Narrativa straniera Narrativa per ragazzi Joel e le lettere d'amore
 

Joel e le lettere d'amore Joel e le lettere d'amore

Joel e le lettere d'amore

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Joel ormai ha dodici anni. Sta crescendo, e non è facile. Per giustificare le sue misteriose sparizioni da casa, lascia credere al padre di essere innamorato di una compagna, ma in realtà è molto solo. Per un attimo sogna di entrare in un'orchestra jazz: ma è davvero questo il suo futuro?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Joel e le lettere d'amore 2011-12-23 16:38:42 Pelizzari
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    23 Dicembre, 2011
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una buona azione di un bambino

E' una storia di fantasia, che riguarda un bambino con l'ansia si diventare adulto. Il bambino è Joel ed è stato miracolato, perchè è finito sotto una corriera senza farsi un graffio e da qui cerca per tutto il tempo di dare il suo grazie alla vita compiendo una buona azione. E' un libro che, pur essendo per bambini, insegna tanto agli adulti: insegna che non si può correre via dai pensieri paurosi che si hanno nella testa; insegna che la vita è una lunga sfilza di "dopo" e il dopo seguente deve sempre essere migliore di quello di prima. E' un libro che parla anche della solitudine, che nasce dai complessi che a volte abbiamo. Ci si può smarrire dentro se stessi, non c'è bisogno di addentrarsi nel bosco per perdersi e a volte non c'è rabbia peggiore di quella che si può rivolgere contro se stessi. E' da leggere, per riflettere, per pensare. E' una buona azione per se stessi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a ragazzi e adulti
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
L'America in automobile
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Fiocco di neve
Chaos. La guerra
Chaos. Il nemico
I tre gatti
La montagna di libri più alta del mondo
Neverworld
Cenerentola libera tutti
Blackbird. I colori del cielo
La notte dei desideri
Thornhill
L'Ickabog
Corri ragazzo, corri
John della notte
Il cane che aveva perso il suo padrone
Ogni prima volta
Lucas. Una storia di amore e odio