

Amelia ha nove anni quando, durante un pomeriggio passato ad aiutare il padre -custode di cimiteri-, vede il suo primo fantasma.
Il padre, che ha lo stesso “dono” ed è spaventato dalla sua curiosità di bambina, le insegna la regola più importante da seguire: non si deve far loro capire che li si può vedere.

«Quello che i morti desiderano di più di ogni altra cosa è fare di nuovo parte del nostro mondo. Sono come parassiti, che ci succhiano le energie, si nutrono del nostro calore.»

Non guardarli, non rivolgere loro la parola, non permettere che intuiscano la tua paura, neanche quando ti toccano.
Amelia è così costretta ad impararare fin da piccola a controllare i propri sentimenti e comportamenti, onde evitare che un fantasma possa accorgersi di lei, “catturarla” e tentare di possederla, risucchiandole l’energia vitale.
Sono poi altre le regole che, il padre le spiega, deve seguire.
La seconda dice: non allontanarsi mai troppo dal terreno consacrato. Come alcune porzioni di cimiteri o luoghi naturali che, con l’esperienza, Amelia avrebbe riconosciuto per istinto.
La terza: stai alla larga da chi è accompagnato dai fantasmi, sono un terribile pericolo per chi può vederli.
Regola numero quattro. Mai, mai sfidare il destino.
L’Amelia ormai cresciuta ha fatto sue queste direttive e la sua vita, come per il padre, sono diventati i cimiteri. Luoghi che le sanno infondere pace e tranquillità…a differenza delle persone che, per l’appunto, spesso sono accompagnate da ospiti indesiderati. L’amato lavoro di Amelia consiste nel restauro degli antichi cimiteri, quelli ricchi di storia e significati nascosti che lei riporta alla vita con passione, dedizione e cura finchè la loro antica gloria è stata ripristinata. E lo fa così bene da vernir chiamata “La signora dei cimiteri“.
Tutto cambia quando ottiene l’incarico di restaurare l’antico cimitero di Oak Grove a Charleston, città in cui da poco si è trasferita.
La bellezza del cimitero è innegabile, come lo è la quantità di lavoro che dovrà eseguire per sistemarlo, ma c’è anche qualcosa di strano che alegga tra le sue tombe.
Qualcosa di terribile e minaccioso.
La minaccia si concretizza qualche giorno dopo aver iniziato la mappatura fotografica del cimitero quando Amelia verrà contattata dall’affascinante ma tormentato detective John Devlin, al cui seguito Amelia vede una bellissima donna e un’altrettanto bella bambina, per il ritrovamento di un cadavere riaffiorato -a seguito di un recente acquazzone- in una delle vecchie tombe dell’Oak Grove.
Amelia verrà chiamata, quale esperta, a fare da consulente per la preservazione del cimitero, durante i lavori di esumazione del corpo da parte della polizia.
E non si renderà conto, finchè non sarà troppo tardi, di aver oltrepassato il punto di non ritorno verso quel mondo che da sempre ha cercato di evitare.

La magia di questo romanzo è nei cimiteri descritti dalla Stevens. In quel mondo silente che ci viene presentato come misterioso e spirituale, ricco di pace e tranquillità. Chiaramente parte integrante delle passioni dell’autrice, che lo presenta intensamente attraverso il personaggio di Amelia.
Un mondo del tutto sconosciuto a noi amanti del paranormal, che siamo stati abituati a ben altri ambienti, e che quindi ci ritroviamo con questo romanzo in una situazione nuova e affascinante.
Amelia, come Devlin e la maggior parte dei personaggi secondari, è una figura tormentata che deve ancora capire sè stessa e il mondo che la circonda e che dovrà lottare contro le consuetudini di una vita intera.
L’autrice ha poi saputo ben calibrare il filo della storia , che viene mantenuto teso per tutta la sua durata con una parte thriller veramente ben gestita, con l’inizio dell’evoluzione dei personaggi. Certo è che il romanzo è solo un’overture al mondo di The Graveyard Queen e resto sicuramente in attesa del seguito che, per nostra fortuna, conta “solo” altri due romanzi e quindi spero di poter leggere in breve tempo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La cercatrice di corallo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Parlarne tra amici
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Sorprendimi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini che restano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita riflessa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In
In
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Davanti agli occhi
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La sera a Roma
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Lo spirito della fantascienza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hotel Silence
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La grande truffa
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il diavolo nel cassetto
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri