Dettagli Recensione

 
Gli occhi di mia madre
 
Gli occhi di mia madre 2013-05-20 18:13:42 LunaCalante
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
LunaCalante Opinione inserita da LunaCalante    20 Mag, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli occhi, pieni d'un ombra amorosa...

… E mi vesto di sogno per darti se vuoi,
l’illusione di un bimbo che gioca agli eroi
Queste luci impazzite si accendono e tu
Cambi faccia ogni sera ma sei sempre tu
Sei quell’uomo che viene a cercare l’Oblio …

La storia di una vita costellata da un trauma importante, la perdita della madre.
Un romanzo che viene considerato autobiografico perché dentro c’è molto di Friedrich Glauser.
Da bambino cresce con un’intelligenza sensibile ed acuta tanto da acquistare consapevolezza del proprio destino a soli 4/5 anni. Un bambino che sperimenterà la morte prematura della madre che ricorderà sempre come una donna alta, vestita di rosso, bruna e che cantava con una voce melodiosa e sensuale al pianoforte.

...Plein d'une ombre amoureuse..

Questa frase lo accompagnerà per il resto della vita. Gli occhi, pieni di un’ombra amorosa.
Lo sguardo materno che non ha più potuto incrociare e che mai più si è posato durante la fase della sua dolorosa crescita verso l’età adulta, che sarà costellata di altrettanti dolori e fatiche. La penna di questo scrittore svizzero è allucinata,abbacinata,piena di allucinazioni, sogni, metafore che paiono senza senso, un sottilissimo velo di lucidità che a stento permane nelle sue pagine.
La sua vita è una cognizione persa del tempo, un barlume di acuta depressione, una nevrosi scarlatta, grida soffocate, suicidio tentato per 5 volte senza successo,molteplici ricoveri in manicomio,droghe. Si ripercorrono le pagine di una vita allucinata. La realtà è semplicemente fuori dalla portata di Friedrich ,è solo un debolissimo filo conduttore. E’ la personificazione dello scrittore maledetto.

...Plein d'une ombre amoureuse..

Non è raro che la voce calda e ambrata della madre gli risuoni nelle orecchie nei momenti più critici,bui e disperati della sua vita riportandolo alla realtà, così come si porta alla vita un naufrago con i polmoni pieni d’acqua. La madre è come respiro per lo scrittore, un bambino che non è mai cresciuto, che ha dovuto sopportare e fare conti con un padre severo, spesso ubriaco e mai sazio di botte. Anche il padre soffrì molto per la perdita di questa donna. Per lui il figlio era una femminuccia,un fallito di prima categoria. Tra alti e bassi questa autobiografia trasformata in un romanzo è a tratti osservazione acuta della realtà e distorsione di essa.
La depressione fa vedere con il microscopio,potenziato al massimo, ogni singola cosa dell’esistenza anche quella più banale, trasformandola in mostruosità.

E per concludere …..Morì giovane,poco dopo un matrimonio a Nervi. Niente di più rivelatore…
Morì a Nervi d’infarto, con i nervi indubbiamente distrutti.
Ma io ho percepito,durante tutte le pagine di questo scrittore tormentato,la presenza amorevole della madre, che era una cristiana,mentre il padre se la mia memoria non erra,era di religione protestante.
Friedrich morì l'8 Dicembre ,festa dell'Immacolata, Colei che viene considerata come la Madre per eccellenza.
Chissà,forse in quella festa solenne ha raggiunto la sua madre terrena.

E il cuore quando d’un ultimo battito
avrà fatto cadere il muro d’ombra
per condurmi, Madre, sino al Signore,
come una volta mi darai la mano.

In ginocchio, decisa,
Sarai una statua davanti all’eterno,
come già ti vedeva
quando eri ancora in vita.

Alzerai tremante le vecchie braccia,
come quando spirasti
dicendo: Mio Dio, eccomi.

E solo quando m’avrà perdonato,
ti verrà desiderio di guardarmi.

Ricorderai d’avermi atteso tanto,
e avrai negli occhi un rapido sospiro.
(Giuseppe Ungaretti)

....


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Romanzi autobiografici
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

semplicemente splendido e dolcissimo questo tuo parere....
grazie *-*
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il mio sottomarino giallo
Un'estate
Le schegge
Perdersi
Dipendenza
Gioventù
Infanzia
Nuoto libero
Il ragazzo
Gli anni
Le inseparabili
Abbandono
Chiamate la levatrice
Un pollastro a Hollywood
Fuga da Bisanzio
Operatori e cose