Narrativa straniera Romanzi C'era una volta a Hollywood
 

C'era una volta a Hollywood C'era una volta a Hollywood

C'era una volta a Hollywood

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Rick Dalton è un attore con alle spalle una luminosa carriera nel cinema in bianco e nero, ma a Hollywood negli anni ’60 si invecchia molto in fretta e ora Dalton deve lottare per un ruolo in una serie tv commerciale o in un film in Italia con Virna Lisi o Gina Lollobrigida. La spalla di Rick è Cliff Booth, un veterano di guerra dalla vita movimentata che gli fa da controfigura nei film, e da confidente e autista nel privato. La vita di Rick e Cliff a Cielo Drive è scandita dalle feste a casa di Roman Polanski, il regista del momento, dalla rivalità con Steve McQueen e con Bruce Lee, e dalla ricerca ossessiva di un ruolo importante per rilanciare una carriera in declino. Mentre un giovane carismatico, arrabbiato con Hollywood per avere infranto i suoi sogni artistici, progetta la sua vendetta violenta in una comunità hippy fuori città, Rick è distratto dall’attrice che recita con lui nella serie tv: una giovane lolita che lo riporta nella magia del cinema. Il primo romanzo di Quentin Tarantino è una storia di desiderio e riscatto tra le stelle di Hollywood: mentre tutto sta cambiando, la forza dell’immaginazione appare come una sirena a cui è difficile resistere.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
C'era una volta a Hollywood 2021-10-29 08:08:03 deborino
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
deborino Opinione inserita da deborino    29 Ottobre, 2021
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL PRIMO LIBRO DI QUENTIN TARANTINO

Ho scelto di leggere questo libro perché Quentin Tarantino è il mio regista preferito in assoluto quindi non potevo certo perdermi una sua opera nonostante avessi già ovviamente visto il film da cui è tratto.
Ebbene sì, questo libro è tratto dal film e non il contrario come succede di solito.
Cosa ha di diverso dal film? Beh ovviamente la storia è molto più completa perché nel libro non ci sono limiti di spazio.
A tal proposito vorrei riprendere una parte di intervista che è stata fatta al regista dove diceva "Quando scrivo grandi sceneggiature epiche come questa (riferendosi a Django Unchained) o come Kill Bill c'è un sacco di roba che non riesce a entrare nel film per f....ute ragioni di spazio. Se dovessi fare tutto quello che c'è nella sceneggiatura sarebbero film da quattro ore. Per cui resta sempre il problema che la sceneggiatura è un'opera letteraria e io continuo a cambiarla e a modificarla in modo che stia in un film. In questo consiste il lavoro. Sono costretto ad adattare quotidianamente i miei film"".
Ecco, quindi, C'era una volta ad Hollywood si dilunga su particolari che nel film non vengono proprio citati.
La storia ha come protagonista Rick Dalton che è un attore di western che, negli anni '60 si ritrova ad un punto morto della sua carriera e deve decidere tra un piccolo ruolo in una serie tv commerciale oppure il protagonista di spaghetti western.
Al suo fianco abbiamo Cliff Booth, la sua controfigura sul lavoro e il suo più caro amico e aiutante nella vita privata.
I due si ritrovano a dover affrontare il problema del declino della carriera di Rick che ovviamente ricade anche sulla sua controfigura.
Contemporaneamente facciamo un salto nella Hollywood degli anni '60 con i registi e gli attori del momento nonché con i problemi delle comunità hippie che minano la tranquillità.
Io, sinceramente, mi sento di consigliare questo libro a chi è un pò esperto di cinema o comunque a chi, almeno, ha visto il film altrimenti potrebbe essere difficile da comprendere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi ha visto il film o a chi è esperto di cinema
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore