Narrativa straniera Romanzi L'ultima volta che ho visto Parigi
 

L'ultima volta che ho visto Parigi L'ultima volta che ho visto Parigi

L'ultima volta che ho visto Parigi

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Claire ha un passato da nascondere, quello di una bambina cresciuta nella miseria più profonda. Ora si è conquistata un posto nella borghesia newyorkese, e l'eleganza, il lusso, la fama le spettano di diritto. Tuttavia, quando la sua idenità fittizia viene minacciata, a Claire non resta che fuggire, e Parigi le sembra il luogo perfetto per ricominciare. Ciò che trova è una città sconvolta dai primi accenni del caos, dovuti all'imminente invasione tedesca. Il destino però è dalla sua parte, e quando comincia a lavorare in un negozio di fiori, dentro di lei si fa strada l'idea di una vita diversa. Claire si ritroverà a mettersi in gioco, e a collaborare con abili e caute mosse a una missione che, oltre a salvare vite umane, ridisegna l'essenza stessa della sua esistenza.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'ultima volta che ho visto Parigi 2015-11-16 18:06:47 Pelizzari
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    16 Novembre, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Malinconia parigina

La protagonista di questa storia è una donna che, da contadina, diventa signora con alte pretese, ben inserita nell’alta borghesia newyorkese, per poi, rinnegando il proprio passato, fuggire a Parigi, per ricominciare. Una Parigi che in quegli anni è alle prese con l’occupazione nazista. In questa città, che ha sempre un fascino innegabile ed una certa malinconia, ricomincia da zero, grazie alla semplicità di un negozio di fiori e le vicissitudini, anche storiche, la portano a ritornare ad essere una persona semplice, senza vergognarsene, ma andandone fiera. La storia è interessante, perché racconta il punto di vista della guerra dalla parte di chi ha provato a resistere al nemico e ad organizzarsi contro di esso, senza forzare sull’aspetto cruento del conflitto. Il ritmo però è un po’ troppo blando. L’atmosfera un po’ troppo da romanzo rosa. L’ambientazione è buona e ti sembra di trovarti proprio davanti agli occhi la curvatura elegante di pizzo metallico della Torre Eiffel quando giri pagina e giri in queste vie, ma non è una storia indimenticabile.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri