Narrativa straniera Romanzi storici L'assassinio di Florence Nightingale Shore
 

L'assassinio di Florence Nightingale Shore L'assassinio di Florence Nightingale Shore

L'assassinio di Florence Nightingale Shore

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


È il 1919 e Louisa Cannon sogna di sfuggire a una vita di povertà e, soprattutto, all’opprimente e pericoloso zio, che vorrebbe sanare i propri debiti «offrendo» la nipote a uomini di dubbia reputazione. La salvezza di Louisa è un posto di lavoro presso la famiglia Mitford ad Asthall Manor, nella campagna dell’Oxfordshire. Dopo diverse peripezie Louisa riesce a farsi assumere. Diventerà istitutrice, chaperon e confidente delle sei sorelle Mitford, specialmente della sedicenne Nancy - una giovane donna intelligente e curiosa con un talento particolare per le storie. Ma quando un’infermiera - Florence Nightingale Shore, figlioccia della sua celebre omonima - viene assassinata in pieno giorno su un treno in corsa, Louisa e Nancy si troveranno per caso coinvolte nelle indagini del giovane e timidissimo Guy Sullivan, agente della polizia ferroviaria di Londra, Brighton & South Coast e nei progetti criminali di un assassino che farà di tutto per mantenere segreta la propria identità… Basato sul vero omicidio, rimasto irrisolto, di Florence Nightingale Shore, questo è il primo romanzo di una serie di gialli intitolata I delitti Mitford, ambientata negli anni Venti e Trenta con protagoniste le sei «leggendarie» sorelle Mitford.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
4.3  (3)
Contenuto 
 
3.3  (3)
Piacevolezza 
 
4.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'assassinio di Florence Nightingale Shore 2018-03-18 22:01:44 Simona P.
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Simona P. Opinione inserita da Simona P.    19 Marzo, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il misterioso caso di Florence

Basato su una storia vera e cruenta, rimasta irrisolta, (mai scoperto l’ assassino di Florence Nightingale Shore), questo romanzo presenta una trama articolata che si dipana lentamente, mostrando al lettore situazioni curiose e spesso inaspettate. Siamo in Inghilterra, appena finita la prima guerra mondiale, Londra e dintorni cercano di ricostruire una normalità dopo la catastrofe, Louisa e Florence, due donne decise ma segnate da esistenze difficili, intrecciano le loro vite senza conoscersi e senza incontrarsi mai direttamente.
Florerence Nightingale Shore, infermiera generosa e attenta al suo lavoro, instancabile lavoratrice presso l’ospedale del fronte, aveva dedicato alla sua professione quasi tutta la vita, stava per andare in pensione. Salita su un treno a Londra, diretta verso una piccola città dove doveva andare a trovare un’amica, l’infermiera non arriverà mai perché verrà brutalmente uccisa in un vagone del treno; ultima a vederla l’amica di lunga data, Mabel; sul vagone maledetto, un misterioso uomo, vestito di marrone, si trova accanto alla povera Florence, poi il viaggiatore scompare misteriosamente.
Louisa, nello stesso momento, nello stesso tratto ferroviario, ma verso Londra, sta andando a un colloquio di lavoro come baby sitter, presso la prestigiosa famiglia Mitford, dove risiede anche la sua amica Nancy; Louisa sta scappando dal terribile zio che avrebbe voluto venderla sessualmente per pagare i suoi debiti di gioco. La famiglia accoglierà la giovane, offrendole una vita più dignitosa.
Arrivano le notizie del brutale omicidio, le supposizioni sono molte ma tutti sono rimasti allibiti da chi possa essersi accanito contro la povera infermiera, chiaramente il lettore rimane incuriosito dal contrasto tra l’umanità della vittima e l’efferatezza del gesto. La polizia brancola nel buio.
Nancy, ribelle ma sensibile adolescente, insieme alla sua amica Louisa, sono decise a saperne di più su questo caso che ha scosso le coscienze di tutti. Saranno aiutate da Guy, agente della polizia ferroviaria, un giovane semplice e inesperto che, invaghitosi di Louisa, dimostra determinazione e intuito; nonostante il caso sia stato chiuso, nonostante manchi tutto, movente, arma del delitto, testimoni, Guy vuole sapere chi sia il colpevole.
Spuntano un po’ di soldi, poi uno strano cugino artista e un fratello diseredato; la trama diventa sempre più intrigante, emergono i lati più oscuri dei vari personaggi e aspetti dell’animo umano veramente imprevedibili; nonostante il libro sia a tratti lento e descrittivo, nonostante si soffermi su interni e abbigliamento dell’epoca, forse troppo per un giallo, nonostante la sua struttura, ancora ottocentesca, la storia scorre velocemente, grazie allo stile ironico, simpatico e avvolgente; la briosa penna della scrittrice ci porta piacevolmente ad un finale … scontato ma non troppo.

Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

L'assassinio di Florence Nightingale Shore 2018-03-12 16:12:54 FrancoAntonio
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
4.0
FrancoAntonio Opinione inserita da FrancoAntonio    12 Marzo, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un giallo per l’alta società britannica

Gennaio 1920, Florence Nightingale Shore, eroica e caritatevole infermiera militare, reduce dalla Guerra di Crimea e dagli orrori della I Guerra Mondiale, viene rinvenuta morente nello scompartimento ferroviario di un treno partito da Londra e diretto sulla costa. I gioielli e la pelliccia sono spariti, ma apparentemente nessun indizio consente di risalire al colpevole di un tale brutale omicidio.
Quello stesso giorno la diciottenne Louisa Cannon sfugge da un altro treno per evitare che lo zio la “ceda” ad uno dei suoi creditori in pagamento dei debiti di gioco. La ragazza, disperata, riuscirà a trovare un impiego come aiuto bambinaia presso la casa di David-Freeman Mitford, Barone Redesdale. Qui conquisterà subito la simpatia e l’amicizia della figlia maggiore, Nancy, spigliata sedicenne in cerca di emozioni. Quest’ultima s’appassionerà alle indagini per l’assassinio della Shore, amica intima della gemella della sua bambinaia, Nanny Blore. Così, trascinandosi dietro anche la riluttante Louisa, Nancy incomincerà investigazioni personali per scoprire l’omicida. Nel frattempo in casa Mitford la vita scorre placida nelle campagne inglesi, per quanto Louisa continui a temere di essere rintracciata dallo zio.
Ufficialmente dopo pochi mesi, la Polizia Metropolitana e quella Ferroviaria rinunceranno a proseguire le ricerche del colpevole chiudendo il fascicolo. Solo il giovane agente della “Ferroviaria” Guy Sullivan persisterà nel voler trovare il responsabile, ponendosi in urto pure con i suoi superiori.
Alla fine, dopo qualche colpo di scena finale, la tenacia dei tre ragazzi porterà luce sull'intera vicenda.

L’assassinio di Florence Nightingale Shore è un libro davvero inconsueto. Per quanto si voglia proporre come un romanzo giallo, con i relativi indizi da interpretare e moventi da scoprire, in effetti esce abbondantemente dai canoni classici del genere poliziesco. La poca suspense è assai velata. La trama è piuttosto intuitiva. I colpi di scena finali francamente non stupiscono molto, anzi, si può presagire l’esito conclusivo sin dalle pagine iniziali. Invero quello che più preme all’A. è la descrizione della vita casalinga dell’alta società inglese tra le due guerre.
A tal fine ha innestato un fatto di cronaca nera realmente accaduto (l’omicidio Shore) sull'albero portante costituito dalla vita della famiglia Mitford, anch'essa tutta fatta da personaggi della vita reale. Ne è uscita un’opera ibrida che non è né carne né pesce e, proprio per questo, rischia di scontentare sia chi si aspetta una trama gialla sia chi ricerca un’opera di costume.
Il pubblico italiano, poi, soffre di un ulteriore handicap, giacché, nella maggioranza dei casi, ignora chi siano state le “Sei Sorelle Mitford” o cos'abbiano rappresentato i Bright Young People, i giovani aristocratici bohemien degli anni ’20, descritti appunto nei romanzi di Nancy Mitford e delle sue sorelle.
Ci si trova, quindi, ad affrontare impreparati un romanzo dai toni leggeri e sofisticati nel quale la società aristocratica scivola impalpabile al di sopra delle disperate condizioni di vita nelle quali si dibattono le classi inferiori e ove la rigida separazione sociale tra l’upstairs (inteso come il piano nobile della casa) ed il downstairs (locali della servitù) è vista come normale conseguenza dell’ordine delle cose. L’investigazione poliziesca, portata a termine come un eccitante passatempo da Nancy Mitford, e ragione di vita per Louisa e Guy, travolti dalle circostanze, è solo il paravento dietro al quale far muovere gli attori di questa commedia sofisticata.
Per meglio capire l’ambientazione basti ricordare che Jessica Fellowes è nipote di Julian Fellowes noto al pubblico italiano per essere l’autore di Gosford Park e Downton Abbey.
Accettato questo vizio di partenza, il romanzo scorre agevolmente e lo stile è lineare e gradevole. Quindi tutto sommato si tratta di una lettura non spregevole anche se si sente la mancanza di un vero mordente narrativo e, alla fine, il contenuto così impalpabile lascia poche tracce nel lettore.
Concludo con una precisazione: questo dovrebbe essere il primo di una collana di libri che vedono come protagoniste le sei sorelle. Presumibilmente gli altri vedranno coinvolte, via via, le restanti Mitford Sisters.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ama le commedie di costume ambientate nelle dimore gentilizie dell'aristocrazia inglese e, in particolare, le ambientazioni sul genere di Gosford Park e Downton Abbey, quindi, onestamente, non è per tutti i palati.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'assassinio di Florence Nightingale Shore 2018-01-09 08:41:40 ornella donna
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    09 Gennaio, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

l'infermiera Florence Nightingale

Jessica Fellowes è una importante scrittrice britannica, nipote di Julian Fellowes, che ora approda in Italia con L’assassinio di Florence Nightingale Shore, il primo di una serie di sei, dedicata ai delitti e alla famiglia Mitford.
Gli ingredienti per conquistare il lettore ci sono tutti perché ci sono:

“un assassinio vero, una famiglia vera,e una serie di crime nuova di zecca, per una lettura affascinante e molto divertente.”.

Siamo nel 1920 a Londra, in pieno clima post bellico. L’Inghilterra è un territorio decadente, provato dalle pesanti conseguenze della guerra. La popolazione è provata, e tutte le persone che sono sopravvissute alla brutalità della guerra risentono, anche, psicologicamente delle atrocità viste e subite, e cercano affannosamente un po’ di tranquillità. Tra questi vi è una figura di spicco: l’infermiera Florence Nightingale Shore. Una donna che si è distinta per aver servito l’esercito, e che ora vuole godersi la meritata pensione. Nel gennaio del 1920 sale sul treno che la deve condurre da Londra a Brighton, località marina dove intende ritirarsi. Sul treno, però, viene brutalmente aggredita e muore pochi giorni dopo. Sullo stesso mezzo e verso la stessa destinazione, per un curioso caso del destino, compiendo un salto temporale all’indietro, troviamo una giovane ragazza di nome Louisa Cannon, che con lo zio sta cercando di raggiungere la casa di un degno compare di quest’ultimo. Lei viene trattata come merce di scambio per ripianare i debiti del parente. Ma lei riesce a saltare giù dal treno e a fuggire ad un destino avverso. Così fa la conoscenza di Guy, un poliziotto simpatico, che venuto a conoscenza della sua situazione, cerca in ogni modo di aiutarla. Viene assunta come aiuto governante nella casa di campagna dei Mitford, dove sei sorelle con diversi caratteri, indole ed ambizioni, animano la casa. Lei farà amicizia, soprattutto, con Nancy. Le due, con un intrepido Guy, si buttano a capofitto nelle indagini che riguardano la morte della infermiera, con grande coraggio e determinazione.

All’interno del romanzo si mescolano abilmente finzione scenica e personaggi realmente esistiti. Come la stessa Florence Nightingale, veramente uccisa, con le stesse modalità, senza che si sia mai riusciti a scoprire l’assassino. Come gli stessi Mitford e le sorelle, particolarmente famose nella Londra del tempo. Ben delineata è l’ambientazione del periodo: dai balli, ai ricevimenti, alla vita lussuosa e civettuola; abilmente mescolate con le indagini sull’assassinio, ai sospettati, agli interrogatori. Il risultato è un insieme di romanzo storico, commedia e giallo. Scritto con uno stile preciso, vivace e competente e più che mai realistico. A contorno vi è anche la discussione di tematiche importanti, quali: le esperienze e il trauma psicologico di chi ha vissuto in prima persona gli orrori della guerra, l’indipendenza sociale, l’emancipazione femminile.

E’ un giallo intrigante ed avvincente, che racconta con precisione storica la vita inglese a cavallo tra le due guerre mondiali. Ottimo libro.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Donne che non perdonano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uno sporco lavoro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La misura dell'uomo
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli squali
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Andiamo a vedere il giorno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Crooner
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vincoli. Alle origini di Holt
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ricordi dormienti
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nemici. Una storia d'amore
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Finché morte non sopraggiunga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'angelo di vetro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri