La congiura La congiura

La congiura

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

È questa ferita che attraversa il Novecento a riaprirsi nei racconti di Jaan Kross. Tre episodi chiave di una storia di formazione che ha per protagonista il suo alter ego Peeter Mirk, giovane scrittore dissidente in perenne fuga, imprigionato dai nazisti e poi dai sovietici nello stesso carcere di Tallinn. Tre confessioni di un intellettuale che porta su di sé tutto il peso della storia di un paese e tutto il prezzo della colpa: di aver mancato, di non aver osato, perché la voce della coscienza arriva sempre troppo tardi per cambiare il corso degli eventi, e forse di altre vite. Come quella di Flora, espressione di un mondo di bellezza e libertà che lui vorrebbe salvare ma riesce solo a tradire, o di un vecchio amico condannato al suo posto per amore della letteratura, o di un compagno di cella caduto vittima di una congiura tra prigionieri che sembra riflettere la giustizia sommaria del regime.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La congiura 2016-09-04 16:55:16 pirata miope
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
pirata miope Opinione inserita da pirata miope    04 Settembre, 2016
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN'AUTOBIOGRAFIA RINFORZATA

Jann Kross, uno dei massimi esponenti della letteratura estone contemporanea, dà questa definizione della sua stessa opera. Consapevole di rappresentare la coscienza storica e civile del proprio stesso Paese, conteso perennemente fra la Germania Hitleriana e la Russia di Stalin, affida il compito di testimoniare la passione di un popolo, i sensi di colpa per i tradimenti perpetrati a un protagonista che ha le sue precise caratteristiche e le sue medesime esperienze di vita. Nei tre racconti scritti fra il 1979 e il 1980 e pubblicati da Iperborea con il titolo di uno di essi” La congiura” a raccontare in prima persona è infatti uno studente dell’università di Toru, scrittore, prigioniero sia dei Nazisti in “La grammatica di Stahl” sia dei Russi in “La congiura”. Il personaggio Kross è più un ombra che una presenza ben definita, se nel primo racconto “La ferita” ove lascia trasparire nella storia d’amore con Flora le emozioni e i turbamenti tipici dell’adolescenza. Più filtro che attore degli eventi, lo scrittore racconta il trauma di un popolo vittima della Storia: il primo racconto attraverso le vicende della famiglia della ragazza amata si incentra sullo stato d’animo dei tedeschi, da secoli classe dirigente in Estonia, costretti da Hitler a lasciare il paese e a trasferirsi in una Polonia devastata dall’invasione del Reich. “Non voglio vedere quelle navi…Qui sono piene di luci, ma quando prendono il largo, lo so, si spengono tutte. In mare sono nere e cieche come tombe!” cosi esclama Flora nell’ultimo emozionante incontro con l’innamorato al porto di Tallin ed è metafora efficace di un sentimento collettivo. Il mare, il Baltico, spazio dell’avventura e della fuga, è un angosciosa tomba oscura, che rimanda a carceri e prigionie ove l’umanità si perde e annega. A distanza di anni il ricordo degli uomini conosciuti nelle celle, traditi per scherzo o per necessità sopravvive, pietà o senso di colpa che sia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Legami
Ambos mundos
La vita altrove
Le botteghe color cannella
Lieto fine
Che cosa fa la gente tutto il giorno
Le cose che abbiamo perso nel fuoco
Winesburg, Ohio
Un giorno come un altro
Bestiario sentimentale
Melancolia
Il generale e il giudice
L'universo in un granello di sabbia
I colori dell'addio
Ricordare Parigi
Il soldato Schwendar

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232