Dettagli Recensione

 
Il fu Mattia Pascal
 
Il fu Mattia Pascal 2014-05-29 20:56:34 Bruno Elpis
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    29 Mag, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ACRONIMO

Il desiderio di fuggire, sparire, cambiar vita. Chi non
Lo ha mai provato almeno una volta? Si

Fa attrarre da questa prospettiva Mattia, un
Uomo che, sposando Romilda, è costretto a convivere con

Marianna Pescatore, l’odiata suocera. Dopo una vincita
A Montecarlo, Mattia apprende d'essere morto: su un giornale.
Troppo facile approfittare dell'equivoco e realizzare il desiderio di sparire! Si
Trasferisce a Roma sotto
Il nome fasullo di
Adriano Meis. Un nuovo amore e gli eventi

Però propalano che l’identità fittizia è
Anche prigionia. E impossibilità di vivere. Un simulato
Suicidio consentirà a Mattia-Adriano di tornare a Miragno
Come bibliotecario, senza essere riconosciuto... L’opera
Anticipa nel 1904 i temi cari a Pirandello:
“La vita o si vive o si scrive, io non l'ho mai vissuta, se non scrivendola.”

Bruno Elpis

Mezzo secolo dopo, nel 1954, Thomas Narcejac e Pierre Boileau scriveranno “D’entre les morts” (1954), opera che ispirò il film “Vertigo – La donna che visse due volte” (1958) di Hitchcock: “C’è ancora un’ultima cosa che devo fare, e poi sarò libero dal passato” (John Ferguson/James Stewart nel film di Hitchcock).

Quella di Pirandello è la storia de “l’uomo che morì tre volte” e affronta il tema dei ruoli sociali e dei vincoli rigidi entro i quali scorre la vita: “La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste forme, di questi schemi sociali in cui si rinchiude o da se stesso o per opera della società.”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
..."Dentre les morts". A chi ha visto Vertigo (La donna che visse due volte) di Alfred Hitchcock.
A chi voglia iniziare la lettura dell'opera di Pirandello cominciando con un'opera rappresentativa, a chi ne voglia proseguire la lettura, a chi desideri rileggerlo...
Consigliato a tutti.
Trovi utile questa opinione? 
250
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
A proposito di morti e resuscitati, penso che la scena della seduta spiritica sia fra le più esilaranti della letteratura italiana :-))
Ma pensa un po', l'ho proprio letto una decina di giorni fa. Ultimamente ho voglia di scoprire alcuni classici che mancano tra le mie letture.
E questo m'è piaciuto parecchio. Certo che...non me l'aspettavo che già ai primi del'900 si facessero operazioni per togliere lo strabismo!! Ciao ;-)
Vertigo (La donna che visse due volte) di Alfred Hitchcock.
Semplicemente strepitoso!!
@ Cristina: se ci pensi, una visione così diversa delle sedute spiritiche del coevo modernismo di Fogazzaro.... :-)

@ Lucy: anch'io sono rimasto stupito, leggendo "Neve di Primavera" di Mishima, ambientato nei primi anni del 1900: si parla di auto e telefoni.... Evidentemente erano già diffusi... :-)

@ Gracy: Vertigo, bellissimo, vero Gracy? :-)
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri