Narrativa straniera Romanzi Il paese del carnevale
 

Il paese del carnevale Il paese del carnevale

Il paese del carnevale

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Fra l'azzurro del cielo e il verde del mare scivola la nave verde-gialla che riporta in Brasile Paulo Rigger. Giovane, ricco, pieno di baldanza, ha alle spalle l'Europa, i caffè parigini, le battute intelligenti: tutti i vizi e le virtù dei nostri intellettuali. Davanti c'è un Brasile che samba e che canta, che affoga tra miseria, corruzione e rivoluzione, e aspetta sempre fiducioso di diventare "il primo paese del mondo". Appassionato, autobiografico, di una grazia acerba che incanta, questo Paese del Carnevale è stato scritto da Jorge Amado all'incredibile età di diciannove anni, nel 1931, e ha reso famoso il nome del suo autore in Brasile e nel mondo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il paese del carnevale 2014-04-09 05:45:11 silvia71
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    09 Aprile, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra samba e lacrime

Il Paese del carnevale è il romanzo di esordio di Jorge Amado nel 1931.
E' un romanzo che rivela già l'essenza dello scrittore, il suo stile di scrittura che si consoliderà nei lavori successivi.
Al di là dei numerosi volti che scorrono tra le pagine, il vero protagonista è il Brasile, fotografato in un periodo storico di transizione, scosso da continue rivoluzioni, percorso da contrasti politici, segnato da divisioni sociali, povertà, corruzione, speculazioni.
Un paese, nonostante tutto, pieno di vita, vivace e suggestivo come il suo carnevale, evento simbolo, dna brasiliano, che per qualche tempo spazza via lotte e faide, unendo un'intera popolazione.
La penna di Amado non cattura solamente l'aria magica e sensuale di questa terra, ma scava nel profondo di una cultura e di una società che brama cambiamento che coabita col bene e col male.
Entrano in scena gli uomini e le donne di Amado, che personificano idee e pensieri opposti, la sensualità e la razionalità, la rettitudine e l'immoralità, concentrati in una tensione continua alla felicità, alla sopravvivenza, alla realizzazione.

Considerando che questo romanzo è stato scritto dalla penna di un Amado diciannovenne, lo si potrà trovare incredibilmente maturo, definito nei contenuti, suggestivo nello stile; un autore che coglie i numerosi spunti che gli fornisce il paese e che si fa portavoce di un popolo, di un sentimento, di una terra crogiolo di volti, di costumi, di realtà sociali contrastanti.

Un romanzo breve ma intenso che consente di conoscere un grande autore e di assaporare le immagini attraverso le quali è riuscito ad immortalare il Brasile del secolo scorso, in particolare gli anni Trenta, anni di fervore politico e culturale.
Il paese del carnevale è una terra che vuole sognare, che vive di musiche e di colori ma quando si scontra con la realtà, l'impatto genera ancora delusione.
Comincia da questo primo tassello letterario il lungo percorso di Amado che lo porterà a raccontare i tanti volti del suo paese.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
280
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta
L'opposto di me stessa
Il sogno di Ryosuke
Paese infinito
La piuma cadendo impara a volare
L'ultimo figlio
I miei giorni alla libreria Morisaki
Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore