Il ranch Il ranch

Il ranch

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


L'appassionante vicenda di tre amiche che dividevano la stessa stanza al college ma che poi, finiti gli studi, si sono perse di vista. Dopo anni, si ritrovano a trascorrere una vacanza in un lussuoso ranch del Wyoming. E' l'occasione per rinsaldare un legame rimasto forte a dispetto del tempo, ma anche per svelare antichi segreti, cancellare vecchie ferite e trasformare quei giorni, segnati da incontri inaspettati, in un punto di svolta delle loro esistenze.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
2.4
Stile 
 
2.3  (3)
Contenuto 
 
2.7  (3)
Piacevolezza 
 
2.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il ranch 2018-09-11 12:38:33 Melandri
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Melandri Opinione inserita da Melandri    11 Settembre, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Macchecavolodai

Anche un romanzo d’amore ha i suoi doveri e chi lo legge delle aspettative.

Anche se si tratta di romanzi ben lontani dai migliori classici del settore.

Tre amiche, una vacanza in uno splendido ranch incastonato tra i meravigliosi Tetons delle Montagne rocciose americane. Sufficienti drammi in corso o appena trascorsi per creare un’ambiente emotivamente propenso al romanticismo e all’accoglienza dell’amore.
C’è tutto ciò che occorre per godersi un bel viaggio in poltrona, dimentichi delle proprie disgrazie, per rilassarsi godendosi quelle dei personaggi del proprio libro.

Quello che non dovrebbe essere compreso in un romanzo d’amore è il ricorrente pensiero “maccheccavolodai”. Ed è un pensiero davvero ricorrente in questa mia lettura, che non esprime stupore per un colpo di scena o per uno sventurato ribaltamento della situazione. Esprime solo il desiderio di spronare una scrittrice prolifica come la Steel a dare una sferzata a queste tediose quattrocento pagine farcite di un’improbabilità tale da far sorridere.

Come tante volte accade nelle storie più travagliate, spesso l’amore non basta. In questa in particolare, non c'è nulla da salvare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il ranch 2015-09-10 19:21:35 Jaeger
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Jaeger    10 Settembre, 2015

Protagoniste odiose, ripetizioni continue

Premetto che è il primo libro che abbia mai letto di Danielle Steel e sarà anche l'ultimo. E non capisco come questa autrice abbia tanto successo, se i suoi libri sono tutti così. In ogni caso non ho intenzione di verificarlo.
Libro noioso dall'inizio alla fine, scontatissimo. Gli stessi concetti e a volte persino le stesse frasi vengono ripetuti all'infinito, tanto che alla fine ci si rende conto che senza tutte quelle ripetizioni il libro avrebbe la metà delle pagine, raccontando le stesse cose. Le tre protagoniste, che nelle intenzioni dell'autrice dovrebbero suscitare nel lettore una certa dose di compassione e ammirazione, visti i loro problemi e le loro tragedie, risultano comunque insopportabili. Sono tre snob straricche, e l'autrice non manca mai di ripetere all'infinito quanto siano sempre perfette, impeccabili, belle da mozzare il fiato, affascinanti, piene di talento, senza mai un capello fuori posto o una piega sui vestiti nemmeno dopo ore di viaggio in aereo (e giuro è scritto proprio così, non esagero) ecc, ecc, ecc... Basterebbe la metà delle lodi, per iniziare a trovarle antipatiche, ma così arrivi ad odiarle. Senza contare tutte le righe che l'autrice impiega per descrivere i loro look griffati.
Il ranch del titolo arriva da metà libro, ma viene voglia di smettere prima per via dell'inizio pesantissimo. Stringendo i denti, essendo il tipo che non ama mollare un libro a metà, arrivo alla parte "romantica". E lì iniziano le carie, tanto le vicende risultano sdolcinate e surreali, fino al finale telefonato. Per concludere arrivo al linguaggio antiquato: non so se sia solo una questione di traduzione, ma ad esempio i giornali scandalistici di gossip vengono chiamati per tutto il libro "giornalacci". Giusto un bambino li chiamerebbe così, ma sentirli definire in questo modo da una presunta diva di hollywood fa parecchio ridere...
L'unica magra consolazione è non aver speso un euro per leggere questa roba, avendo preso il libro in prestito.
Leggete altro, fidatevi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il ranch 2015-03-19 11:19:57 ChiaraHaydon
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ChiaraHaydon Opinione inserita da ChiaraHaydon    19 Marzo, 2015
  -   Guarda tutte le mie opinioni

La ricchezza,la perfezione e la fama non sono tutt

*IL TESTO PUò CONTENERE SPOILER*
Semplicemente favoloso , in questo libro Danielle Steel è riuscita a racchiudere i dolori e le sofferenze di una donna per la perdita di un figlio, dei tradimenti ,dell indifferenza delle persone e della malattia.
Ho ascoltato anche altre opinioni su questo libro che lo giudicano non positivamente........secondo me l'autrice è riuscita a trasmettere perfettamente ciò che ha provato durante la perdita del suo primogenito, facendolo rispecchiare in una delle tre protagoniste Mary Stuart.
Mary Stuart una donna apparentemente perfetta sia di aspetto che di carattere, con una casa perfetta , un matrimonio perfetto e una famiglia perfetta ... almeno fino ad un anno prima. Dalla morte del primogenito Todd il matrimonio di Mary Stuart si è letteralmente congelato, suo marito non la guarda più in faccia non le parla passa le sue giornate al lavoro isolandola completamente da lui; Alyssa sorella di Todd si è trasferita per completare gli studi , a Parigi sperando che la lontananza le dia sollievo dalla recente perdita; Mary Stuart si ritrova così sola nella sua lussuosa e perfetta casa di New York circondata dal grido silente della colpa della morte del figlio che il marito le fa pesare sul cuore.
Nel frattempo Mary Stuart non è l'unica a rimanere sola, la celebre cantante attrice Tanya Thomas all' apice della sua carriera, ma al fondo della sua vita privata, viene lasciata dal marito e accusata dai rotocalchi di episodi immaginari, che le creano disagi sopratutto economici.
La bellissima donna ritrovatasi sola e abbandonata anche dai figli acquisiti dal precedente matrimonio , decide di andare a trovare la sua vecchia compagna di college; Mary Stuart.
Entrambe sole e stanche di tutto ciò che le circonda, Tanya propone a Mary Stuart di venire con lei a trascorrere una vacanza nel verdeggiante Wyoming, così decise partono all avventura ma ad aggiungersi a loro c'è anche Zoe la terza della loro vecchia compagnia del college.
Mary Stuart non subito felice dell incontro con Zoe a causa di un vecchio dibattito che scatenò l'inimicizia tra loro ; il suicidio di Ellie la quarta della compagnia, la più cara a Mary Stuart.
Ma dopo così tanti anni di silenzio decidono di parlare e commosse si riabbracciano.
Per Zoe non è stato facile abbandonare il suo impegnatissimo e pesante lavoro da medico e sopratutto la sua bambina , ma a convincerla più di tutto sono state le insistenze di Sam , suo vecchio compagno di studi e suo grande ammiratore e la stanchezza che l AIDS le provoca.
Zoe ha contratto l AIDS durante il prelievo di sangue ad una turbolenta bambina, ma essendo il suo campo di cura dentro di lei sapeva che sarebbe successo prima o poi.
Durante la loro vacanza nel Wyoming si ritrovano a vivere un avventura indimenticabile, Tanya ritrova l'amore in un cowboy che è pronto a tutto per lei e che non ha paura del suo successo e delle false accuse dei rotocalchi; Mary Stuart conosce un avvenente scrittore che le fa rinascere in lei l'amore e Zoe dopo aver confessato a Sam la sua malattia scopre quanto sono entrambi innamorati l'uno dell altra.
A circondare quest atmosfera di romanticismo capitano loro avventure e disavventure che mettono alla dura prova le tre donne e i propri patner.
IN questo libro il tema della morte, della disfatta, della perdita dei propri cari è sempre presente e mi ha suscitato grande curiosità e sopratutto mi ha aperto gli occhi su tante cose; Danielle Steel è davvero brava ha saputo dare ottime spiegazioni , bellissime descrizioni che ti trasportavano nel Wyoming.L'emozione nella parte finale del libro è indescrivibile e i colpi di scena lasciano a bocca aperta, soddisfacendo a pieno il lettore
Consiglio vivamente questo libro a tutti davvero meraviglioso e sopratutto fa riflettere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Nel muro
Valutazione Utenti
 
1.8 (1)
Donne che non perdonano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uno sporco lavoro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La misura dell'uomo
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli squali
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Andiamo a vedere il giorno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Crooner
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vincoli. Alle origini di Holt
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il Monaco di Mokha
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordi dormienti
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nemici. Una storia d'amore
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri