Dettagli Recensione

 
Battle Royale
 
Battle Royale 2010-12-29 11:20:03 faye valentine
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
faye valentine Opinione inserita da faye valentine    29 Dicembre, 2010
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Darwin con gli occhi a mandorla

Terminato stanotte, nonostante mi si chiudessero le palpebre ad ogni riga, ho tenuto duro perché volevo sapere... e ora ho le dita che fremono perché non vedono l'ora di scriverne una recensione!
Bello, bello, bellissimo libro! Proprio quel che mi serviva in questo momento: una lettura che mi catapultasse in un mondo realistico ma ad anni luce dalla mia realtà quotidiana.
Un'isola deserta (non immaginatevi un paradiso in stile "Lost" e il solito racconto alla "Robinson Crusoe": si tratta di un'isola evacuata appositamente per ospitare il Progetto), 42 studenti di diversa estrazione sociale, un Dittatore, un Governo, un manipolo di guardie, una lotta spietata fino all'ultimo sangue. Tutto questo è “Battle Royale”, ma è anche tanto altro: un'indagine sociologica, uno spaccato di realtà vista attraverso gli occhi a mandorla di tanti ragazzini così diversi da come siamo stati ragazzini noi, una riflessione sull'asprezza della società e sulla difficoltà dei giovani d'oggi ad emergere, ad affermare le proprie convinzioni ed i propri valori, a sfuggire dalle facili ed erronee conquiste, ad evitare di sbandare. Se poi ci poniamo a riflettere sugli Organizzatori, sul Dittatore e sul Governo, altri numerosi spunti di riflessione accalcheranno i nostri pensieri: come ci si può ridurre a governare in questo modo? come si è potuto arrivare ad un grado di violenza così alto nella storia? ci troviamo ad un punto di non ritorno??
Il libro ci parla di un Gioco: una volta catapultati a loro insaputa sull'isola di cui dicevo, i 42 componenti della classe 3^B della scuola media di Shiroiwa hanno un unico scopo: lottare ed uccidere i compagni fino a che, come in un videogioco, ne rimarrà uno solo, il quale riceverà un'indennità a vita e un riconoscimento autografo del grande Dittatore. Il ritmo della narrazione farà sì che non troviate per nulla lungo e pesante nessun capitolo, fino ad arrivare a divorare, come ho fatto io, le 663 pagine di cui consta in romanzo. E quei nomi che all'inizio vi sembravano impronunciabili e impossibili da ricordare, diverranno i vostri compagni di viaggio attraverso le insidie dell'isola, le menti con cui confrontarvi e mettervi in gioco, i vostri nemici o beniamini. Ora che l'ho finito, personaggi come Shuya, Noriko, Shinji, Hiroki, Mitsouko, Shogo, mi mancano quasi, mi hanno lasciato ognuno qualcosa. La cosa affascinante del romanzo è innanzitutto la caratterizzazione di questi ragazzini (che, in fatto di esperienze di vita, ragazzini poi tanto non sono!!): breve ed essenziale, ma che riesce a creare un forte legame col lettore, per quanto sia per alcuni di essi davvero sommaria. Inoltre, devo dire che ogni personaggio mi ha colpito a suo modo, perfino quelli più violenti e spietati: qui troviamo un'altra pregevole dote dell'autore.
Insomma, Takami, ci fa vivere una versione videogame di 1984, ci fa sperare e soffrire, ci pone davanti agli occhi una violenza cruda, pulp e a tratti pure splatter, ma mai fine a se stessa e mai senza farci riflettere. Il romanzo è una metafora del darwinismo più feroce in salsa orientale, una secca critica sociale adatta ad ogni epoca, ma con una sfumatura terribilmente aspra su quella a noi contemporanea.
Non mi stupisco del fatto che sia un cult in Giappone: più bello de "Il signore delle mosche", meno complicato di "1984", è quello che avrei voluto leggere ne "L'isola dei segreti", è il romanzo che aspettavo e che adesso aspetta voi...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"1984" di Orwell
"Il signore delle mosche" di Golding
"L'isola dei segreti" della Thomas
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

13 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Stefp
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Sei grande!
Anche se non mi spiego come facessero a chiudertisi gli occhi con una "roba" simile da leggere! :-)
Lo metto in coda sicuramente alle mie letture da fare.
In risposta ad un precedente commento
faye valentine
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Stefano! Eh beh.. Dopo un po' di serate in cui fai le 4.00 può succedere anche di fronte alle pagine più avvincenti!! Spero ti piaccia, io sono ancora presa dall'entusiasmo, non so se ho fatto bene a recensirlo "a caldo", ma non vedevo l'ora!!! ;)
In risposta ad un precedente commento

29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
fantastico!!!! mi incuriosisce assai dopo questa recensione!
temo che sarà il mio prossimo acquisto!
ottima faye!
In risposta ad un precedente commento
faye valentine
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie piero, visto che ti è piaciuto l'isola dei segreti (che io speravo, letta la trama, avesse una sfumatura più violenta...) sicuramente questa sarà una lettura interessante! :)
te lo consiglio vivamente!!!
In risposta ad un precedente commento
gio gio 2
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
bravissima faye!!!!!!!!è un sacco che voglio leggerlo,l'ho cercato da feltrinelli ma non l'ho trovato!proseguirò la mia ricerca non vedo l'ora di averlo tra le mani!
In risposta ad un precedente commento
kobe
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Mi è piaciuto tantissimo 1984, mi sono ripromesso di leggere "L'isola dei segreti" (ho appena comprato PopCo), al liceo ero nella 3B...mannaggia...ho già capito che mi tocca comprare e leggere anche questo libro!!!!
Grande recensione come sempre faye, mi hai troppo incuriosito!!!
Ciao ciao
In risposta ad un precedente commento
faye valentine
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Mr. Bryant, anch'io ti confesso che seguo sempre le tue recensioni con forte interesse! E anche io sono stata in 3 B!!!!! :) :)
In risposta ad un precedente commento
faye valentine
29 Dicembre, 2010
Ultimo aggiornamento:
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Conoscendo le tue letture, Gio, te l'avrei consigliato personalmente, come ho fatto con piero! Poi so che tu sei anche più incline verso gli autori orientali.. mondo nel quale io mi muovo ancora in punta di piedi!!
Grazie per il commento. :)
Frans
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Bella recensione Faye,
mi hai veramente incuriosito senza svelare troppo. Come dimenticare "1984" di Orwell e "Il signore delle mosche"...libri letti a 15 anni che mi hanno appassionato e non ho mai dimenticato.
Seguirò il tuo consiglio e leggerò anche questo
Ciao
In risposta ad un precedente commento
faye valentine
29 Dicembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Frans! :) 1984 sarà sempre al primo posto nel mio cuore!! Però anche questo libro merita secondo me!! Fammi sapere!! :)
13 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli eletti
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Anche le pulci prendono la tosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il decoro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita alla finestra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri