Dettagli Recensione

 
Il segreto della bambina sulla scogliera
 
Il segreto della bambina sulla scogliera 2013-07-12 11:22:32 Nana79
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Nana79 Opinione inserita da Nana79    12 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

fuori i fazzoletti

Questa volta la Riley non mi ha convinta del tutto; la trama è molto bella e gli intrecci sono tessuti magistralmente come sempre ma.... non sono convinta al 100%. Forse se avessi letto questo libro prima de "la luce alla finestra" e "il giardino degli incontri segreti", non avrei letto gli altri due.
La storia è come sempre elegante e delicata ma stavolta l'ho trovata fin troppo negativa. Sappiamo tutti che nella vita non può sempre andare tutto bene ma nemmeno sempre tutto male, mentre qui va tutto male per ben tre generazioni. A ben guardare ci sono cose che si sistemano o che almeno prendono la giusta direzione ma il carico eccessivo di negatività tutt'intorno, le fa passare un pò in sordina. È un libro senz'altro strappalacrime se una persona ha la giusta dose di sensibilità, a me personalmente ad un certo punto è andato il latte alle ginocchia. Ci sono momenti davvero toccanti e commoventi, situazioni chr ti prendono, accattivanti al punto giusto da voler proseguire la lettura per sapere cosa succede poi. Credo che nel complesso sia un bel libro, a parer mio però ciò che rovina tutto è il finale. Sono d'accordo che non sempre ci può essere il lieto fine ma in questo caso sul finale son stati messi due pesi troppo sbilanciati tra loro:

SPOILER

la parte in cui Aurora prende l'aereo per cercare Matt a New York è terribile secondo me: fino a quel momento la storia è sempre stata verosimile e forse proprio per questo coinvolgente ma dove si è mai vista una bambina di 9 anni che prende un'aereo e trova una persona di cui sa solo il nome, che non ha mai visto e di cui non sa nulla, semplicemente con una telefonata dall'aeroporto in una città come New York in cui non ci sono certo 2 anime?

FINE SPOILER

la sensazione che ho avuto è stata che a quel punto l'autrice volesse terminare alla svelta il proprio lavoro, sensazione che è rimasta, purtroppo, fino all'ultima pagina. Il finale poi mi è sembrato un piccolo escamotage per recuperare un pò l'atmosfera che ha permeato durante tutta la lettura.
Inoltre non mi è piaciuto il personaggio di Grania: sempre pronta a pensare agli altri e a fare le cose più assurde per la loro felicità, quando la vita decide di metterle su un piatto d'argento la sua di felicità e di serviglielo ancora fumante lei che fa? Si crea mille paranoie, quando fino a 5 minuti prima era esattamente ciò che cercava. Purtroppo non sopporto le persone così, quelle che passano la vita a non sentirsi mai abbastanza e non ci provano nemmeno, quelle che capiscono quello che vogliono capire e non chiedono spiegazioni e poi piangono sul latte versato, quindi l'antipatia è stata spontanea e sincera e ha contribuito a non farmi apprezzare appieno questo libro.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Be dai... 4 in piacevolezza e' ottimo...io quando prendo in antipatia un protagonista, detesto tutto il libro!
In risposta ad un precedente commento
Nana79
13 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Il fatto è che come sempre la Riley ha avuto la capacità di non concentrare tutta l'attenzione sulla protagonista del romanzo, perché essendo la storia di una famiglia, a partire dalle 2 generazioni precedenti, ogni personaggio, per quanto marginale, con le sue azioni contribuisce a rendere le cose come sono nella storia attuale di Grania. Conta che Grania, che oltretutto è una delle due protagoniste a cui ruota intorno la storia, agisce forse per 1/3 del libro. Il problema è che quando agisce lei è uno strazio la maggior parte delle volte.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa