Dettagli Recensione

 
Bagliori a San Pietroburgo
 
Bagliori a San Pietroburgo 2017-11-04 10:24:06 topodibiblioteca
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
topodibiblioteca Opinione inserita da topodibiblioteca    04 Novembre, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una passeggiata a San Pietroburgo

Questo libro dell’autore olandese Jan Brokken (che a tratti ricorda una guida turistica della città di San Pietro Burgo), in effetti poteva essere pubblicato solo dalla casa editrice Iperborea che ha fatto dei romanzi scritti ed ambientati nei paesi nordici (meglio ancora se scandinavi) il suo marchio di fabbrica. Insomma, una sorta di libro-guida che ci fa passeggiare per le strade di questa meravigliosa città così ricca di storia e fascino e che Brokken sembra conoscere perfettamente.

Il celebre Palazzo d’Inverno simbolo del potere zarista con lo splendido museo dell’Hermitage, la Cattedrale di S. Isacco che si staglia sulla città con la sua cupola dorata, la Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato eretta nel luogo dove venne ucciso lo Zar Alessandro II, la Neva e la Prospettiva Nevskij (la strada più famosa della città), sono solo alcuni esempi dei monumenti e luoghi visitati dallo scrittore. Luoghi eternamente sospesi tra il passato imperiale, la svolta rivoluzionaria bolscevica ed il presente nostalgico, a partire dai quali l’autore rievoca suggestioni e ricordi di poeti, scrittori, musicisti entrati a pieno diritto nel club degli “indimenticabili”. Spesso si tratta di intellettuali vissuti in questa città durante il periodo zarista o comunista, invisi alla corona od al regime sovietico a seconda dei casi, perché ritenuti scomodi, etichettati come nemici della patria ai quali riservare un periodo di reclusione nei campi di lavoro. Dostoevskij fu uno di questi, scampato alla pena di morte per grazia dello zar, vide la sua pena commutata in anni di reclusione in Siberia per poi tornare in città e dare alla luce capolavori come “Delitto e castigo” od “ I Fratelli Karamazov”. In epoca Staliniana una sorte analoga toccò a Solzenicyn, mentre altre volte celebri letterati come Nabokov, (l'autore di “Lolita”), scelsero la strada dell’espatrio in nome della libertà, così come altri invece decisero di rimanere a San Pietroburgo continuando a lottare coraggiosamente per i propri diritti. E’ il caso ad esempio della raffinata e affascinante poetessa Anna Achmatova, oggetto del desiderio di Boris Pasternak, dal quale ricevette diverse proposte di matrimonio tutte rifiutate, che non temeva le ritorsioni del regime e lottava affinché le fosse restituito il figlio imprigionato per motivi politici.

In definitiva Brokken dimostra la sua conoscenza ed il suo amore verso la Russia in generale e San Pietro Burgo in particolare, discorrendo amabilmente, ed elencando le numerose personalità che hanno lasciato un segno indelebile del loro passaggio. Una sorta di sinfonia musicale di celebrità tra le quali, a proposito di musica, vale certo la pena di citare anche Ciajkovskij

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri libri di Brokken, a chi ama i libri di viaggi.
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

siti
04 Novembre, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Me lo segno subito. Grazie!
Hai fatto una bella presentazione, Gabriele.
L'accostamento a una guida turistica, però, un po' m'inquieta.
Apprezzo Brokken e speravo che questo libro fosse all'altezza di "Anime baltiche", ma vedo che non è così.
Per ora attendo.
Grazie Emilio!....Guarda non vorrei averti confuso le idee scrivendo che ricorda una guida turistica in quanto ci sono si una serie di riferimenti a monumenti, strade, palazzi, etc funzionali alla narrazione, ma comunque i veri protagonisti sono i vari artisti, e le personalità citate, ci mancherebbe...
Io non ho letto anime baltiche per cui non saprei fare un confronto. Ho invece letto Il giardino dei cosacchi per cui conoscevo già l'autore.
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
07 Novembre, 2017
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie per la gentile precisazione.
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Genitori cercasi
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel che ci tiene vivi
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Café Royal
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Freddo nelle ossa
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
Il passeggero
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Città di sogni
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Una brava ragazza è una ragazza morta
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Piero fa la Merica
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Vecchiaccia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Dipendenza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'assassino è tra le righe
Valutazione Utenti
 
1.0 (1)
Capolinea Malaussène
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Viaggio in Russia
Verso le isole luminose. Tahiti, Tuamotu, Marchesi
Cerchi infiniti. Viaggi in Giappone
Le voci di Marrakech
Fuori dal nido dell'aquila
Diario d'Irlanda
In viaggio con Erodoto
La bellezza del Giappone segreto
Una città o l'altra. Viaggi in Europa
Viaggi
Il Mediterraneo in barca
Pic
E quel che resta è per te
Viaggi con Charley
Marocco, romanzo
Bagliori a San Pietroburgo