Anomalya Anomalya

Anomalya

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Quando si comincia ad affacciarsi sul mondo, il futuro è una promessa che temiamo di non mantenere. Ogni errore sembra irreparabile, ogni scelta definitiva. A volte questa convinzione può portare, di fronte a uno sbaglio, a perdersi e darsi per vinti, quando la vita invece offre sempre nuove possibilità. Questa delicata fase della vita è raccontata in un'avventura fantascientifica che ha al suo centro un viaggio del tempo. Jaques e Claire, da ragazzi segnati da una scelta sbagliata che ne ha condizionato l’esistenza, si rincontrano cinquant’anni dopo. Claire ora è un’importante scienziata e ha scoperto un fenomeno misterioso, un passaggio temporale, un’anomalia.Una porta verso l’ignoto per scoprire che si può sempre scegliere, e tutti hanno una seconda possibilità.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Anomalya 2021-04-08 14:27:45 Mian88
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    08 Aprile, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

E se potessi tornare indietro nel tempo?

È sempre un piacere tornare a farsi cullare dalla penna di Guido Sgardoli, autore per grandi e per più piccoli che non manca mai di solleticare le corde dei lettori con titoli e tematiche variegate ed eterogenee. “Anomalya”, opera classe 2020, non fa eccezione e ci presenta un lavoro che si avvicina a un tema estremamente caro al filone fantascientifico: il viaggio nel tempo.
Siamo in Francia sull’isola di Bréath, luogo conosciuto anche come “Isola dei fiori”, luogo dai paesaggi memorabili e il tempo che rapido scorre. Siamo nell’anno 2020 quando un ragazzo e una ragazza a bordo delle loro biciclette solcano le strade di quei giorni estivi dal calore asfissiante. Può sembrare una cosa normalissima e comunissima per due adolescenti quali, Jacques, detto Jeky, e Claire, che questi giorni stanno vivendo. Eppure sono proprio loro i primi a rendersi conto che quello che stanno attraversando tutto è tranne che un qualcosa di comune. E come determinate scelte influenzano la vita del giovane, in particolare un incidente e un senso di colpevolezza che da quel momento sempre lo accompagna tanto da indurlo a lasciare prematuramente la sua casa natia su quell’isola in cui è cresciuto, prima di altrettante scelte di cui nel corso degli anni poi si pentirà, per la ragazza la vacanza in questo luogo, nel quale sempre si reca con la famiglia, avrà un sapore completamente diverso a cui seguirà una sorte imprevedibile che la porterà, a sua volta, ad abbracciare decisioni e a fare scelte che mai riusciranno ad appagarla pienamente.
2070. Jeky e Claire si incontrano di nuovo e nonostante tutto si riconoscono giungendo a intessere un rapporto che mai in passato avevano avuto. Complice anche una anomalia del tessuto spazio-temporale i due avranno modo di tornare proprio a quel 2020, proprio ai giorni di quell’isola, proprio a quei luoghi che erano stati i protagonisti di giorni creduti facenti parte di un passato ormai immutabile. Che possano, i due, correggere i rispettivi errori in questa nuova avventura che li vede protagonisti? Saranno capaci di compiere quelle scelte che mai avevano osato prendere e plasmare il passato a immagine e somiglianza di un futuro venturo?
Due sono quindi gli “oggi” che, in un perfetto alternarsi di salti temporali, mai eccessivi ma sempre ben bilanciati, scandiscono il ritmo dell’opera; il 2020 e il 2070. La domanda che sorge spontanea nella lettura è: se esistesse un modo per viaggiare nel tempo cosa vorremmo fare e quante cose potremmo fare? E quale sarebbe il prezzo da pagare per queste possibilità riscoperte?
Vero è anche di viaggi nel tempo se ne è parlato e se ne parla e parla con grande frequenza, vero è anche però che in questa fatica dello scrittore l’argomento viene trattato non solo con grande originalità ma anche con delicatezza e meditazione tanto che questo si presta sia a una lettura da parte di un pubblico di tutte le età.
Altro grande pregio del testo è lo stile, fluido e rapido, privo di fronzoli e magnetico, che permette al conoscitore di entrare subito in simbiosi con la vicenda e i personaggi tanto da faticare dallo staccarsi dal libro. Caratterizzato da una voce narrante che segue alla perfezione quando l’uno quando l’altro dei due eroi principali, “Anomalya” invita a riflettere su quella critica fase di crescita che è l’adolescenza e invita ancora a ponderare su quelle scelte affrettate guidate dall’impulsività, dalla frenesia del momento anche se di fatto moralmente ingiuste e, con il senno di poi, chiaramente errate. Tante le questioni trattate quali il sentirsi non al posto giusto, lo scendere a compromessi per far parte del gruppo, l’importanza di sbagliare per crescere e maturare, il diventare forti, l’aver coraggio di seguire e credere nei propri sogni anche quando la realtà che ci circonda non sempre è atta a voler lasciare loro spazio e terreno fertile per attecchire.
Una lettura per tutte le età che conferma nuovamente le capacità narrative dell’autore.

Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri