La salita dei saponari La salita dei saponari

La salita dei saponari

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Solo un caso molto complesso può distogliere, anche se per poco, il vicequestore Vanina Guarrasi dalla caccia ai propri fantasmi e riportarla in azione. Anzi, qualcosa di più di un caso: un intrigo internazionale all'ombra dell'Etna. Esteban Torres, cubano-americano con cittadinanza italiana e residenza in Svizzera, viene trovato morto nel parcheggio dell'aeroporto di Catania; qualcuno gli ha sparato al cuore. L'uomo ha un passato oscuro, e girano voci che avesse amicizie pericolose, interessi in attività poco pulite. Eppure le indagini sono completamente arenate: nessun indizio che riesca a sbloccarle. Questo finché a Taormina, dentro un pozzo nel giardino di un albergo, si scopre il cadavere di Roberta Geraci, detta «Bubi». Torres e Bubi si conoscevano. Molto bene. Con l'aiuto della sua squadra e dell'immancabile Biagio Patanè, commissario in pensione che non ha perso il fiuto, Vanina riporterà alla luce segreti che hanno origine in luoghi lontani. Ma non potrà dimenticare gli incubi che la seguono fin da quando viveva a Palermo. Questioni irrisolte che, ancora una volta, minacciano di metterla in pericolo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La salita dei saponari 2020-07-26 08:41:40 ornella donna
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    26 Luglio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La febbre del vicequestore Vannina Guarrasi

Torna Vanina Guarrasi , vicequestore, ne La salita dei saponari di Cristina Cassar Scalia. Un libro giallo classico, dalle belle atmosfere precise e consone al genere di appartenenza.
Qui Vanina, tornata da un incarico molto delicato a Palermo che riguarda direttamente il suo passato e le provoca molto dolore, si trova ad aver a che fare con un omicidio strano. E’ stato ucciso un tale: Esteban Torresi, un cubano, con cittadinanza italiana e residenza in Svizzera, una specie di:
“Anthony Quinn nella parte di Tiburan Mendes in Revenge”.
Chi era in realtà costui?
“Fedina penale pulita, immagine impeccabile, mai beccato a commettere il più piccolo reato, eppure in odore di mafia da lasciare la scia al suo passaggio. Un odore che nonostante le indagini dell’FBI tale è rimasto.”
Ciò che più colpisce è l’arma con cui è stato ucciso: una pistola russa, una Makarov 9 mm, considerata la regina della guerra, e ciò mette in campo alcune tra le più disparate ipotesi, tra cui quella per cui:
“un americano ucciso con una pistola russa, per giunta nota come arma simbolo della Guerra Fredda, è alquanto strano”.
Quando si aggiunge un secondo cadavere, la situazione si complica ulteriormente, e Vanina è sempre più preda a una febbre che:
“Non l’aveva mai davvero abbandonata. Era lì, latente, pronta a risalire, ad armarle la mano, e a caricarla d’odio. Un odio così profondo che avrebbe annientato per prima lei stessa.”
Dopo lunghe e complesse ipotesi, però, giunge, inaspettato, uno spiraglio di luce, e proprio da una strana abitazione. Situata dove? Proprio in “Via Salita dei Saponari 183”!
Un bel giallo, una perfetta lettura estiva. Il dipinto di una donna investigatrice che risente un po’ della serialità, ma in toto un personaggio complesso, vivo, sofferente, carico di ferite soprattutto rivolte al passato, ma anche dotata di grande intuito e con una preparazione investigativa competente. Una trama ben elaborata, e ben costruita, con un finale a lungo inaspettato. Personaggi ed ambientazione ben caratterizzati, costituiscono una lettura per amanti del genere, molto avvincente e trascinante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri