Terrarossa Terrarossa

Terrarossa

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Bari, primi giorni di agosto. Mentre Lolita Lobosco cerca di godersi le ferie, nella rimessa dell’azienda agricola Terrarossa viene ritrovato il cadavere di Suni Digioia, giovane imprenditrice, attivista per i diritti dei braccianti ed ecologista convinta. Sul portone d’ingresso, scritta a lettere scarlatte, campeggia la frase: «Entrate, mi sono impiccata.» Ma la pista del suicidio, da subito la più battuta, non convince affatto la commissaria Lobosco, che torna in servizio decisa a vederci chiaro. Quando l’autopsia conferma che la ragazza è stata strangolata, la sua vita privata viene rivoltata come un calzino: era troppo bella, libera e indipendente per non suscitare invidie e maldicenze. Lolita, però, non si accontenta dei pettegolezzi e non esita a immergersi nelle acque torbide del caporalato per cercare di far affiorare la verità. Sullo sfondo di una città stravolta e quasi irriconoscibile, eppure pervasa come ogni estate dal profumo della salsa di pomodoro, la tenace commissaria barese torna con un nuovo caso da risolvere – intricato come la sua relazione con Caruso –, lottando ancora una volta per far trionfare la giustizia.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Terrarossa 2023-04-02 10:53:27 Pelizzari
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    02 Aprile, 2023
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una Lolita non combattiva

Lolita è una commissaria sexy, ironica ed estremamente intelligente che ormai fa parte, a pieno titolo, dei personaggi iconici che popolano la letteratura italiana dei gialli contemporanei. L’incipit di questo episodio fa un accenno ai mesi del lockdown e questo mi ha fatto riflettere sul fatto che anche la narrativa contemporanea, italiana e non solo, molto probabilmente verrà influenzata, nei contenuti e non solo, da questo evento che è stato così epocale e così impattante sulla nostra società. Il caso si dipana fra le problematiche tipiche del nostro profondo Sud, il caporalato, l’immigrazione, lo sfruttamento, la criminalità organizzata. Il tutto intrecciato, come sempre, con le vicende personali della protagonista, sia familiari, sia amorose, sia di amicizia, sia di colleghi, in una girandola di volti che ormai associ agli attori della serie televisiva che è tratta da questi libri. In particolare però in questo episodio non mi è piaciuto però il finale, perché nel rendersi conto che il buon esercizio del ruolo di poliziotto può essere una goccia d’acqua pulita nel mare limaccioso del male, sembra quasi arrendersi. E questa Lolita non combattiva non mi piace.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Terrarossa 2022-05-09 08:19:23 ornella donna
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    09 Mag, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il caporalato

Torna Lolita Lobosco, felice creatura di carta di Gabriella Genisi, ora divenuta anche protagonista di una fiction televisiva di grande successo, nel libro intitolato Terrarossa, edito dalla casa editrice Sonzogno.
Siamo a Bari ad agosto. Lolita Lobosco è placida e tranquilla in ferie, ma la serenità non dura a lungo. Nella masseria agricola, chiamata appunto Terrarossa, la proprietaria, Suni Digioia, viene trovata morta, impiccata. Un personaggio scomodo, il suo, molto bella, indipendente, ma soprattutto fervida attivista ecologista e nella lotta contro il caporalato, a favore dell’affermazione dei diritti dei braccianti agricoli. E’ un suicidio oppure qualcuno ha voluto metterla a tacere per sempre? Lolita non esita un attimo ed interrompe le sue vacanze per vederci chiaro. Non sarà facile, e l’indagine vedrà un'altra morte inspiegabile, prima di giungere alla sua naturale conclusione.
Il giallo è classico, e ruota intorno alla figura di Lolita Lobosco, che è sempre lei: tacchi alti, alle prese con un amore che ha molte pecche e molta insoddisfazione, tra conserve e ricette precise si snoda una indagine perfetta, che rispecchia l’intuito e le capacità professionali di chi la conduce. Un tessuto narrativo compatto, vede lo svolgersi di un tema che rispecchia un male endemico della nostra società, come è quello del caporalato e dello sfruttamento incondizionato dei braccianti agricoli. Un tema delicato che vede l’affermazione dei nuovi mercanti di schiavi nella società del consumo e della lotta per giungere ad un guadagno sempre maggiore, a scapito dell’umanità vera e propria. Quando si dice che il giallo è anche indagine sociologica. Perfetto, come sempre.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Stivali di velluto
Brisa
Il dolce sorriso della morte
Il castagno dei cento cavalli
Una morte onorevole
Il bacio del calabrone
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Dalla parte del ragno
L'orizzonte della notte
Pesci piccoli
Omicidio fuori stagione
Tutti i particolari in cronaca
Il giudice Surra e altre indagini in Sicilia
La forma dei sogni
Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Sud America
Soledad. Un dicembre del commissario Ricciardi