Scarlett Scarlett

Scarlett

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Scarlett ha sedici anni e si è appena trasferita a Siena. Nella nuova scuola conosce Umberto, che le fa subito la corte, ma Scarlett ha capito che la sua compagna di banco, Caterina, è segretamente innamorata di lui. Cosa scegliere: l’amore o l’amicizia? La risposta arriva al concerto della scuola, quando sul palco sale un ragazzo con gli occhi chiari come il ghiaccio. Mikael, il bassista dei Dead Stones, sembra allo stesso tempo attratto e respinto da lei, e Scarlett non può evitare di tuffarsi in quegli occhi magnetici. Ma Mikael è troppo bello e strano per essere vero: solo Umberto sembra conoscere il suo segreto. Poi un omicidio inspiegabile, e Scarlett viene aggredita da una spaventosa ombra dagli occhi di fuoco. Chi è veramente Mikael? Il suo angelo o il demone che la tormenta?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
3.7  (3)
Contenuto 
 
3.3  (3)
Piacevolezza 
 
3.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Scarlett 2015-02-21 16:52:36 Yoshi
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Yoshi Opinione inserita da Yoshi    21 Febbraio, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

confusa...

Scarlett si è appena trasferita da Cremona in una nuova città e ciò comporta a nuove amicizie, nuovo approccio alla vita.
E' una ragazza carina che riesce quasi subito a trovare chi si occupa di lei.
Incontrerà delle amiche con cui ci saranno delle incomprensioni iniziali e poi arriverà il bel bassista dei Dead Stones che le farà perdere la testa.
All'improvviso l'omicidio del bibliotecario, suo grande amico, le rivelerà cosa c'è dietro alla facciata normale di alcuni compagni di scuola.

Sono parecchio confusa nel dover dare un giudizio dettagliato a questa prima parte della saga.
L'idea è buona, la copertina è fighissima e il luogo delle vicende è molto pittoresco.
Mi sento confusa perché per quanto la scrittura sia scorrevole i fatti narrati sono piatti.
La sfigata (che in realtà è una figa pazzesca) arriva dalla città, si innamora del figo (che immancabilmente c'ha un lato oscuro da fare invidia a Lucifero) e tutte le amiche diventano improvvisamente invidiose della protagonista. La protagonista si mette immancabilmente nei guai e via dicendo...
Non dico che sia sbagliato usare cliché per scrivere un romanzo, anzi!
Ma quanto meno mi aspetto che sia scritto con un certo carisma.
I personaggi mi sembrano privi di spessore.
Non mi sono sentita minimamente coinvolta soprattutto perché c'erano momenti in cui si passava da una scena ad un altra senza un apparente collegamento (e senso).
Matteo (il fratellino aka ragnetto) mi fa pena: i genitori che litigano e Scarlett che si fa paranoie mentali su Mikael.
Sembrava di avere a che fare con delle immagini sfocate che interagivano fra loro.
Inoltre Scarlett è insopportabile e per le prime cento pagine non fa altro che elencare la sua routine giornaliera... Noiosissima per altro!
Credo sia un po' sopravvalutata questa saga ma avendo comprato la trilogia completa mi toccherà finirlo.
Mi è sembrata una copia annacquata di Twilight e lo dico da amante di questo genere!!
Mi aspettavo qualcosa di più... Ora spero nel secondo.
Buona lettura.
Rebecca

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Se vi piace Twilight e volete leggerne una copia annacquata..
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
Scarlett 2012-11-24 05:59:29 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    24 Novembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

“Scarlett” di Barbara Baraldi - Commento di Bruno

Scarlett di Barbara Barladi è un romanzo “double face”.
Nella prima parte prevalgono le vicende di studenti e studentesse, che esaltano la dimensione giovanile e giovanilistica della storia: amori, look, piccoli atti di bullismo, una rock band idolatrata e composta da personaggi che sembrano avere qualcosa di superiore.
La seconda parte, che idealmente comincia con la morte violenta del bibliotecario della scuola, si trasforma in un racconto fantasy gotico nel quale gli elementi soprannaturali si intrecciano a quelli più psicologici.
Scarlett ha ereditato il nome dalla bisnonna paterna. Si trasferisce da Cremona a Siena e deve affrontare i soliti problemi di una liceale: la conoscenza di nuovi compagni, il senso di nostalgia per gli amici che ha dovuto lasciare controvoglia, l’adattamento alla nuova situazione in un clima familiare dominato dai litigi dei genitori e dalla vivacità del “ragnetto” Marco, il fratellino.
In questo contesto Scarlett instaura nuove amicizie, affronta le “laviniane”, si innamora di Mikael Lanciani (“Vorrei … perdermi nel ghiaccio fuso di quegli occhi di cristallo …”), il bassista dei mitici Dead Stones, si affeziona – sospinta dalla passione per i libri (“Leggere è la mia via di fuga attraverso mondi sconosciuti, avventure ed emozioni”) – al bibliotecario, sempre supportata da Sally, una pallina che è il suo amuleto (“Mai come oggi sento il bisogno di stringere tra le dita la forma familiare della mi sfera stellata”).
Nella seconda parte la storia deflagra, nel vero senso della parola.
Umberto, un compagno innamorato, mette in guardia Scarlett e l’ammonisce a non lasciarsi coinvolgere da Mikael e dai suoi amici belli e dannati, ma che professano di condurre una “vita straight”: il cantante Vincent e la bellissima Ofelia, ragazza che veste dark e porta anfibi con l’eleganza … di una pantera nera!
“Passano la ricreazione nel vecchio chiostro”, sembrano essere orfani e non avere un passato. Chi mai saranno? Mutanti, replicanti o che altro?
In preda ai dubbi e poi travolta anche da un evento familiare tragico, Scarlett si sente parte di un gruppo ove “ognuno annaspa tra i propri sensi di colpa. Ognuno con i suoi fantasmi.” Più convinta che mai del motto di Edoardo: “Il cammino della conoscenza, a volte passa attraverso la sofferenza”.
Barbara Baraldi regala ai giovani una storia gradevole e ricca di sorprese, combinando eco e immagini di mode giovanili, sapori letterari di stampo contemporaneo e retrogusto per la mitologia. Con una prosa semplice e incalzante, nelle atmosfere tipiche del romanzo di tensione.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"Un sogno lungo un'estate" della stessa autrice. A chi si accinge a leggere "Scarlett. Il bacio del demone". Consigliato ai giovani e agli adulti che amano gotico e dark di buon gusto.
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
Scarlett 2011-05-29 14:52:12 Lady Aileen
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lady Aileen Opinione inserita da Lady Aileen    29 Mag, 2011
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Leggera

In occasione dell'uscita del sequel, mi sono decisa a leggere il primo volume. E' la prima volta che leggo qualcosa di Barbara Baraldi e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa.
E' vero che la storia presenta i soliti cliché del genere, ma lo stile dell'autrice lo rende così coinvolgente che senza accorgertene sei già alla fine. Uno stile diretto e semplice che riesce a trasmettere tante emozioni.
Come tutti i romanzi per adolescenti non mancano i tipici problemi legati all'età: scuola, amicizie, famiglia e primi amori.
La storia è scritta in prima persona ed il punto di vista è solo quello di Scarlett, la protagonista di questo romanzo gotico tutto italiano (compresa l'ambientazione). Basta nebbiosa Inghilterra o il glamour di New York ma la bella Siena.
Non manca il risvolto "giallo" che si conclude con un colpo di scena inaspettato ma niente di troppo intricato. Scritto molto bene, Interessante caratterizzazione della protagonista femminile e adatto a chi non ama le letture troppo impegnative.
Una lettura scorrevole, leggera, molto romantica ma sono molto curiosa di leggere qualcosa per adulti di questa scrittrice.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri