Il cinema Il cinema

Il cinema

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Maggio 1913. Lino ha tredici anni e vive con la mamma, la sorellina e la nonna alle porte di Torino, in una campagna che sta per diventare periferia industriale. Lavora in fabbrica, aderisce ai primi scioperi operai della nascente industria automobilistica, la sua vita sembra non avere prospettive. Tutto cambia all'arrivo della zia Carla e della cugina Suzanne. Entrambe vengono da Parigi dove lavorano nel cinema, nato da pochi anni. La zia come regista e produttrice, Suzanne come attrice. Torino in quel periodo è un centro di produzione cinematografica tra i più importanti a livello mondiale e Lino si trova ben presto a frequentare i teatri di posa in cui si muovono i primi divi. Grazie alla zia, impara nuovi lavori, partecipa persino alla realizzazione di Cabiria di Giovanni Pastrone, uno dei film che diventerà una pietra miliare nella storia del cinema. Una serie di disavventure, anche drammatiche, lo fanno crescere e capire che il futuro va costruito ed è nelle sue mani. Seguirà la zia e la cugina in America, dove si stanno costruendo i primi studi cinematografici in una città chiamata Hollywood. L'azione del romanzo si svolge in un'ambientazione reale e getta uno sguardo non solo sul mondo del cinema nascente, ma anche sulla vita di inizio secolo. I protagonisti sono frutto di fantasia, a partire da Lino che, grazie alla tenacia e all'impegno, riesce a cogliere le grandi opportunità che i cambiamenti in corso stanno offrendo e si costruisce un futuro interessante, colmo di prospettive.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il cinema 2021-01-18 18:38:20 ornella donna
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    18 Gennaio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

il fascino infinito del cinema

Marco Tomatis, insegnante ed ex preside in pensione, ha scritto vari libri dedicati ai ragazzi, e ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Andersen nel 2006, e il Premio Città di Cento nel 2018. Ora torna in libreria con Il cinema!, un libro di grande fascino dove si racconta una storia legata agli albori del cinema ed ambientata a Torino. Infatti:
“All’inizio del secolo si sviluppa a Torino l’industria automobilistica che, in pochi decenni, trasformerà la FIAT in una delle più importanti industrie italiane. In quel momento la città è anche il più importante centro italiano, e uno dei maggiori europei, per l’industria cinematografica, nata pochi anni prima in Francia. Sorgono in poco tempo decine di stabilimenti che producono centinaia di pellicole destinate ad essere esportate in tutto il mondo e si formano nuove figure professionali. Uno di questi film, girato nel 1913, Il romanzo delle fiamme, alle cui riprese partecipano anche i protagonisti del libro, sarà diffuso l’anno successivo in tutto il mondo con il titolo Cabiria. Diventerà celebre e sarà considerato uno dei più importanti della storia del cinema.”
Siamo, infatti, a Torino nel 1913 e Lino, tredicenne, è rimasto orfano di padre e vive ai margini della città con la nonna, la madre e la piccola sorellina. Lavora in fabbrica, ma ci sono i primi scioperi e allora ne approfitta per aiutare la nonna con i lavori dell’orto e la cura degli animali. Una vita tranquilla, destinata ad essere ben presto travolta dall’arrivo della esuberante zia dalla lontana Parigi. Rimasta vedova con una figlia Suzanne, non si è data per persa e si è ingegnata nel lavorare nel cinema. Che cosa è? E’ una strana cosa che:
“moltiplica per milioni di volte le cose che una volta vedevano in pochi.”
Siamo agli esordi e tutto riveste un fascino speciale, spesso frutto di un duro lavoro:
“La ripresa era solo il momento centrale di un lungo processo che partiva dal momento in cui si cominciava a studiare il film, se ne realizzava la sceneggiatura, si cercavano i luoghi in cui girare e gli attori che avrebbero recitato, si progettava come allestire le scene e si finiva con lo sviluppo della pellicola, il montaggio del film e la stampa delle copie. “
Si apre così una avventura infinita che muterà per sempre le vite di Lino e della sua famiglia.
Una lettura travolgente e curiosa. Consigliata a tutti, anche ad un pubblico adulto. Si è immediatamente conquistati dal fascino delle immagini, costruite pezzo per pezzo, piano piano come un puzzle che ha come finale un film intrigante ed avvincente. Scritto con una prosa lineare e precisa, è frutto di un lavoro di ricerca perigliosa da parte dell’autore che emerge con evidenza nel proseguo del tessuto narrativo. Una piccola esuberante storia sulla via delle immagini nitide di Cabiria accompagnati dalla nostalgia di un tempo che fu, impregnato di malia narrativa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Le avventure di Cipollino
Bambini perfetti
Cosplay girl
Di impossibile non c'è niente
Le domande di Emma
Uno spazio senza tempo
Anomalya
La seconda avventura
Il cinema
La notte delle malombre
Le belve
La bambinaia francese
Trilogia delle ragazze
Casa Lampedusa. Semplicemente eroi
Orzowei
Glauco e Lenina